L’altra faccia della sicurezza, le nuove e-bike Moto Morini con lucchetto integrato

L’altra faccia della sicurezza, le nuove e-bike Moto Morini con lucchetto integrato

15 Dicembre, 2017

L’altra faccia della sicurezza, dal pianeta delle bici a pedalata assistita le nuove e-bike Moto Morini con lucchetto integrato nel telaio

Il brand motoristico Moto Morini si fa più green con il debutto nel settore delle biciclette a pedalata assistita con le sue nuove e-bike: un modello in edizione limitata di trenta esemplari, la Limited E-Bike, mentre la gamma “normale” ne comprenderà altri quattro, tutti dotati di kit elettrico nel mozzo posteriore e antifurto integrato nel telaio, impossibile da rimuovere. La Limited si caratterizza per un peso contenuto (13,5 chilogrammi), equipaggiata con il kit Zehus Bike+ con tutte le componenti elettriche inglobate in un elemento montato nel mozzo della ruota posteriore. Un kit dotato di frenata rigenerativa e sistema che produce energia durante la pedalata per ricaricare le batterie da 160 Wh e allungare l’autonomia. La gestione del sistema avviene tramite app per smartphone android e iOs che consente di regolare l’intensità dell’assistenza e controllare tutti i parametri, compreso lo stato di ricarica degli accumulatori. Più classica la ciclistica con forcella in acciaio fissa, ruote da 26” con pneumatici balloon e freni V-brake. La Limited E-Bike è venduta a 2.050 euro e fa da apripista a una gamma composta da quattro modelli con telaio in alluminio dotato di frame block, ossia di un doppio tubo flessibile con una parte fissata nel tubo verticale e all’estremità opposta una serratura che consente di separare i due tubi e utilizzarli come lucchetto da fissare attorno a un palo: una doppia soluzione antifurto, con la possibilità di sottoscrivere un’assicurazione contro il furto a prezzo agevolato grazie a un’intesa con la Zurich. Il lucchetto può essere tagliato, ma la bici risulterà praticamente invendibile: il taglio del tubo rende l’effrazione evidente e non rimovibile in quanto i tubi sono parte integrante del telaio e rimuoverli sarebbe impossibile. L’altra novità riguarda il kit elettrico: si tratta dell’evoluzione dello Zehus Bike+ e a cambiare sono alcuni parametri del sistema elettrico e la compatibilità con i freni a disco. I modelli sono quattro e comprendono una city bike e una urban più agile con gomme dai colori vivaci, una gravel leggera (13,5 kg) e una sportiva con cerchi da 27,5+. Tutti i modelli sono single speed, cioè hanno rapporto unico, e prezzi compresi tra i 2.400 e i 2.600 euro.

Articoli correlati

Salite in mtb: questione di tecnica

15 Giugno, 2022

Le ascese con le ruote grasse nel triathlon off road necessitano di allenamento, di tecnica e di tanta esperienza, così da saper “leggere” il terreno. Vediamo in particolare come affrontare le salite in mtb. Nella specialità della triplice off-road è sempre la salita a farla da padrona, risulta quindi di importanzafondamentale affrontarla sia in mtb […]

Come e perché allenare i glutei per il triathlon

28 Febbraio, 2022

Nel triathlon ci vuole… gluteo (specie nella bici e nella corsa) Allenare i glutei per il triathlon è fondamentale. Questo gruppo muscolare, composto da un insieme di tre muscoli (il piccolo, il medio e il grande gluteo) riveste un ruolo importante per la prestazione. In particolare nella bici e nella corsa.

Da 0 a… 100 km in bici

31 Gennaio, 2022

(Alberto Duilio Schivardi) La famigerata distanza dei 100 km in bici tanto affascina quanto spaventa. Si, perché è il numero tondo che inizia ad avere 3 cifre e quindi è sinonimo di fatica, sudore e tempo dedicato. Un po’ come le Colonne d’Ercole… fino agli 80 km tutto è fattibile, conosciuto, ma poi? 100 km […]