Enervit C2:1 PRO, due nuovi gel a supporto dei triatleti

Enervit C2:1 PRO, due nuovi gel a supporto dei triatleti

15 Aprile, 2024

Nuotare, pedalare e correre. Oltre a queste tre discipline, il triatleta sa che non può più trascurare alimentazione e integrazione, due elementi chiave “da allenare” per raggiungere un benessere fisico e mentale oltre che una buona prestazione; dove per “prestazione” intendiamo un miglioramento dell’atleta sotto tutti i punti di vista, non soltanto quello puramente cronometrico.

Con la stagione ormai avviata è cominciato anche il valzer delle domande e curiosità proprio in tema di alimentazione e integrazione prima, durante e dopo una gara di triathlon:

  • Quanti e quali carboidrati assumere?
  • Come curare l’idratazione?
  • Come recuperare le energie dopo una gara o un allenamento intensi?

A rispondere a queste domande, la ricerca scientifica e l’esperienza sul campo dell’Equipe Enervit (al fianco di squadre e atleti di alto livello) che si è dedicata allo studio di nuove formulazioni in grado di soddisfare le esigenze degli atleti di sport di endurance.

Nuovi Gel Enervit C2:1 PRO Daniel Fontana 1
© Carlo Beretta

I punti di forza di una linea sviluppata con i Pro

Per ottimizzare l’efficienza energetica durante l’attività sportiva (soprattutto in situazioni di alta intensità) e consentire agli atleti di massimizzare le loro prestazioni, Enervit ha lanciato nel 2023 la linea C2:1 PRO, sviluppata in collaborazione con gli atleti professionisti di UAE Team Emirates e Lidl-Trek, e con la Federazione Ciclistica Italiana.

Massima efficienza energetica, tollerabilità, praticità e varietà di formati, sono i quattro punti di forza di una linea di prodotti diventata in breve tempo un punto di riferimento anche per tanti triatleti. Ma qual è la loro caratteristica principale?

Oltre la barriera dei 60 grammi di carboidrati per ora

Tutto è cominciato con la creazione di una nuova formula che miscela glucosio e fruttosio in rapporto 2:1, che permette di superare la barriera dei 60 grammi di carboidrati assunti per ora di esercizio e spingersi anche oltre i 90 grammi (nel caso di atleti più performanti), senza sovraccaricare l’apparato gastrointestinale ed evitare, dunque, problemi spiacevoli durante la gara.

Ma perché parliamo di “barriera” di 60 grammi di carboidrati per ora? Le attuali linee guida scientifiche suggeriscono l’assunzione di carboidrati durante lo sport in funzione della durata dell’attività stessa. In linea generale si parla di:

  • 30 grammi / ora per attività di durata uguale o inferiore alle 2 ore;
  • 60 grammi / ora per attività con durata compresa tra le 2 e le 3 ore;
  • 90 grammi / ora per attività molto intense che si protraggono oltre le 3-4 ore.

Alle varie formulazioni presenti sul mercato, si sono aggiunti di recente due nuovi gel dalle caratteristiche specifiche:

  • Carbo Gel C2:1 PRO con 200 mg di Sodio, perfetto per garantire un adeguato livello di idratazione durante le gare con temperature elevate;
  • Carbo Gel C2:1 PRO con 100 mg di Caffeina, la soluzione ideale per le fasi finali della frazione bike di una gara di triathlon, perché sfrutta gli effetti della caffeina sulle prestazioni sportive.
Nuovi Gel Enervit C2:1 PRO Sodio Caffeina

Provato dai triatleti per i triatleti, i consigli di Daniel Fontana

Nello sviluppo della linea Enervit C2:1 PRO è stato fondamentale il feedback di tanti atleti di alto livello. Tra questi, anche Daniel Fontana – uomo simbolo della triplice italiana ed Enervit Ambassador – che ha vissuto in prima persona l’evoluzione della nutrizione nel triathlon dagli anni ’90 fino ad oggi. A lui abbiamo rivolto qualche domanda su alimentazione e integrazione nel triathlon e su come utilizzare al meglio i prodotti di questa nuova linea di integratori sportivi.

1. Ok gli allenamenti di nuoto, ciclismo e corsa. Ma da dove si comincia per allenarsi anche nell’integrazione?

Cominciamo col dire che grazie alla ricerca e, ahimè, a tanta esperienza fatta sul campo, abbiamo capito che l’integrazione è davvero la quarta disciplina del triathlon. E che nelle lunghe distanze assume un ruolo ancora più importante. Ma abbiamo capito anche che il corpo si abitua e riesce ad adattarsi e tollerare meglio quello che assumiamo.

L’integrazione comincia dall’allenamento in bici, perché il ciclismo è la disciplina che porta via più tempo e consuma di più a livello organico ed energetico. Di solito è più semplice iniziare dalle barrette per poi provare prodotti più evoluti come gel, polveri da sciogliere in borraccia, gelatine o caramelle. Quando poi nei nostri allenamenti cominciamo ad allungare anche le sessioni di corsa o inseriamo i combinati ciclismo/corsa, dobbiamo prevedere una quota di energia in più. E qui entrano in gioco i gel.

2. Nella tua partecipazione alla finale di Kona del 2022, hai testato alcuni dei prodotti della linea Enervit C2:1 PRO. Quali sono i vantaggi per gli atleti nell’utilizzo di questa gamma di integratori sportivi?

Proprio quell’anno, la collaborazione tra l’Equipe Enervit, i team UAE e TREK e altri atleti tester come me, ha portato allo sviluppo di una linea innovativa di prodotti che oggi è la C2:1 PRO. A Kona, dove le condizioni di caldo ed umidità sono estreme, ho testato l’Isocarb e le Carbo Chews (caramelle).In generale, le alte temperature influiscono sul sapore e la consistenza dei carboidrati, aumentando la sensazione di sete. Con Isocarb la bevanda mantienela sua freschezza e questo mi ha permesso diassumere un’alta quantità di carboidrati senza sovraccaricare lo stomaco, oltre ad assicurarmi una quantità di sodio per reintegrare i sali persi. Le caramelle, invece, sono state la soluzione ideale per integrare carboidrati dosando piccoli e piacevoli bocconi, in situazioni dove lo stomaco è fortemente sotto stress.

Nuovi Gel Enervit C2:1 PRO Daniel Fontana 2

3. Nel 2009 sei diventato vice campione del mondo di IM 70.3 e un paio di anni dopo, a Pescara, c’è stata la tua consacrazione “italiana”. Siamo a pochi giorni da un’altra mezza distanza, il Challenge Cesenatico. Tu che in quelle zone hai gareggiato, quali consigli puoi dare sulla combinazione di integratori da utilizzare?

Dico subito una cosa: se allora avessi avuto questi prodotti sarei andato molto più forte! A parte questo, il consiglio che posso dare è quello di programmare l’integrazione con precisione. E mi riferisco all’assunzione di carboidrati in gara utilizzando gli integratori che abbiamo provato in allenamento e che tolleriamo.

Per una mezza distanza come quella di Cesenatico, consiglio un Pre Sport o una barretta piccola (o mezza grande) prima della partenza – perché nel nuoto non possiamo integrarci – e poi, durante la frazione di ciclismo, di distribuire dai 50 agli 80 grammi per ora di carboidrati, tenendo conto che i gel di questa nuova linea contengono 40 grammi di carbo e 2 misurini di Isocarb ne contengono 60. Oppure, si può optare per barrette, caramelle o gelatine che contengono 30 grammi di carboidrati l’una e accompagnare con Isocarb. Durante la corsa, invece, consiglio un Carbo Gel C2:1 PRO ogni 35da prendere vicino ai ristori dove si può fare un sorso d’acqua, gettare i rifiuti negli appositi spazi e ripartire. L’ultimo suggerimento è di tenere d’occhio le temperature: se il giorno della gara dovesse fare caldo, si può optare per il nuovo Carbo Gel con sodio (sempre da 40 g) da utilizzare sia in bici (alternandolo con quello alla caffeina da assumere nella parte finale della frazione bike) che a piedi.

Articoli correlati

L’allenamento indoor nel triathlon: strategia vincente?

14 Gennaio, 2024

Forse non tutti sanno che la vincitrice dell’IRONMAN World Championship 2023, Lucy Charles-Barclay, ha svolto la maggior parte della sua preparazione per Kona in indoor. Come? All’interno di uno spazio allestito ad hoc dietro la casa dei suoi suoceri. SPOILER: non tutti possono avere le stesse possibilità e, ovviamente, non siamo tutti Pro. Anche se […]

Massima efficienza ad alta intensità: ecco la linea Enervit C2:1 PRO

04 Maggio, 2023

(photo Luis Angel Gomez/SprintCyclingAgency©2023) Ottimizzare l’efficienza energetica durante l’attività sportiva, soprattutto in situazioni di alta intensità; consentendo agli atleti di massimizzare le loro prestazioni. Questo è l’obiettivo di Enervit che ha risposto alle richieste degli atleti di endurance creando una linea di prodotti dedicata proprio a questo tipo di esigenze. Nasce da qui la linea Enervit […]