ETU Alcobendas: Italia oro e argento agli Europei di Duathlon

ETU Alcobendas: Italia oro e argento agli Europei di Duathlon

26 Aprile, 2015

Le ombre sulla prestazione delle azzurre nella WTS di Cape Town ieri sono state in parte rischiarate dai risultati ottenuti dagli azzurri del duathlon e paraduathlon agli Europei di Alcobendas.

Un oro e tre argenti è il bottino che portano a casa i nostri portacolori, con l’argento assoluto di Sara Dossena (707) nel duathlon, il 7° posto assoluto e oro U23 di Giorgia Priarone (T.D. Rimini) e altri due argenti dai paratriathleti Alessandro Carvani Minetti (Pt2) e Giovanni Titolo (Pt4).

Sara Dossena conduce la gara fin dalle prime battute, al T1 è in testa insieme alla spagnola Sonia Bejarano Sanchez e alla francese Sandra Lévénez, e impone il ritmo in bici per i primi 3 giri, quando viene penalizzata da una caduta. Si rialza ma la bici purtroppo ha subito un guasto meccanico che le impedisce di tenere il ritmo della Lévénez che prende il largo e vince in 2:03:02.
Sara mantiene con grinta la seconda posizione (2:06:38) e non lascia spazio alla sua diretta inseguitrice, la britannica India Lee (2:07:28).
Un argento quello di Sara Dossena che vale quanto un oro.

Dai social network il commento di Sara Dossena: “Medaglia d’argento agli Europei di Duathlon. Secondo posto con tanta tristezza perché sono caduta e guasto meccanico mi ha fatto perdere piu di due minuti. A 10km dalla fine bike ero con Levenez cn piu di 4 min di vantaggio sul gruppo.. mi sarebbe piaciuto arrivare , anche seconda, ma lottando fino all ultimo metro.

Gara perfetta invece per Giorgia Priarone, sempre nel gruppo delle inseguitrici, che aggiunge al titolo Italiano di Duathlon U23 anche quello Europeo.

Nella gara maschile Elite oro per l’attuale campione del mondo Nicolas (FRA), argento per lo spagnolo Martin e bronzo per il britannico Willie. L’azzurro Della Pasqua, autore di una ottima gara, conclude all’8° posto.

La gara giovanile maschile ha assegnato la vittoria ed il bronzo ai fratelli spagnoli Garcia, e l’argento all’inglese Kershaw.
Discreta la prova delle nostre giovani leve con Marcello Ugazio 11°, Federico Spinazzè 12°, Diego Boraschi 14° e Thomas Bertrandi 15°: questi ultimi alla prima esperienza internazionale. Tra le femmine vittoria per la francese Picard, argento per la spagnola Luna e bronzo per l’altra francese Morier.
Settimo posto per Federica Parodi, mentre Cecilia D’Aniello purtroppo è stata costretta al ritiro per malore durante la prima frazione di gara.

RISULTATI

 

Articoli correlati

Dalla Corsa al Duathlon: ecco come muovere i primi passi!

22 Marzo, 2024

Per gli amanti del podismo che vogliono muovere i primi passo nella multidisciplina, cimentarsi nel duathlon (corsa – ciclismo – corsa) potrebbe essere una scelta vincente. Il motivo sembra banale ma è molto semplice: manca la frazione nuoto. Non che questo rappresenti un problema (magari per qualcuno sì), ma il nuoto non si improvvisa così […]

Traumi da impatto nella corsa: non asfaltiamoci troppo

05 Gennaio, 2023

Insieme al Dott. Luca De Ponti analizziamo le principali cause dei traumi da impatto generati dalla corsa. Tra asfalto e prato cosa scegliere? Meglio lo sterrato: meno traumatico anche se meno prestativo Quante volte, reduci da qualche acciacco, ci siamo sentiti consigliare di riprendere a correre sul prato a un’andatura modesta? È capitato a molti […]

Campionati Italiani Duathlon Imola

04 Marzo, 2022

In caso di pioggia? Cosa cambia girare in bici all’autodromoLa durata della frazione del Duathlon Sprint è breve e non comporta particolari problemi di freddo considerato anche che il percorso è di quelli che mantiene alto il ritmo e quindi il riscaldamento corporeo non si abbassa.L’asfalto è molto buono essendo il tracciato di un autodromo […]

Advertisement Advertisement