Nuoto: la prestazione di lunga durata

Nuoto: la prestazione di lunga durata

06 Settembre, 2014

Quali meccanismi fisiologici ed energetici deve allenare in acqua un triathleta che affronta gare di lunga distanza?

Ce lo spiega nel numero di Settembre-Ottobre il tecnico Claudio Ciapparelli nel suo spazio dedicato ai programmi di allenamento suggerendo alcune tabelle di esempio, senza dimenticare i consigli per affrontare le peculiarità del nuoto in acque libere.

 

Articoli correlati

VAM: cos’è e come si calcola

10 Marzo, 2022

La VAM o Velocità Ascensionale Media indica il dislivello espresso in metri in salita nel tempo di un’ora. È un parametro attraverso il quale si può valutare la propria performance in salita.  Come si calcola la VAM? Ciò di cui abbiamo bisogno per il calcolo della VAM. è di un ciclocomputer da ciclista che abbia […]

Training in pausa pranzo: quando e cosa mangiare

12 Dicembre, 2018

Gli aspetti da curare per migliorare la prestazione sportiva sono essenzialmente tre: un programma di training su misura; la motivazione interiore per affrontare la competizione e il carico di allenamento quotidiano; l’alimentazione. I consigli di Paolo Barbera sull’organizzazione alimentare in una giornata di allenamenti