Che gran “Secchio” d’acqua! Al Triathlon di Caldaro vince Secchiero sotto la pioggia

Che gran “Secchio” d’acqua! Al Triathlon di Caldaro vince Secchiero sotto la pioggia

07 Maggio, 2017

Vincendo sotto la pioggia: è l’acqua la grande protagonista della 29^ edizione del Triathlon Olimpico di Caldaro, ma nemmeno Andrea Secchiero scherza…
Ogni anno, in primavera, un gran numero di atleti nazionali ed esteri si ritrovano sul Lago di Caldaro, in provincia di Bolzano: vigneti e frutteti sullo sfondo con la promessa di un clima primaverile particolarmente mite, ma l’edizione 2017 ha riservato qualche fresca sorpresa, in acqua, ma anche fuori, con una frazione in bici sotto una pioggia torrenziale. Elite, Juniores, Under23, Senior e Master, anche russi e britannici: erano 630 gli iscritti alla manifestazione internazionale con Rank sulla distanza olimpica, con nomi di spicco come quello del bolzanino Hofer, finora unico vincitore altoatesino con il proprio sigillo all’edizione 2011, e poi Pozzatti, Facchinetti e Secchiero. Ma se tra i papabili c’erano anche l’ungherese Toth e il francese Thomas, sarà proprio Andrea Secchiero a dominare la classifica maschile con un tempo di 01:52:46. Subito dietro, Gianluca Pozzatti (1:52:52) e il suo compagno di squadra Tamas Toth (01:53:01). Di altissimo livello tecnico e agonistico la prova, ma pur sempre alla portata anche dei neofiti: prevista una frazione natatoria con spettacolare uscita australiana dal lago sul prato dell’attiguo Seegarten per poi rituffarsi in acqua dal pontile e uscire definitivamente al Gretl am See. Raggiunta T1 si sale in bici e si percorrono 40 chilometri tirati lungo un circuito in direzione del paese e poi ritorno al lago, da ripetere tra volte. L’arrivo lungo il viale alberato parallelo agli stabilimenti balneri, non prima dell’ultima fase di gara, in corsa lungo un circuito da 3,3 chilometri, anch’esso da ripetere tre volte. Molto qualificata anche la starting list femminile: i pronostici erano tutti per la forte austriaca Lisa Maria Dornauer, poi 6^, e Annamaria Mazzetti, argento in 02:08:42 dopo la francese Mathilde Gautier, che vince con distacco in 02:04:54. Bronzo per Margie Santimaria (02:10:39).

RISULTATI

Articoli correlati

T100 Triathlon World Tour, arriva il nuovo circuito di gare PTO 2024

01 Febbraio, 2024

#RedefiningTriathlon (ridefinire il triathlon) è l’hashtag ufficiale del T100 Triathlon World Tour, il nuovo circuito di gare PTO 2024 che rappresenta l’evoluzione del PTO Tour per come lo abbiamo conosciuto fino ad oggi. Annunciato di recente a Londra, il T100 Triathlon World Tour è una delle prima novità nate dalla partnership tra la Professional Triathletes […]

Andrea Secchiero vince l’Aquaticrunner 2023

27 Settembre, 2023

Andrea Secchiero ha vinto la decima edizione dell’Aquaticrunner, gara di swimrun valida anche per il titolo mondiale individuale, che si è svolta sabato 23 settembre tra Grado, Lignano Sabbiadoro e le cinque isole che le separano. L’atleta milanese tesserato per la ASD RHO TRIATHLON CLUB ha tagliato il traguardo in 2:29:53, dopo un inizio di […]

IRONMAN: 5 cose che (forse) ancora non sai!

19 Luglio, 2023

“Il triathlon? Sì, è quello sport in cui prima si nuota, poi si pedala e alla fine si corre una maratona.” Ebbene sì, per molte persone il triathlon è solo l’IRONMAN: 3,8 km di nuoto, 180 km in bici e 42,197 di corsa. Ma perché l’IRONMAN sembra avere un fascino irresistibile rispetto a distanze più […]

Traumi da impatto nella corsa: non asfaltiamoci troppo

05 Gennaio, 2023

Insieme al Dott. Luca De Ponti analizziamo le principali cause dei traumi da impatto generati dalla corsa. Tra asfalto e prato cosa scegliere? Meglio lo sterrato: meno traumatico anche se meno prestativo Quante volte, reduci da qualche acciacco, ci siamo sentiti consigliare di riprendere a correre sul prato a un’andatura modesta? È capitato a molti […]