Sara Dossena, provate a prendermi

Sara Dossena, provate a prendermi

06 Maggio, 2015

Intervista esclusiva per noi con Sara Dossena, la doppia campionessa italiana assoluta di cross e di duathlon; atleta, dunque, di due specialità e Federazioni differenti, certo non è una cosa da tutti i giorni. Sara si racconta, e veniamo così a sapere che si è affacciata al triathlon a causa dei vari infortuni da stress dovuti per la corsa, decidendo così di diversificare con un po’ di nuoto e bici. Ci racconta anche della sua prima gara, della paura del nuoto, il terrore di uscire ultima dall’acqua, e poi il dramma della bici, con un percorso tecnico e pieno di rilanci, dove non teneva la ruota di nessuno. Beh, insomma, ne ha fatti di progressi da allora. Dall’atletica al triathlon e ritorno, senza mai lasciare nessuna delle due passioni, bensì coltivandole entrambe, con in testa il sogno di tutti gli atleti: le Olimpiadi.

L’articolo completo su Triathlete di Maggio 2015 in edicola o in abbonamento 
http://www.storesportivi.it/articoli/38/triathlete.html

Articoli correlati

Ci siamo: le Olimpiadi sono qua

26 Luglio, 2016

Termometro olimpico, chi vincerà?Fabio d’Annunzio fa una breve analisi su quali saranno i triatleti da incoronare, senza azzardare previsioni. Le opportunità, si sa, sono tante e i sogni infiniti. Utile l’elenco degli atleti schierati a difende i colori della loro nazione.

Nuotare nelle onde, consigli di un campione del mondo

26 Luglio, 2016

Valerio Cleri, uno dei più grandi fondisti della storia azzurraSì, Valerio è campione del mondo della 25 km di nuoto in acque libere a Roma 2009 e a Roberval 2010, bicampione europeo, 4° ai Giochi Olimpici di Pechino 2008: chi meglio di lui può svelare qualche segreto e offrire alcuni semplici ma importanti suggerimenti per […]

Recovering

26 Luglio, 2016

Ovvero, il recupero. Da non dimenticare maiIn questo mese di vacanza, l’errore che spesso compie il triatleta è quello di raddoppiare i suoi allenamenti pensando di approfittare del maggior tempo libero a disposizione, ma è certamente un errore se non si considera che l’incremento di un volume necessita anche di un adeguato recupero. Diamantini ci […]

Advertisement Advertisement