Nibbiano (PC): l’Olimpico Cross Country della Diga conferma gli atleti più forti

Nibbiano (PC): l’Olimpico Cross Country della Diga conferma gli atleti più forti

22 Giugno, 2015

Domenica mattina lo splendido scenario della Diga del Molato di Nibbiano ha ospitato la seconda edizione dell’Olimpico Cross Country della Diga, competizione nazionale di triathlon. 

Vi raccontiamo in breve come è andata, in attesa dei risultati e dei tempi ufficiali.

Grazie alla collaborazione del Consorzio di Bonifica, che ha concesso gli spazi e contribuito alla realizzazione dell’evento, e alle amministrazioni locali che hanno concesso i permessi e dato il sostegno all’organizzazione, questa gara si è rivelata una piacevole sorpresa anche per gli atleti, che hanno apprezzato particolarmente l’impegnativo percorso in mountain bike. Il lago artificiale di Trebecco, il coronamento della diga e un’ampia zona su entrambe le sponde sono state parte dei tracciati delle tre frazioni di nuoto (1000 metri), mountain bike (20 km) e corsa (7 km).

Leonardo Ballerini della società Raschiani Triathlon Pavese e Annachiara Bonomi dell’SGM Triathlon hanno avuto la meglio sugli avversari, aggiudicandosi competizione e montepremi.

In campo maschile, Ballerini ha sorpreso gli altri due favoriti Davite e Panzavolta con una strepitosa frazione a nuoto, che gli ha consentito di gestire il grande vantaggio guadagnato nelle due prove successive. Stefano Davite ha quindi superato Marco Panzavolta durante la frazione in mountain bike, piazzandosi al secondo posto. Durante la corsa le posizioni sono state consolidate e il podio ha quindi visto salire Leonardo Ballerini sul gradino più alto, affiancato da Stefano Davite del SAI Frecce Bianche in seconda posizione e Marco Panzavolta del team Padovanuoto Fidia in terza. Primo classificato per il club organizzatore Piacenza Triathlon Vivo Stefano Bacchetta, arrivato quindicesimo.

In campo femminile, il ritiro durante la prima frazione della favorita Giulia Ramponi per il riacutizzarsi del dolore alla spalla dovuto alla caduta nel cross country di Tarzo, ha riaperto i giochi per le atleti rimaste. Sul podio sono quindi salite la vincitrice Annachiara Bonomi del SGM Triathlon, la seconda classificata Virna Stavla del Padova Triathlon e Paola Fassoni del Padovanuoto Fidia.

Presente alle premiazioni anche il sindaco di Nibbiano Giovanni Cavallini.

Articoli correlati

Traumi da impatto nella corsa: non asfaltiamoci troppo

05 Gennaio, 2023

Insieme al Dott. Luca De Ponti analizziamo le principali cause dei traumi da impatto generati dalla corsa. Tra asfalto e prato cosa scegliere? Meglio lo sterrato: meno traumatico anche se meno prestativo Quante volte, reduci da qualche acciacco, ci siamo sentiti consigliare di riprendere a correre sul prato a un’andatura modesta? È capitato a molti […]

Triathlon e cross: il fango e i suoi vantaggi

03 Gennaio, 2023

Nell’ambito della preparazione invernale di uno specialista di triathlon, non c’è dubbio che la disciplina del cross sia un ottimo banco di prova per testare i diversi aspetti relativi alla crescita fisiologica, tecnica, muscolare e agonistica dell’atleta. Proviamo ad analizzarli uno alla volta con Giorgio Rondelli

Triathlon, programmare la nuova stagione agonistica

22 Novembre, 2022

Quando si decide di programmare la nuova stagione agonistica è inevitabile effettuare una attenta analisi di quella passata Rendersi conto su quali punti deboli si debba “lavorare” per cercare di colmarli è uno degli aspetti più importanti per risultare vincente la prossima fase agonistica. Chi nuota piano o male e decide di “spendere” la maggior […]

Endurance e valutazione funzionale

18 Novembre, 2022

La valutazione funzionale è un mezzo per raggiungere la nostra migliore performance Il tema della valutazione funzionale è sempre argomento piuttosto ostico, forse anche a causa delle memorie scolastiche di ognuno di noi. In effetti, essere valutati rappresenta sempre un momento di stress, poiché non si può barare, non ci si può sottrarre a una […]