Triathlon Internazionale di Mergozzo, emozioni dal Medio e dal Paratriathlon

Risultati
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il 22° Triathlon Internazionale di Mergozzo, uno degli appuntamenti più attesi e più longevi del calendario italiano della triplice, è tornato a dare spettacolo sulle canoniche distanze del triathlon 113, ovvero 1.9 chilometri di nuoto, 90 di bici e 21.1 di corsa a piedi, con la prova individuale e anche quella a staffetta. E ha visto gareggiare nuovamente anche gli atleti del paratriathlon, comprese le due medaglie olimpiche di Rio 2016: Michele Ferrarin, in Brasile d'Argento, e Giovanni Achenza, di Bronzo. Primi a partire gli uomini del triathlon medio, a seguire donne e staffette. Al termine del primo giro di nuoto, un'uscita all'australiana con tuffo dal pontille per rendere il tutto ancora più emozionante. Tra gli uomini, dall'acqua esce in testa Mattia Ceccarelli, ma nella frazione bike lo svizzero Patrick Jaberg, campione in carica, gli ruba il comando mentre al secondo posto si assesta Massimo Cigana, scatenato nella sua rimonta e che al termine del secondo giro riesce a raggiungere l'elvetico e a staccarlo. Intorno al 14° chilometro, però, il colpo di scena: amaro ritiro per infortunio per Cigana, che spiana la strada per il comunque meritato bis di Patrick Jaberg, arrivato in solitaria e unico a scendere sotto il muro delle 4 ore (03:52:30). Sul podio anche Mattia Ceccarelli (04:03:19) e uno scatenato Andrea Mauri in 04:04:39 (autore del migliore split nella mezza maratona, chiusa in 01:19:47).
Nella gara femminile è Lina Manzo la più veloce a uscire dall'acqua, davanti a Gaia Mazza, che in bici poi prende il largo. Durante la mezza maratona, però, si rimescolano completamente le carte. La progressione di Nicole Klinger è inarrestabile e così la portacolori del Liechtenstein torna al successo a Mergozzo, con un vantaggio netto di oltre 8 minuti (04:48:22) sulle dirette inseguitrici. Bellissima la lotta per il podio, con la campionessa in carica Teodolinda Camera che, proprio nel finale, caparbiamente si va a prendere il secondo posto, con 13" di margine (04:56:57). Gradino più basso per Nicole Cantoni (04:57:10), che riesce a difendersi dall'assalto di Francesca Rigoni, la quale era risalita, grazie al secondo parziale di giornata, sino al 4° posto assoluto, a soli 18" dalla terza piazza. Prima staffetta al traguardo quella di Alan Massaro Piletta (04:00:50); secondo e terzo posto rispettivamente per quelle di Marco De Matteis (04:01:19) e di Fabrizio Vignoli (04:08:59). Qui tutti i RISULTATI.
L'Italian Paratriathlon di Mergozzo, 4^ tappa dell'IPS, ha salutato una numerosa partecipazione: come tappa di avvicinamento in vista dei Mondiali di specialità di Rotterdam a metà settembre, hanno portato a termine la loro prova tra gli applausi anche Anna Barbaro (P5, 1^ in 00:43:14), Veronica Yoko Plebani (S1, 2^ in 00:52:13), Chiara Vellucci (P1, 3^ in 00:55:02), Giovanni Achenza (P1, 1° in 00:32:56), Federico Sicura (P6, 2° in 00:34:25), Mauro Gava (P4, 3° in 00:34:50), Pier Alberto Buccoliero, Michele Ferrarin, Andrea Meschiari, Gian Filippo Mirabile, Gianluca Cacciamano, Gianluca Valori, Massimiliano Evangelisti, Norbert Casali, Alessandro Carvani Minetti, Mario Gabini e Salvatore Aiello. Qui tutti i RISULTATI del Paratriathlon.

Mergozzo2017 paratriathlonpodio