Duathlon MTB di Porto Selvaggio: il Salento off road di Scarzia e Fontanarosa

Duathlon MTB di Porto Selvaggio: il Salento off road di Scarzia e Fontanarosa

18 Marzo, 2017

3° Duathlon off road MTB Supersprint di Porto Selvaggio: il palcoscenico della natura con Scarzia e Fontanarosa protagonisti assoluti.

3° Duathlon off road MTB Supersprint di Porto Selvaggio, nell’omonimo Parco Naturale di Nardò, Masseria Torre Nova, in provincia di Lecce, Regionale Agonistico e Kids Giovanile, prima tappa del Trofeo Puglia che precede il Duathlon di Trepuzzi del 25 marzo ed il Duathlon di Barletta del 9 aprile, anche gara valida quale Campionato Regionale per Società. In crescita gli iscritti a questa manifestazione organizzata dal Comitato Regionale Fitri e dalla valenza promozionale, con l’obiettivo di diffondere la cultura della triplice tra i neofiti: 118 gli atleti all’appello nel Supersprint tra Senior, Master, Juniores e Youth, e un’ottima risposta giovanile con i 49 Kids tra Cuccioli, Esordienti e Ragazzi. Interamente chiusi al traffico i percorsi attraverso il Parco Naturale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano, affascinante zona della costa ionica del Salento con pineta, a scendere lungo una costa impervia ed emozionante. Impegnativo lo sterrato del Supersprint, risultato selettivo già nelle scorse edizioni e premiante per gli atleti più competitivi in bici: previsti 2,5K di podismo offroad su due giri, 10K di ciclismo in MTB su tre giri e ancora 1K di corsa su un unico giro. Ben esposte al pubblico le prove Kids sullo sterrato della masseria, su distanze Cuccioli di 200 mt corsa – 1 km MTB – 100 mt corsa, Esordienti di 400 mt corsa – 2 km MTB – 200 mt corsa e Ragazzi di 800 mt corsa – 3 km MTB – 400 mt corsa. Parecchi i nomi nuovi, soprattutto tra i Giovani e i Giovanissimi. Tra gli atleti presenti, oltre ai lucani, tanti i portacolori delle principali squadre pugliesi di Taranto, Brindisi, Lecce e Bari. La vittoria maschile va a Salvatore Scarzia (38:15), che precede di soli 2″ Mauro Imbriani (38:17); a seguire Ernesto Angelini, bronzo in 38:30. Trionfo in rosa per Daniela Fontanarosa (43:26), che stacca Sabrina Manco (44:41) e la più giovane Roberta Lanzillotti (45:20).

RISULTATI

Photo Credit: Giulio Carbone

Articoli correlati

L’importanza del grip: cosa sapere per un inverno in mtb

20 Dicembre, 2022

I copertoni mtb rappresentano una delle grandi variabili di questa tipologia di bici. Approfondiamo meglio il concetto e l’importanza del grip, ovvero quel principio che determina l’aderenza della gomma. Ce ne parla Tommaso d’Annunzio proprio in questo periodo dell’anno, durante il quale la mountain bike può risultare davvero una valida alleata Tassellatura, diametro, morbidezza della gomma, tubless o no sono solo […]

Front o Full? Il dilemma delle Mtb di nuova generazione

13 Novembre, 2020

Negli ultimi anni sono state sviluppate due grandi tipologie di bici, due modelli inizialmente molto diversi che hanno saputo adattarsi e diventare sempre più performanti e che in questo periodo rendono difficile la scelta da parte di chi deve decidere cosa acquistare: Mtb Full o Mtb Front?