Triathlon alle Olimpiadi Invernali?

Triathlon alle Olimpiadi Invernali?

29 Novembre, 2014

Why not?

Si è disputata infatti lo scorso 8 Marzo a Quebèc City, sotto l’egida della ITU, la prima gara élite che potrebbe segnare la nascita di un nuovo sport olimpico.

Queste le discipline e le distanze: 5km corsa con le racchette da neve, 12km pattinaggio su ghiaccio velocità, 8km sci di fondo.

175 atleti si sono dati battaglia, è proprio il caso di dire, nella Piana di Abraham, luogo cruciale durante la Guerra dei 7 anni; ne sono usciti vincitori lo Slovacco Dusan Simocko (1:04:33) e la Canadese del Quebèc Annie Gervais (1:14:44).

I delegati ITU si sono incontrati in Quebèc e hanno iniziato a pianificare la diffusione di questo format anche in Europa.
“Cercheremo di ottenere entro 3 o 5 anni una World Cup Series e un Campionato del Mondo, con il sogno di arrivare alle Olimpiadi Invernali” – dice il direttore di gara Francois Calletta.

L’attuale formula del Winter Triathlon (corsa, MTB, sci di fondo) è più adatta per climi meno rigidi, e il circuito internazionale è sempre più in difficoltà.
Il segretario generale ITU, Laureen Barnett: “Anche se la corsa con le racchette da neve non è disciplina olimpica, si integra alla perfezione con le altre due, e apre la porta ad un nuovo aproccio con gli sport invernali.”

La gara è molto dura, il fisico degli atleti è sottoposto ad un notevole stress, soprattutto nel passaggio dalla frazione pattinaggio allo sci di fondo, come testimonia il vincitore Dusan Simocko: “Dopo 12km di pattinaggio la schiena mi faceva male, è stata la parte più dura della gara.”

Articoli correlati

Cosa fare se salta l’allenamento?

08 Maggio, 2021

Il solo pensare di perdere una sessione di training fa storcere il naso. In realtà, il “saltare” è un rischio molto più concreto di quanto sembri: diventa utile capire come riprendere e recuperare ciò che abbiamo perso

Advertisement Advertisement