fbpx
  • "Record dell'ora", Angelica Olmo spacca il secondo a Mooloolaba: con un tempo di 1:00:00 è di bronzo in Australia, al suo primo podio in World Cup

  • 17° Duathlon Sprint Città di Manerba del Garda (BS), organizzato dal G.S. Manerba A.S.Dilettantistica.: oro a Jakob Sosniok dell'LC Bozen(0:54:00) e Arianna Valenti del Raschiani Tri Pavese (1:06:22)

  • 7° Duathlon Sprint Città di Romano di Lombardia, bel tempo e grandi protagonisti: la vittoria di Marco Corrà e Zsanett Zita Bragmayer al primo appuntamento stagionale firmato Eco Race

  • Consueto appuntamento annuale con l'Ambassador Daydi SiS "Science in Sport" in collaborazione con Shimano-Road: in 15 - chi a piedi, chi in sella - per un allenamento condiviso lungo le strade della Versilia

  • Aquaticrunner 2017, una sfida nella sfida per gli amanti dell'universo swirun: oro a Guadagni e Cappellini. E c'era perfino Faris Al-Sultan
    Quarta edizione per Aquaticrunner, gara tutta italiana - la prima del panorama internazionale in acque temperate - che è stata antesignana di un nuovo modo di pensare lo swimrun: transizioni di nuoto con le scarpe e corsa off road non più in coppia, come accade nel nord Europa, ma da portare a termine singolarmente. 19 le fasi nuoto-corsa previste, con cinque chilometri in acqua e 25 sulla terraferma, pronti a collegare Grado a Lignano. Impegnativo il percorso della prova nell'Alto Adriatico, con l'aggiunta, rispetto all'edizione 2016, di un chilometro di nuoto, di una parte di tracciato da correre tra le dune della pineta di Lignano e di forti correnti che hanno tempestato la parte conclusiva della prova. Agguerrita la concorrenza, per la presenza, tra gli altri, del mitico Faris Al-Sultan, Campione del Mondo Ironman 2005. 170 gli atleti partenti dei 200 ammessi per curriculum sportivo o perché vincitori delle qualificazioni italiane o internazionali, provenienti da 12 nazioni, tra cui Canada e Giappone. Ben dieci, vista la difficoltà della prova, sono stati quelli poi sospesi per non aver raggiunto i checkpoint previsti entro i tempi massimi. E se in principio è stato testa a testa proprio tra Faris Al-Sultan e il due volte vincitore e Campione Italiano Francesco Cauz, il primo al traguardo è stato Massimo Guadagni (secondo al Campionato del Mondo di Triathlon Lungo ed ex nazionale di triathlon), nuovo Campione Italiano Swimrun (3:17:13). Faris Al-Sultan è secondo assoluto (3:19:45) nonché primo straniero, mentre Francesco Cauz è Bronzo (3:25:21). 

    AR 2017 08 27 10 31 19

    Tra le donne domina Adelaide Cappellini, prima assoluta (4:01:54), ma già terza e seconda nelle passate edizione. Francesca Capitoli è Argento (4:03:15); chiude il podio Vania Mascania (4:23:48).

    AR 2017 08 27 11 04 45

    Già individuata la data della quinta edizione, data che cambia ogni anno per la necessità organizzativa di un attento studio delle maree che scongiuri correnti troppo forti: appuntamento per domenica 16 settembre 2018. Lo CSEN, l'ente patrocinante la manifestazione, assieme a Matteo Benedetti, l'ideatore della gara, promettono ancora una volta interessanti novità per rendere Aquaticrunner un'avventura senza precedenti. Mai uguale a se stessa. Diversa da tutte le altre.

    03

    RISULTATI 

    Photo Credit: ©Daniel Miot e ©Tiziano Faggiani

  • Acque calde, format individuale, numero chiuso e ospiti prestigiosi: dalle 10.00 di oggi, iscrizioni aperte per Aquaticrunner, la gara più unica dell'intero panorama Swimrun mondiale, quest'anno non solo Campionato Italiano CSEN, ma anche Mondiale

  • Scintille d'argento agli Europei Winter Triathlon: Davide Ingrillì scioglie la neve di Otepää (Estonia).

    Dalla Romania all'Estonia il passo è breve e l'impronta si lascia sulla neve. Dopo l'esordio stagionale in Romania per Giuseppe Lamastra - oro - e Daniel Antonioli - argento - alla Coppa Europa di Winter Triathlon di Gradistei, un ottimo Davide Ingrillì guadagna l'argento ai Campionati Europei in Estonia, 2017 Otepää ETU Winter Triathlon European Championships. Presenti anche alla gara ETU di questo weekend, i due Elite chiudono più indietro, Giuseppe Lamastra8° in 01:17:57, mentre Daniel Antonioli è 12° in 01:20:44, a cui si aggiunge Marco Liporace (Argento Europeo Junior nel 2016), 16° in 01:26:41 e 4° U23. Peccato per l'altro U23,Davide Vuerich (Argento Mondiale U23 nella passata stagione), ieri squalificato. La vittoria sulla gara di 6 chilometri di corsa, 10 in MTB e 8,1 di sci di fondo va al favorito, il russo Pavel Andreev (01:14:22), seguito dal lettone Oskars Muiznieks (01:15:01) e dal russo Dmitriy Bregeda (01:15:20). Prima donna è la ceca Helena Erbenova (01:24:53), dopo di lei l'austriaca Romana Slavinec (01:25:09) e la russa Yulia Surikova (01:25:46). Un altro russo a dominare anche la gara Junior, Aleksandr Vasilev (0:39:48), ma c'è Davide Ingrillì a tenergli testa: l'italiano è 2° sulle distanze di 3 chilometri di corsa, 5 di MTB e 4 di sci, con un tempo di 00:40:19 e parziali di 00:10:34, 00:00:44, 00:16:31, 00:00:57 e 00:11:32. Convocato assieme a Ingrillì dal responsabile tecnico Marco Bethaz anche Alberto Rabellino, che chiude 11° in 00:44:54. Complimenti anche all'Age Group Fabrizio Garetto,1° 30-34 in 00:42:30 sulle distanze 3-5-5,4. 7° posto per Valter De Rossi con 01:01:30 in categoria 65-69. 9° posto tra i 45-49 per Alberto Quarello (00:50:28) - bronzo assoluto con vittoria di categoria a Gradistei - e 11° per Fabrizio Pitonzo (00:59:38).

    RISULTATI

    Photo Credit: Jaanus Tanilsoo & Martin Mark 

  • Quali gare scegliere nel prossimo primo periodo di stagione? Tante sono quelle che si affacciano al panorama nazionale per il primo periodo, e spaziano dall'Ironman 70.3 agli olimpici e sprint

  • La triplice in questi ultimi anni si sta sviluppando a macchia d’olio: molti atleti di altri sport - nuoto, ciclismo, corsa, fitness - si stanno avvicinando a questo mondo multidisciplinare.
    I motivi di quest’aumento possono essere tecnici/medici/motivazionali:

    • meno infortuni;
    • miglior recupero muscolare e nervoso;
    • maggiore motivazione;
    • meno monotonia negli allenamenti;
    • migliori prestazioni nelle gare di corsa (per chi viene dal running);
    • fisico più armonico e completo.

    L’atleta che si avvicina a questo sport multidisciplinare deve fare i conti non solo con la propria attività principale (nuoto, ciclismo o corsa), ma anche e, soprattutto, con le altre due attività e mixarle nel modo migliore durante la preparazione atletica. L’essere stati dei buoni atleti nella propria disciplina è sicuramente un vantaggio, ma da che livello partite quanto alle altre due? Chiunque si avvicini al triathlon avrà dei punti di forza e dei punti deboli su cui lavorare e allenarsi con maggior frequenza e dedizione. Gli ex nuotatori, stanchi dei tanti chilometri percorsi in piscina, si immergono in questa disciplina per nuove motivazioni, ma dovranno concentrarsi molto sulla frazione ciclistica con tante ore da dedicare alla bici e alla corsa, che inizialmente gli creeranno notevoli disagi dal punto di vista muscolare e mentale.
    Stessa cosa vale anche per ciclisti e podisti: a prescindere dal punto di partenza di ognuno di loro, quindi, l’obiettivo per tutti gli aspiranti triatleti è quello di “equilibrare” le carenze e valorizzare le forze delle singole discipline, per fare di un nuotatore, di un ciclista, di un podista, un Tri-Atleta!
    Chi viene dalla singola disciplina spesso è abituato al fai-da-te, ma in questo caso meglio farvi seguire da chi può darvi utili consigli, come il Team RunningZen, i cui annuali percorsi del Progetto Neofiti portano ogni nuova edizione dell'Ironman 70.3 Italy Pescara tanti triathleti al traguardo. L'inizio del prossimo Progetto Neofiti IronMan 70.3 è previsto a Pescara con uno Stage Triathlon dal 6 (venerdì) all'8 (domenica) ottobre con la prima scadenza di una promo iscrizione prevista per il 31 Luglio.

    Per prenotazioni e informazioni dettagliate contattare:
    Prof: Ignazio Antonacci
    www.runningzen.net
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    info 338 – 9803260

  • A tu per tu con Daniel Fontana in off-season: i consigli del Campione per un "riposo allenante"

  • Sei situazioni tipiche di pericolo per l’appoggio dei piedi: ecco come affrontare al meglio lo stress

  •  

    "Scorrendo con il Liri" è un concorso letterario sul tema della corsa dedicato a giovani aspiranti giornalisti sportivi, partecipa anche tu!

    A TUTTI I GIOVANI ASPIRANTI GIORNALISTI SPORTIVI

    Concorso nazionale giornalistico e letterario “Scorrendo con il Liri” 2017
    1^ edizione

    Rivolto a chi: a tutti gli studenti residenti in Italia e frequentanti la Scuola Secondaria di 1° e di 2° grado.

    Quando: da ora fino al 7 aprile, ore 24.

    Scopo: favorire e stimolare nei giovani l’interesse al giornalismo sportivo promuovendo un genere narrativo poco divulgato come il “Racconto sportivo”.

    Come si fa a partecipare: inviando via email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. un elaborato, inedito e originale, scritto in lingua italiana, in due file word, uno con i dati dell’autore e uno senza.

    Scrivere su cosa? Si può scegliere tra le seguenti categorie:
    1- Sezione giornalistica: scrivere un articolo giornalistico sulla 3^ ediz. della “Ecoultramarathon - Scorrendo con il Liri, una corsa lungo un fiume” (gara podistica a Cappadocia (Aq) – sola del Liri (Fr);
    2- Sezione narrativa: un racconto sportivo sul tema “correre”.

    Cosa si vince? Gli elaborati ritenuti vincitori nell’ambito delle varie Sezioni saranno pubblicati: sul sito www.scorrendoconilliri.it; sulla pagina Facebook “Scorrendo con il Liri”; tradotti in lingua inglese su www.discoverplaces.travel, tra i maggiori portali dove si raccontano storie e tradizioni di luoghi e persone fascinose, e infine sulla rivista Runner’s World;
    ai primi tre classificati per ciascuna Sezione sarà offerta una giornata di formazione sulla scrittura web, a cura di Discover places ed Energitismo Team.

    La partecipazione è gratuita. Il concorso gode del patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’U.N.E.S.C.O.

  • Postura: bisogna tener conto delle molteplici sfumature legate alla gestualità individuale

  • Campionati Europei Winter Triathlon 2018, la ventesima edizione il prossimo febbraio a Monte Vetore, in provincia di Catania, ai piedi dell'Etna

  • Il Long Course Weekend, più semplice chiamarlo LCW, è una manifestazione che ha come obiettivo quello di mettere sul campo e far gareggiare in tre giornatedistinte gli appassionati di nuoto, ciclismo e corsa, e ovviamente del triathlon. Tre giornate di gare divise per specialità. Il venerdì si nuota, il sabato si pedala e la domenica si corre sulle più classiche distanze del triathlon (sprint, olimpico, medio e lungo). Questa inedita formula nata in Galles sei anni fa permette di combinare tra loro le diverse distanze offrendo così di gareggiare in un triathlon fatto a propria dimensione. A chi percorre tutte le distanze previste per quella più lunga (3,800/180/42,125) viene assegnata una speciale medaglia. Quest’anno il Long Course Weekend ha varcato i confini gallesi approdando in Australia e in Spagna con le seguenti date:
    7/9 luglio a Tenby (Galles)
    27/29 ottobre a Jervis Bay (Australia)
    3/5 novembre a Mallorca (Spagna)

  • Con DYNAFIT e la sua nuova giaccain GORE-TEX Shakedry la corsa in montagna non è mai stata così divertente, perfino sotto la pioggia! 
    Grazie al doppio strato nel nuovo GORE-TEX ACTIVE SHELL puoi praticare il tuo sport con ogni condizione meteo. Fiore all'occhiello della collezione Alpine Running per l'estate 2017, la giacca Ultra Light Gore-Tex Shakedry è stata pensata da DYNAFIT, azienda leader nel mondo degli sport alpini, per supportarci in ogni condizione climatica. Realizzata con il nuovo GTX Active Shell sviluppato da Gore, un laminato composto da due soli strati, consta di una membrana impermeabile che funge da materiale esterno come una leggera pellicola - la Permanent Beading Surface - e di una fodera tessuta all'interno. Il Gore-Tex® in questione è il più leggero e traspirante sul mercato. Lo strato esterno non assorbe la pioggia ma la fa scivolare via grazie a un effetto idrorepellente che dura nel tempo e, nel semplice gesto di scrollarsi via l’acqua, asciuga immediatamente. Mantenendo le caratterisiche di una giacca triplo strato, la Shakedry pesa solo 130 grammi - tra le più leggere e meno ingombranti in Gore sul mercato - e non assorbendo umidità con la sua colonna d'acqua di 23.000 millimetri non aumena di peso o in rigidità nemmeno in condizioni di forte pioggia. Sviluppato per gli sport di resistenza, questo materiale è antivento ma altamente traspirante, con un valore RET inferiore a tre. Inoltre, il sistema di ventilazione Active Airflow, caratterizzato da inserti perforati a laser sotto le braccia e sulla schiena, fa circolare l'aria durante le attività più impegnative. La DYNAFIT Ultra Light Gore-Tex© Shakedry© con cappuccio è ideale per un'ampia gamma di utilizzi, dagli sport di resistenza alle attività su lunghe distanze. Il tessuto garantisce comfort e ottima termoregolazione, lo sportivo ha così la possibilità di svolgere la propria attività con un unico capo protettivo, senza bisogno di infilarne e sfilarne altri. Dotata di zip su tutta la lunghezza e di un taschino interno, ha fondi elastici e strisce riflettenti per una visibilità anche in condizione di buio o brutto tempo. Il peso ridotto garantisce un ingombro minimo e quando il sole splende può essere ripiegata nel proprio cappuccio e conservata nella tasca dei pantaloni.

  • Prima gara di WTS per gli azzurri del triathlon: ad Abu Dhabi, Alessandro Fabian chiude 18° con Matthias Steinwandter 39°, Annamaria Mazzetti 31^ con Ilaria Zane 33^. La vittoria va ad Henri Schoeman e Rachel Klamer

  • Europei Winter Triathlon sull'Etna: dominano Pavel Andreev e Yulia Surikova, con gli azzurri Alessandro Saravalle e Alberto Rabellino rispettivamente campione europeo U23 e Junior