Pedalare al femminile: se la bicicletta è donna, la sella ancor di più!

Pedalare al femminile: se la bicicletta è donna, la sella ancor di più!

08 Marzo, 2017

L’8 marzo per cogliere le differenze e puntare all’uguaglianza: se la bicicletta è donna, la sella ancor di più, e al pubblico femminile va offerta la seduta più adatta per la pratica del ciclismo e del triathlon.

Ebbene sì, devono esistere delle differenze tra la sella da donna e quella da uomo e i brand migliori rispettano questa esigenza diventando preziosi alleati delle quote rosa del ciclismo e del triathlon. Una seduta ottimale e confortevole in ogni situazione, ma che non abbatta le prestazioni: grazie agli studi del prof. Luca Bartoli, direttore del Centro Ricerche Egoview, SELLE ITALIA, leader nella produzione di selle top gamma Made in Italy, è riuscita a sviluppare “prodotti di genere” equivalenti partendo proprio dalla comprensione delle differenze a monte. Ma quali caratteristiche deve avere una sella femminile per essere confortevole e dalle alte prestazioni? Modernità e tecnologia al servizio delle donne per un prodotto che tenga conto della conformazione del loro bacino, che non è più largo di quello degli uomini: non servono selle più grandi ma, a dispetto del pensiero comune, proprio il contrario. Nonostante la distanza tra le ossa ischiatiche femminili sia maggiore di quelle maschili, risulta comunque inferiore perchè il bacino della donna è più piccolo. Insomma, serve una sella più piccola. Tenendo poi conto di altre esigenze come quelle derivanti dalla posizione anteroversa del bacino femminile, le selle da donna devono avere un differente sistema di scarico della pressione. E poi bisogna evitare lo sfregamento interno delle cosce, che SELLE ITALIA, ad esempio, supera grazie alla tecnologia Friction Free. Per quanto riguarda l’imbottitura, invece, vale la regola del rapporto imbottitura-tempo di permanenza sulla sella applicata anche ai prodotti maschili. L’imbottitura deve essere generosa per uscite inferiori alle 2 ore, ridotta per uscite di 4-5 ore e più spessa per uscite superiori alle 5 ore. Grazie al risultato di questi studi, SELLE ITALIA riesce a offrire una gamma di 4 diverse selle pensate appositamente per l’8 marzo, ma non solo. Per sentirsi più donna a partire da oggi. Per farsi coccolare tutto l’anno.

Articoli correlati

Come riconoscere l’overtraining

03 Maggio, 2022

Chi non sente ragioni e soprattutto non ascolta né il suo coach né il suo corpo continuando ad allenarsi come sempre corre il serio e alto rischio di cadere nell’overtraining, altrimenti detto sovrallenamento. Per overtraining si intende uno squilibrio dell’allenamento che si verifica quando l’attività fisica risulta così intensa che l’organismo non riesce a recuperare. […]

Triathlon come iniziare

28 Aprile, 2022

Cos’è il triathlon? Il triathlon non è solo nuoto, ciclismo e corsa Le distanze del triathlon Triathlon come iniziare Cos’è il triathlon? Il triathlon è uno sport multidisciplinare che abbraccia tre discipline: nuoto, ciclismo e corsa, tra l’altro affrontate senza mai fermarsi. Sì, perché il cronometro continua a correre, anche quando sei impegnato a passare […]

Ciclismo, l’allenamento in salita

27 Aprile, 2022

La salita è un mezzo di allenamento e, come tale, può essere usata nel corso della programmazione lungo tutta la stagione. Riteniamo però importante contestualizzarla a seconda del ciclo di sedute in cui ci si trova e fare in modo che il suo impiego sia coerente con quanto si vuole ottenere. Nell’immaginario collettivo del ciclismo […]

Smart trainer: non solo in inverno

12 Aprile, 2022

Sia grazie alla tecnologia, che ha sviluppato dispositivi (smart trainer) di elevata qualità, sia a causa dei ripetuti lockdown, negli ultimi anni l’indoor cycling ha incrementato la propria diffusione tra ciclisti e triatleti. Una considerazione interessante rispetto a tale tendenza riguarda la stagionalità di questi strumenti: vanno utilizzati solo d’inverno o anche in primavera e […]