Risultati
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Andrea Secchiero e Federica Parodi dominatori del Triathlon al Lago di Caldaro. Chiudono i rispettivi podi Franco Pesavento con Jacopo Butturini e Bianca Seregni con Giulia Bedorin

Vittoria di Andrea Secchiero e Federica Parodi al Triathlon Internazionale del Lago di Caldaro, in provincia di Bolzano, tra gli applausi per l'edizione del trentennale, baciata da un sole inaspettato con temperature ideali per competere. A seguire Franco Pesavento con Jacopo Butturini, e Bianca Seregni con Giulia Bedorin. Olimpiche le distanze della prova organizzata dalla società KSV - Kalterer Sportverein (il più consistente team locale, con 18 sezioni e poco meno di 1.800 membri), con nuoto nel bacino lacustre altoatesino, e ciclismo e podismo fra i caratteristici vigneti e meleti della zona.

Gara maschile Arduo il compito di Andrea Secchiero, ma il milanese del Gruppo Sportivo Fiamme Oro è parso da subito controllare i diretti avversari, una strategia di gara praticamente perfetta che, per la seconda edizione, non ha lasciato scampo agli altri triatleti (sul traguardo per primo, in 1h53’33’’): “Ho vinto per la seconda volta consecutiva: questa gara è sempre molto bella e molto dura. Nel nuoto ho tirato dal primo all’ultimo metro, in bici eravamo in quattro nel gruppetto di testa riuscendo a collaborare bene, mentre nella corsa ho cercato di gestire insieme a Pesavento e, pur non essendo stato brillantissimo, sono riuscito a portare a casa la vittoria”. Lo hanno seguito il vicentino Franco Pesavento del The Hurricane (1h53’35’’) e il veronese Jacopo Butturini del Triathlon Cremona Stradivari (1h55’42’’). Le frazioni di bici e corsa erano caratterizzate da salite da effettuare tre volte, nel primo caso 2.5 chilometri circa, e nel secondo, con un deciso strappo fra i vigneti. Da segnalare il settimo posto assoluto di Daniel Hofer del Venus Triathlon (1h 58’’20’), staccato di 4 minuti e 47 secondi dal primo, idolo di casa sostenuto passo dopo passo dal suo pubblico e da un’ovazione nel finale. Qui tutti i RISULTATI.

PodioMen02

Gara femminile Fra le donne Federica Parodi del T.D. Rimini (2h14’48’’), autrice di una poderosa rimonta, ha avuto la meglio sulla Junior provetta nuotatrice Bianca Seregni del Raschiani Tri Pavese (2h15’37’’), che sembrava destinata a una fuga solitaria, ma è stata poi raggiunta dalle avversarie. Terza la padovana Giulia Bedorin del Padovanuoto Tri (2h17’42’’): “Durissima – afferma la Parodi - sono contenta: avevo partecipato anche lo scorso anno, quindi conoscevo bene il percorso. Ho provato a chiudere il gap all’inizio perché nel nuoto sono uscita un po’ attardata come sempre: io e un’altra ragazza siamo riuscite a recuperare il margine che ci separava dalla prima, provando poi a staccare le altre. Gara bellissima, e io preferisco quelle dure a quelle piatte”. Qui tutti i RISULTATI.

PodioFem

Ad anticipare la trentesima edizione del Triathlon del Lago di Caldaro intrattenendo i presenti ci ha pensato l’High Heel Run, una divertente corsa sui tacchi a spillo che ha visto donne e uomini sfidarsi in batterie di due, prima di passare al turno successivo. Una prova curiosa che transitava sotto il portico della “Cantina Kettmeir” e ha visto primeggiare Stefan Murer, a pari merito con la vincitrice dello scorso anno, Renate Kasslatter (7.58 secondi). In terza posizione addirittura il presidente del comitato organizzatore, Werner Maier (9.72 secondi), mentre in quarta è giunta Elisa Biasolo, hospitality coordinator della Cantina Kettmeir. 

Photo Credit: Kalterer Sportverein Triathlon Amateursportverein.