Sfatando s’impara, i falsi miti del nuoto

Sfatando s’impara, i falsi miti del nuoto

04 Giugno, 2021

Quante credenze e quanta improvvisazione in uno sport nel quale, invece, certe leggende metropolitane da bordo vasca andrebbero affondate quanto prima per rimanere meglio a galla

Il successo nella pratica dell’attività agonistica, a prescindere dal livello, dipende quasi esclusivamente da una corretta gestione scientifica, metodologica e tecnica in allenamento e in gara. Luca Matia Gozzi sottolinea su Triathlete di giugno che nel nuoto, forse più che in altri sport, si assiste ancora a molta improvvisazione mentre resistono saldamente consuetudini poco produttive, anzi controproducenti.

Leggendarie gambate

Prosegue Gozzi confutando alcune false credenze che riguardano gli arti inferiori, per gli approfondimenti sulle quali vi rimandiamo al nuovo numero in edicola.

  • L’allenamento delle gambe non è importante.
  • In gara non bisogna utilizzare le gambe durante la prima frazione.
  • Bisogna alzare la testa per migliorare l’assetto del corpo in acqua.

Mitiche bracciate

A seguire, invece, alcuni tra i più comuni miti da sfatare sugli arti superiori. Le considerazioni di Gozzi al riguardo su Triathlete di giugno.

  • È consigliabile respirare ogni 3 bracciate.
  • Si deve aumentare il numero delle bracciate per nuotare più veloci.
  • Si deve aumentare la frequenza di bracciata per nuotare più veloci.
  • Se si è in difficoltà, si può usare il pull buoy.

Scemenze popolari

Ma non finisce qui: Gozzi prosegue con la raccolta delle errate convinzioni che spopolano a bordo vasca e sul nuovo numero della rivista trovate ulteriori approfondimenti al riguardo.

  • Gli esercizi tecnici sono una perdita di tempo.
  • I lavori di alta intensità non servono per il triathlon.

Foto: Itu.

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Sfatando s’impara, i falsi miti del nuoto”, di Luca Matia Gozzi, pubblicato su Triathlete n. 271, giugno 2021 (in edicola a inizio giugno), alle pagine 48-49.

Scopri di più sul numero di giugno 2021: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.

Articoli correlati

Allenarsi con le palette da nuoto

29 Luglio, 2022

Le palette da nuoto sono uno degli ausili didattici del nuotatore più importanti per il miglioramento della performance Se usate con criterio, le palette da nuoto portano indubbiamente dei benefici sia per quanto riguarda la tecnica di nuotata sia relativamente  all’aspetto di forza in acqua. Il principio fondamentale è quello di non abusarne, soprattutto in […]

Nuoto: la settimana prima della gara

22 Giugno, 2022

Con un corretto avvicinamento all’evento si può ottenere un grande risultato: ecco cosa fare nella settimana prima della gara Nella settimana prima della gara alcuni particolari devono essere monitorati in modo assolutamente preciso. L’alimentazione riveste un ruolo fondamentale nelle prove di media-lunga durata. Inoltre, la scelta appropriata degli allenamenti da svolgere in piscina e il […]

Come valutare lo stato di forma

09 Giugno, 2022

Prima di una gara è possibile – e consigliabile – valutare lo stato di forma. Impariamo come Ogni atleta desidera avere il giusto stato di forma fisica e mentale quando è sulla linea di partenza di una gara. La consapevolezza di essersi allenati al punto giusto e di essere pronti per affrontare la gara fornisce […]