AerOptimun: il centro francese che ti fa fare i test nella galleria del vento

AerOptimun: il centro francese che ti fa fare i test nella galleria del vento

05 Ottobre, 2021

Dal 2002, il team di Aero Concept Engineering ha offerto la propria esperienza nell’aerodinamica ai produttori di biciclette, ruote e accessori, nonché a ciclisti professionisti e triatleti. Consapevole dell’importanza dell’aerodinamica nelle prestazioni ciclistiche l’azienda ha deciso di lanciare AerOptimum a Magny-Cours, nel cure della Francia vicino a Bourges, l’unico centrofrancesce a offrire sia ai ciclisti professionisti che ai triatleti, servizi di test in galleria del vento e studi posturali per l’ottimizzazione completa delle prestazioni. Per questo ACE ha creato anche una nuova piattaforma di misurazionenuovi protocolli adattati a tutte le pratiche e a tutti i livelli.

Come funziona? I tecnici installano la tua bici in vena e una volta in posizione le porte del ventilatore si chiudono. Le ruote iniziano a girare e si sente il rombo della turbina da 340 CV con la velocità del vento generata che può arrivare fino a quasi 150 km/h alla massima potenza! La prova nella galleria del vento, come spiegano i tecnici, serve a migliorare le tue prestazioni in bicicletta. Questo perché quando si pedala in piano, a seconda della tua velocità, dall’80 al 90% della potenza sviluppata viene utilizzata per superare gli effetti aerodinamici. Migliorare la tua aerodinamica riduce quindi la principale fonte di resistenza. Inoltre, il 75% della resistenza aerodinamica (quella che ti impedisce di andare più veloce) proviene dal pilota e dalla sua attrezzatura e solo il 25% dalla bici.
 
I test posturali dinamici offerti dal centro invece hanno l’obiettivo di ottimizzare la posizione del ciclista sulla sua bicicletta per creare una sinergia con la sua bici. 

Spesso ciclisti e triatleti di tutti i livelli avvertono dolore dopo le loro uscite. Il più delle volte, sono causati da una cattiva postura e da una regolazione impropria della bici. Gli studi posturali dinamici permettono di correggere la postura e rendere più efficace il dialogo con la bici. Secondo i tecnici del centro inoltre un ciclista ben posizionato è un ciclista in grado di generare una potenza ottimizzata consentendo una migliore costanza di sforzo.

 

Articoli correlati

T100 Triathlon World Tour, arriva il nuovo circuito di gare PTO 2024

01 Febbraio, 2024

#RedefiningTriathlon (ridefinire il triathlon) è l’hashtag ufficiale del T100 Triathlon World Tour, il nuovo circuito di gare PTO 2024 che rappresenta l’evoluzione del PTO Tour per come lo abbiamo conosciuto fino ad oggi. Annunciato di recente a Londra, il T100 Triathlon World Tour è una delle prima novità nate dalla partnership tra la Professional Triathletes […]

IRONMAN: 5 cose che (forse) ancora non sai!

19 Luglio, 2023

“Il triathlon? Sì, è quello sport in cui prima si nuota, poi si pedala e alla fine si corre una maratona.” Ebbene sì, per molte persone il triathlon è solo l’IRONMAN: 3,8 km di nuoto, 180 km in bici e 42,197 di corsa. Ma perché l’IRONMAN sembra avere un fascino irresistibile rispetto a distanze più […]

Traumi da impatto nella corsa: non asfaltiamoci troppo

05 Gennaio, 2023

Insieme al Dott. Luca De Ponti analizziamo le principali cause dei traumi da impatto generati dalla corsa. Tra asfalto e prato cosa scegliere? Meglio lo sterrato: meno traumatico anche se meno prestativo Quante volte, reduci da qualche acciacco, ci siamo sentiti consigliare di riprendere a correre sul prato a un’andatura modesta? È capitato a molti […]

Triathlon e cross: il fango e i suoi vantaggi

03 Gennaio, 2023

Nell’ambito della preparazione invernale di uno specialista di triathlon, non c’è dubbio che la disciplina del cross sia un ottimo banco di prova per testare i diversi aspetti relativi alla crescita fisiologica, tecnica, muscolare e agonistica dell’atleta. Proviamo ad analizzarli uno alla volta con Giorgio Rondelli