Ultegra R8000, Shimano pensa in grande per ognuno di voi

Ultegra R8000, Shimano pensa in grande per ognuno di voi

07 Giugno, 2017

Con il nuovo Ultegra R8000, Shimano porta la tecnologia della bici da corsa a un livello superiore 
Il nuovo Ultegra R8000 garantisce elevate prestazioni di potenza di arresto grazie a freni a disco idraulici o meccanici con leve dalla forma ergonomica, offre una cambiata ancora più personalizzabile grazie alle leve Di2 e i nuovi pulsanti Di2 posizionati sopra al coprileva, oltre a una cambiata semplificata grazie alle leve da TT con funzionalità Synchronized Shifting, e assicura vantaggi aerodinamici grazie al profilo ribassato del deragliatore posteriore Shadow.
Molto più di un prodotto testato e approvato: l’Ultegra R8000 utilizza le tecnologie usate dalle squadre di professionisti e le perfeziona per tutti i ciclisti, offrendo un sistema di cambio personalizzabile ed ergonomicamente superiore con freni a disco o caliper e trasmissione meccanica ed elettronica. 
Pensato tanto per le gare quanto per l’allenamento o per l’uscita in bici con gli amici, con Ultegra R8000 l’obiettivo era quello di portare la tecnologia più avanzata a un pubblico più vasto di ciclisti. Il nuovo gruppo di componenti Ultegra è progettato per coprire un vasto range di utilizzi: dalle gare a cronometro al Triathlon, passando per le Gran Fondo, tutto questo grazie alle straordinarie performance dei freni a disco, all’affidabilità del cambio elettronico, alla semplicità dei freni caliper e alla trasmissione meccanica. 
I componenti meccanici di serie Ultegra R8000 inizieranno ad arrivare in Europa a partire da Giugno, mentre i componenti elettronici Di2 arriveranno a partire dal mese di Agosto.

Componenti aggiuntivi: per le prove a cronometro e il triathlon, una coppia di leve dual control Ultegra ST-8060 si inserisce nelle estremità delle estensioni del manubrio così da poter frenare e cambiare senza abbandonare la posizione aerodinamica. Il nuovo prodotto, dotato di un solo pulsante cambio, risulta essere più piccolo, più corto e più aerodinamico e semplifica l’operazione di cambio quando il ciclista è al massimo livello di sforzo. Qual è la conseguenza di eliminare un pulsante su ogni cambio? Ad esempio, i cronomen e i triatleti utilizzeranno la modalità di sincro-shift. Ciò significa che c’è un pulsante su ogni comando: a sinistra per aumentare il rapporto e a destra per diminuirlo. Le opzioni alternative compatibili includono ancora i cambi SW-R671 TT e i tasti SW-R600 o SW-R610 per la salita o lo sprint.

Per approfondimenti su trasmissione Ultegra R8000, sistemi di cambio, sistemi di frenata e ruote, consultare il sito Shimano.

 

Articoli correlati

L’importanza del grip: cosa sapere per un inverno in mtb

20 Dicembre, 2022

I copertoni mtb rappresentano una delle grandi variabili di questa tipologia di bici. Approfondiamo meglio il concetto e l’importanza del grip, ovvero quel principio che determina l’aderenza della gomma. Ce ne parla Tommaso d’Annunzio proprio in questo periodo dell’anno, durante il quale la mountain bike può risultare davvero una valida alleata Tassellatura, diametro, morbidezza della gomma, tubless o no sono solo […]

Trasmissione perfetta: come pulire la catena

29 Luglio, 2022

Come pulire la catena e mantenerla il più a lungo in stato ottimale Sulla catena si sviluppano il maggior numero di attriti che si possono registrare sulla bici. Se ne deduce che il suo funzionamento deve essere sempre ottimale. La catena è pure il componente che tende a sporcarsi maggiormente per via dell’olio o del […]

Come e perché allenare i glutei per il triathlon

28 Febbraio, 2022

Nel triathlon ci vuole… gluteo (specie nella bici e nella corsa) Allenare i glutei per il triathlon è fondamentale. Questo gruppo muscolare, composto da un insieme di tre muscoli (il piccolo, il medio e il grande gluteo) riveste un ruolo importante per la prestazione. In particolare nella bici e nella corsa.

Da 0 a… 100 km in bici

31 Gennaio, 2022

(Alberto Duilio Schivardi) La famigerata distanza dei 100 km in bici tanto affascina quanto spaventa. Si, perché è il numero tondo che inizia ad avere 3 cifre e quindi è sinonimo di fatica, sudore e tempo dedicato. Un po’ come le Colonne d’Ercole… fino agli 80 km tutto è fattibile, conosciuto, ma poi? 100 km […]