Sempre più in alto la Coppa: il brindisi è per i Giovani del Triathlon

Sempre più in alto la Coppa: il brindisi è per i Giovani del Triathlon

05 Giugno, 2017

L’Italia del Triathlon brinda ai suoi Giovani: dopo il Campionato Italiano Aquathlon, a Porto Sant’Elpidio vanno in scena la Coppa Italia Giovani e la Prova Nazionale del Trofeo Italia.
Cala il sipario sulla “maratona” di Porto Sant’Elpidio, che si è conclusa con le gare della Prova Nazionale del Trofeo Italia – qui tutti i RISULTATI -, le prove di Coppa Italia Giovani – qui tutti i RISULTATI – delle categorie Under23, Junior, Youth A e B, e la Tri Kids Cup Centro Duathlon Crono, qui tutti i RISULTATI

CoppaItalia

Cronaca gara Junior, Youth B e Under23 Maschile
I primi a uscire dall’acqua sono Stefano Rigoni, Nicola Azzano e Nicolò Strada seguiti a 10″ da una lunga fila di atleti. Nel corso del primo giro si crea un gruppo di 15 unità guidato da Federico Spinazzè; il gap guadagnato non è consistente e in T2 la testa della gara arriva con solo 13″ di vantaggio su una nutrita schiera di inseguitori. Nella frazione di corsa è Nicoló Ragazzo a prendere subito il comando: uscito 4° da T1 dopo un cambio velocissimo – premiato dall’ardire della scelta di non indossare la muta in acqua – lotta nel gruppo e firma una T2 magistrale. Dietro di lui Thomas Previtali e Federico Spinazzè, ma Nicolò Ragazzo mantiene 10″ di vantaggio con una corsa sempre in fuga fino al traguardo; argento per Thomas Previtali, terzo Thomas Bertrandi poi squalificato, seguono Federico Zamò, Federico Spinazze ed Emanuele Grenti.

Cronaca gara Junior, Youth B e Under23 Femminile
Al via le ragazze delle categorie YB, Junior e U23 per la prova di Coppa Italia Triathlon su distanza sprint. Prima fuori dall’acqua è Bianca Seregni, con 10″ di gap su un drappello di 10 unità in cui sono riconoscibili Beatrice Mallozzi, Michela Pozzuoli, Alice Comotto, Maria Chiara Cortesi, Caterina Cassinari, Tania Molinari. La frazione ciclistica vede la testa incrementare il proprio vantaggio sulle inseguitrici che si compattano via via in un gruppo di 15 atlete in cui viene assorbita anche la Seregni; il gap in T2 è di ben 2′. I 5 chilometri di corsa vedono Beatrice Mallozzi prendere il comando e vincere davanti a Tania Molinari e Carlotta Bonacina; quarto posto per Michela Pozzuoli, quinto per Caterina Cassinari, sesto per l’ottima Chiara Cocchi.

Gare Youth A Maschile e Femminile
Il sole alto nel cielo e il mare attraversato da una leggera corrente da sud accolgono un centinaio di atlete della categoria Youth A impegnate nella quarta gara della giornata. Grande intensità, come al solito, alla partenza e subito gruppo allungato alle boe di virata. Sulla spiaggia esce prima Myral Greco in 4’50 seguita a 10” da Matilde Roncaglia e Gemma Ghinelli a 25”; le altre in una lunga fila indiana. Azione solitaria della Greco in bici che aumenta il vantaggio sulle inseguitrici fino a 50” in T2, dietro di lei un gruppetto con Ghinelli, Angelica Prestia, Vittoria Ferrarin, Virginia Cicchetti. Nella frazione di corsa Myral Greco riesce a mantenere la testa fino al termine e vince con 10” su Veronica Cicchetti e 25” su Angelica Prestia. Seguono nell’ordine Vittoria Ferrarin, Matilde Roncaglia, Sofia Terrinoni, Vera Dejakum e Maddalena Mangiullo autrici, le ultime tre, di ottime frazioni di corsa.
A seguire la gara maschile dove il gruppo esce allungato con i favoriti in testa che si compattano nella frazione bike in una fuga composta da Riccardo Calveri, Federico Testa, Francesco Gazzina, Samuele Froglia. Nella frazione di corsa testa a testa fino al traguardo tra Calveri e Testa, la spunta Riccardo Calveri con 4 secondi di vantaggio su Federico Testa. Al terzo posto Francesco Gazzina autore di un bel recupero dopo esser rimasto attardato nella frazione bike. Dietro di lui Samuele Foglia, Edoardo Giuseppe Leone e Leonardo Cantù.

Prova Nazionale Trofeo Italia
La seconda giornata del Trofeo Giovanissimi ha visto al via 483 atleti tra Esordienti e Ragazzi che si sono cimentati nel Triathlon. La classifica a squadre del fine settimana ha premiato il CSA Gorizia davanti al TDRimini e alla Pol. Comunale Riccione; 4° posto per il Cus Parma, 5° CNM Milano e 6° Friesian Team.

Articoli correlati

Salite in mtb: questione di tecnica

15 Giugno, 2022

Le ascese con le ruote grasse nel triathlon off road necessitano di allenamento, di tecnica e di tanta esperienza, così da saper “leggere” il terreno. Vediamo in particolare come affrontare le salite in mtb. Nella specialità della triplice off-road è sempre la salita a farla da padrona, risulta quindi di importanzafondamentale affrontarla sia in mtb […]

Come riconoscere l’overtraining

03 Maggio, 2022

Chi non sente ragioni e soprattutto non ascolta né il suo coach né il suo corpo continuando ad allenarsi come sempre corre il serio e alto rischio di cadere nell’overtraining, altrimenti detto sovrallenamento. Per overtraining si intende uno squilibrio dell’allenamento che si verifica quando l’attività fisica risulta così intensa che l’organismo non riesce a recuperare. […]

Triathlon come iniziare

28 Aprile, 2022

Cos’è il triathlon? Il triathlon non è solo nuoto, ciclismo e corsa Le distanze del triathlon Triathlon come iniziare Cos’è il triathlon? Il triathlon è uno sport multidisciplinare che abbraccia tre discipline: nuoto, ciclismo e corsa, tra l’altro affrontate senza mai fermarsi. Sì, perché il cronometro continua a correre, anche quando sei impegnato a passare […]