Sardegna Tries X, buona la prima

Sardegna Tries X, buona la prima

04 Febbraio, 2022

Bell’esordio della tre giorni dedicata alla multidisciplina tra la natura incontaminata della Sardegna. Aquathlon, triathlon off-road e trail nel programma di Sardegna Tries X

Dal 30 ottobre all’1 novembre, tra le spiagge di Golfo Aranci, le acque del Golfo di Marinella e la macchia mediterranea si è svolta la prima edizione del Sardegna Tries X, che sul piatto ha messo ben tre gare: aquathlon, triathlon cross country e trail.

  1. Sardegna Tries X: Aquathlon
  2. Sardegna Tries X: Triathlon Cross Country
  3. Arrivederci alla prossima edizione

Aquathlon

Nella prima giornata della kermesse Riccardo Spanu e Maria Elena Mura sono stati i mattatori dell’aquathlon. Nel giorno del suo 18° compleanno, il cagliaritano e portacolori del Fuel Triathlon ha dimostrato la propria superiorità nella seconda frazione di corsa, dopo aver concluso il nuoto spalla a spalla con Andrea Scano (Tri Team Sassari), che ha tagliato il traguardo di Punta Marana in seconda posizione, a 1’38” dal vincitore. Ha completato il podio il giovanissimo Angelo Dau (Tri Team Sassari, 32’25”), classe 2004.

In campo femminile, Mura (Tri Team Sassari, 38’46”) si è lasciata alle spalle Cristina Ligas (No Limits Sport, 39’18”) grazie a una gestione ottimale delle energie. Terzo posto per Bianca Delogu
(Tri Team Sassari, 40’08”).

Nella mattinata si sono disputate le gare valide come Campionato sardo giovanile, che hanno visto prevalere: Michele Loi e Giorgia Pieraccini (Youth A), Riccardo Loi ed Elisa Zurru (Ragazzi), Greta
Farassino (Esordienti donne) e Beatrice Farassino (Cuccioli donne).

Triathlon Cross Country

In una mattinata caratterizzata da pioggia battente e clima autunnale, il trantaseienne Francois Carloni, atleta dalle chiare origini italiane e portacolori del Team Nissa Triathlon, si è difeso nella frazione
a nuoto dall’attacco del connazionale Buffe, transitando in zona cambio a pochi secondi dalla testa della corsa. A quel punto, Carloni ha preso il comando delle operazioni nell’impegnativa prova in mountain bike resa ancora più tecnica dalla pioggia, facendo il vuoto alle sue spalle e consolidando poi il vantaggio nella corsa a piedi. Dietro di lui, che si è aggiudicato la gara in 1:37’02”, si è classificato l’elvetico Xavier Dafflon (Swiss Triathlon Scott, 1:39’13”) e il trentino Alessandro Degasperi (Doloteam, 1:39’37”), al suo primo triathlon cross country dal 2008

Tra le donne, dopo l’exploit di Kiara Lenaertz (Belgian Team) nel nuoto, la favoritissima Morgane Riou (ESSE Triathlon, 1:56’18”) ha imposto la sua legge sulle gomme grasse e nella corsa a piedi.
Seconda è giunta Maud Goldstein (Trihalis, 2:00’36”), terza Kiara Lenaertz (Belgium Team, 2:02’53”). Quarta la prima delle italiane, Monica Cibin (Valdigne Triathlon, 2:04’42”).

Sardegna Tries X: arrivederci al 2022

Soddisfatto anche il presidente della società organizzatrice Sardegna X Sports, Francesco Biggio, nonostante il forfait all’ultimo minuto dell’attesissimo Ben Allen: «È stata una gara bellissima, molto combattuta e di alto livello tecnico, che ha messo gli atleti a dura prova. Peccato non aver potuto vedere l’australiano al via, ma purtroppo le normative Covid del suo Paese imponevano una lunga quarantena che avrebbe condizionato negativamente la sua stagione. È un vero peccato perché parliamo di un campione innamorato della Sardegna, che ha peraltro immediatamente manifestato un grande interesse per il nostro evento. Lo aspettiamo a braccia aperte nel 2022».

Sardegna Tries X: i risultati

Articoli correlati

XTERRA World Championship: che spettacolo!

03 Febbraio, 2022

Il maltempo ha trasformato XTerra World Championship il mondiale del circuito internazionale di cross triathlon in un duathlon, ma lo spettacolo non ne ha risentito. Il successo di Hayden Wilde Flora Duffy superstar Eleonora Peroncini da record Un quarto di secolo. Sì, il Campionato del mondo XTerra ha vissuto, il 5 dicembre 2021 nella verdeggiante […]