Triathlon Internazionale di Elche Arenales 113: vittoria di Domenico Passuello e podio per Margie Santimaria

Triathlon Internazionale di Elche Arenales 113: vittoria di Domenico Passuello e podio per Margie Santimaria

18 Aprile, 2015

Non c’è due senza tre: “Super-Domenico” colpisce ancora ed inanella la terza vittoria consecutiva in 2 settimane, vincendo per la quarta volta consecutiva il Triathlon Internazionale di Elche Arenales 113.

La gara è andata come ci si augurava: Domenico esce dall’acqua in 14^ posizione (0:26:34) a circa 2′ dal primo, Duarte Marques.
La frazione ciclistica, su un percorso molto veloce e forse non proprio lungo 90km, come di consueto lo vede protagonista assoluto, con il miglior bike split della gara (2:00:21) e l’ingresso in solitaria in T2 con un ampio margine di circa 4′ sui diretti inseguitori, i francesi Gwenael Ouilleres e Toumy Degham.
Durante la frazione a piedi, durissima e particolare, caratteristica per 800m da percorrere sulla sabbia e una salita a gradoni da percorrere due volte, gli avversari allungano il passo e tentano la rimonta, dalle retrovie avanza Miguel Angel Fidalgo, autore della miglior prestazione sulla mezza maratona (1:16:07), mentre Toumy Degham stacca il secondo tempo assoluto sulla corsa in 1:17:50; il parziale a piedi di Domenico Passuello è il quarto in ordine di tempo, un 1:19:17 che gli permette di gestire il vantaggio accumulato in bici e di tagliare per primo il traguardo in 3:49:21.
Il podio si completa con Miguel Angel Fidalgo (3:50:39) e Toumy Degham (3:52:05).

Ottima prestazione anche per Margie Santimaria, che è la prima ad uscire dall’acqua in 00:26:21 seguita da Aida Valino Gomez, al rientro alle gare dopo un infortunio.
La frazione bici vede un cambio al vertice, con Aida Valino (miglior bike split 2:17:23) che entra prima al T2 seguita a circa 6′ di distacco dalla Santimaria, che mantiene la seconda posizione per quasi tutta la durata della frazione a piedi, per lo meno fino al secondo passaggio sulla scalinata, ma non riesce a contrastare la rimonta di Sara Loher Munoz, che al km 17 la supera staccandola sul traguardo di circa 2′ e facendola scivolare al terzo posto.
Così il podio: vince Aida Valino in 4:20:35, seconda Sara Loher Munoz in 4:24:34, terza Margie Santimaria in 4:26:36.

Da segnalare anche l’ottimo risultato di un’amica di Triathlete, siciliana DOC ma Spagnola di adozione: Paola Saitta di Taymory Italia, 26^ al traguardo in 5:36:43.

RISULTATI (dal 2012 ad oggi)

 

 

Articoli correlati

Che tipo di nuotatore sei? Fenotipi acquatici

15 Luglio, 2022

Il ciclista può essere un velocista, un passita, uno scalatore, ma come si possono inquadrare i nuotatori? Ci sono i mezzofondisti e i velocisti e quelli delle acque libere, ognuno coi loro stili ma, quando li vediamo a bordo vasca, sembrano tutti uguali. Ecco una lista di fenotipi acquatici. E tu, che nuotatore sei? La […]

Salite in mtb: questione di tecnica

15 Giugno, 2022

Le ascese con le ruote grasse nel triathlon off road necessitano di allenamento, di tecnica e di tanta esperienza, così da saper “leggere” il terreno. Vediamo in particolare come affrontare le salite in mtb. Nella specialità della triplice off-road è sempre la salita a farla da padrona, risulta quindi di importanzafondamentale affrontarla sia in mtb […]