Banda Elastica

Banda Elastica

21 Aprile, 2016

Non c’è miglior amico per la simulazione del gesto tecnico e, quindi, per la buona riuscita della performance

I muscoli hanno diversi parametri che possono essere allenati con metodi, sistemi, carichi diversi.

In questo articolo vogliamo parlare di resistenze elastiche e non rigide perché riteniamo che il tipo di impegno che viene utilizzato favorisce il miglioramento delle prestazioni senza rendere la muscolatura rigida. Cosiderando anche che gli esercizi per le gambe e per il busto sono conosciuti e praticati da tutti mentre agli arti superiori si tende a dare meno importanza, data anche l’utilizzo minore delle braccia nel triathlon.
Parliamo di esercizi specifici e non i “classici” pettorali con il bilanciere sulla panca piana.
Esercizi che coinvolgono tutto il cingolo omero-scapolare, allontantandoci dall’idea dell’isolamento di ogni singolo muscolo. I muscoli lavorano in sinergia, si aiutano tra di loro per compiere un gesto tecnico e per la simulazione di questo tipo di movimento non c’è miglior amico che la banda elastica.
I colori non sono casuali, quelli chiari sono meno resistenti, verde, blu, grigio sono da usare da parte di chi è già in una fase avanzata nella preparazione. Questo strumento è un ottimo accessorio prima degli allenamenti di nuoto o in tutti i potenziamenti a secco, in palestra o a casa vostra, legandolo a un mobile pesante o semplicemente alla maniglia della porta. Usate l’elastico per accelerare il riscaldamento prima di una gara, specialmente se la temperatura dell’acqua è talmente bassa che provocherebbe un abbrassamento della temperatura corporea, muscoli compresi.

ESERCIZI CONSIGLIATI

Gran dorsale Legate l’elastico in alto, state a gambe leggermente divaricate, semiflesse, il busto inclinato in avanti ed eseguite delle trazioni che assomiglino alla bracciata del delfino. Impostate il cronometro per 60 secondi di carico e 30 di recupero per iniziare e completate 6 cicli di trazioni. Siate ritmati, dinamici, come nel nuoto, appunto!

Cuffia dei rotatori In piedi o seduti, elastico in mano, palmi rivolti all’insù, gomiti attaccati al corpo. Trazione lenta dell’elastico senza staccare i gomiti dal busto, 3×10 ripetizioni.

Deltoidi In piedi, elastico sotto il piede opposto alla mano che tiene l’altro capo dell’elastico. Alzate laterali a gomiti semiflessi, 3×10 ripetizioni per braccio.

Tricipiti In piedi, di spalle al punto dove avete legato l’elastico. Mani in alto, gomiti piegati davanti alla testa. Distendete le braccia tirando l’elastico, 5×20 ripetizioni.

Tricipiti-2 Una mano dietro la schiena tra le scapole, l’altra sopra la testa, dietro. Gomiti piegati. Tenete l’elastico tra le mani e tirate sia verso il basso sia verso l’alto, 3×20 ripetizioni.

Deltoidi-romboidi Seduti, gambe semiflesse, elastico bloccato dai piedi. Eseguite dei “rematori alti”, portando le braccia nella posizione del candelabro, gomiti ad angolo retto all’altezza delle spalle, 5×10 ripetizioni.

Articoli correlati

Salite in mtb: questione di tecnica

15 Giugno, 2022

Le ascese con le ruote grasse nel triathlon off road necessitano di allenamento, di tecnica e di tanta esperienza, così da saper “leggere” il terreno. Vediamo in particolare come affrontare le salite in mtb. Nella specialità della triplice off-road è sempre la salita a farla da padrona, risulta quindi di importanzafondamentale affrontarla sia in mtb […]

Come riconoscere l’overtraining

03 Maggio, 2022

Chi non sente ragioni e soprattutto non ascolta né il suo coach né il suo corpo continuando ad allenarsi come sempre corre il serio e alto rischio di cadere nell’overtraining, altrimenti detto sovrallenamento. Per overtraining si intende uno squilibrio dell’allenamento che si verifica quando l’attività fisica risulta così intensa che l’organismo non riesce a recuperare. […]

Triathlon come iniziare

28 Aprile, 2022

Cos’è il triathlon? Il triathlon non è solo nuoto, ciclismo e corsa Le distanze del triathlon Triathlon come iniziare Cos’è il triathlon? Il triathlon è uno sport multidisciplinare che abbraccia tre discipline: nuoto, ciclismo e corsa, tra l’altro affrontate senza mai fermarsi. Sì, perché il cronometro continua a correre, anche quando sei impegnato a passare […]