Cento10 Hybrid, Wilier riscrive il concetto di e-road e merita la lode

Cento10 Hybrid, Wilier riscrive il concetto di e-road e merita la lode

06 Settembre, 2019

Wilier Triestina da lode, premiata con il prestigioso Eurobike Award 2019 per la sua Cento10 Hybrid, la nuova bici da corsa a pedalata assistita

Vincitrice del prestigioso Eurobike Award 2019, Cento10 Hybrid, la nuova bici da corsa a pedalata assistita di Casa Wilier, riscrive il concetto dell’e-road, impostando nuovi standard di integrazione, leggerezza, sicurezza di guida e design unico. Per pedalare con stile e con più potenza.

Il futuro dell’E-Road

Se con Cento1 Hybrid era già stato raggiunto un alto livello di qualità nelle bici da corsa a pedalata assistita, con la versione Cento10 Hybrid si toccano punte di qualità costruttiva che fino a qualche tempo fa erano inimmaginabili, per un prodotto ancora più simile, in termini di design e integrazione, a una bici da corsa tradizionale.

Leggera

E se fino a qualche tempo fa sul mondo e-bike il peso non era argomento di conversazione, ora il tema leggerezza è un valore che ne determina qualità, rendimento e usabilità del prodotto. Con Cento10 Hybrid, Wilier abbassa del 7 per cento il peso del telaio rispetto a quello di Cento1 Hybrid. L’integrazione, la piega integrata monoscocca Alabarda, il telaio leggero fanno segnare sulla bilancia un peso di 10,5 chili nell’allestimento più esclusivo. 
A parità di utilizzatore, di percorso e di modo di utilizzo si riesce a risparmiare il 4,5 per cento di carica della batteria. 

Totalmente integrata

Come i modelli da corsa più esclusivi, Cento10 Hybrid integra tutti i cavi all’interno del telaio: una soluzione che non è stata solo un vezzo estetico, ma funzionale al rendimento della bicicletta. Oltre a nascondere i cavi all’interno della piega Alabarda e del telaio, l’aerodinamica è migliorata grazie alle tubazioni usate su Cento10 Hybrid. 
Minori volumi, minore superficie esposta all’aria e profili a coda tronca, per un miglioramento aerodinamico dell’8 per cento rispetto a Cento1 Hybrid.

Intelligente

L’intelligenza installata a bordo permette di capire e superare i limiti di chi la sta pedalando, assistendo il ciclista nel momento opportuno. Ci sono diverse opzioni su come utilizzare e gestire tutto il sistema. La più semplice è quella di interfacciarsi esclusivamente con il controller iWoc grazie al quale si può accendere il sistema, spegnerlo e selezionare il livello di aiuto desiderato, semplicemente premendo il pulsante retroilluminato. 
Chi invece cerca una migliore interazione con il sistema può scaricare da AppStore o PlayStore l’APP dedicata EBIKEMOTION, con la quale entrare nel cuore di comando del sistema. Il sistema Ebikemotion nella versione X35+ dispone di protocollo di comunicazione ANT+, potendo così dialogare con i più famosi dispositivi Garmin o Polar.

Migliorata nel movimento centrale

Anche il movimento centrale è stato oggetto di studio e di miglioramento per raggiungere quel look tipico di una bici da corsa tradizionale. Il Q Factor e l’ingombro della guarnitura sono identici a quelli di una Cento10PRO. La nuova configurazione ci ha permesso poi di migliorare le caratteristiche stagne del punto di ricarica. Rispetto alla versione precedente, su Cento10 Hybrid abbiamo il punto di ricarica inclinato di 60 gradi rispetto all’orizzonte. In caso di pioggia o comunque di acqua sul punto di ricarica, l’acqua scorrerà via senza intaccare il sistema elettrico.

Più sicura alla guida

Con il nuovo setup del pulsante iWoc è migliorata notevolmente la sicurezza di guida. Il pulsante è ora installato con un supporto alla piega manubrio: permette così all’utilizzatore di interagire con il sistema Ebikemotion senza staccare le mani dal manubrio. Con Cento10 Hybrid, sia la selezione del livello di assistenza, sia la verifica della carica della batteria, saranno possibili mantenendo entrambi le mani sulla parte alta del manubrio. Tutte operazioni che sui modelli precedenti si dovevano perdendo il contatto con il manubrio e abbassando lo sguardo verso l’alloggio del pulsante, sul tubo orizzontale del telaio.

Scopri di più sul sito Wilier.

Articoli correlati

Trasmissione perfetta: come pulire la catena

29 Luglio, 2022

Come pulire la catena e mantenerla il più a lungo in stato ottimale Sulla catena si sviluppano il maggior numero di attriti che si possono registrare sulla bici. Se ne deduce che il suo funzionamento deve essere sempre ottimale. La catena è pure il componente che tende a sporcarsi maggiormente per via dell’olio o del […]

Salite in mtb: questione di tecnica

15 Giugno, 2022

Le ascese con le ruote grasse nel triathlon off road necessitano di allenamento, di tecnica e di tanta esperienza, così da saper “leggere” il terreno. Vediamo in particolare come affrontare le salite in mtb. Nella specialità della triplice off-road è sempre la salita a farla da padrona, risulta quindi di importanzafondamentale affrontarla sia in mtb […]

Come e perché allenare i glutei per il triathlon

28 Febbraio, 2022

Nel triathlon ci vuole… gluteo (specie nella bici e nella corsa) Allenare i glutei per il triathlon è fondamentale. Questo gruppo muscolare, composto da un insieme di tre muscoli (il piccolo, il medio e il grande gluteo) riveste un ruolo importante per la prestazione. In particolare nella bici e nella corsa.

Da 0 a… 100 km in bici

31 Gennaio, 2022

(Alberto Duilio Schivardi) La famigerata distanza dei 100 km in bici tanto affascina quanto spaventa. Si, perché è il numero tondo che inizia ad avere 3 cifre e quindi è sinonimo di fatica, sudore e tempo dedicato. Un po’ come le Colonne d’Ercole… fino agli 80 km tutto è fattibile, conosciuto, ma poi? 100 km […]