• Tante le interviste di questo mese: partiamo con quella a Paolo Chiarino, il nuotatore dei ghiacci senza muta, che ha nuotato a -1,2 gradi (il suo record), quando il massimo a cui è arrivato un essere umano è -1,5 gradi. L’Ice Swimming è la sua disciplina

  • «In un anno particolare per tutta l’umanità, durante il quale chi pratica sport in maniera regolare ha dovuto ridimensionare allenamenti e competizioni, io e Paolo Chiarino abbiamo deciso di lasciare comunque un “segno” importante: inventandoci qualcosa di diverso, di estremo. Soprattutto, qualcosa mai tentato prima»