Podi Olimpici

Podi Olimpici

01 Luglio, 2012

Sabato 4 e martedì 7 agosto tutti davanti alla televisione per vedere le Olimpiadi, specialità triathlon. Difficile elencare i favoriti perché alle Olimpiadi i risultati spesso lasciano spazio a grandi sorprese. Per tutti, com’è ovvio, è la gara della vita e spesso si mischiano tensioni, tabù e maledizioni difficili esorcizzare. Alle prime Olimpiadi di Sydney 2000 gli australiani, da anni dominatori della scena e ovviamente grandi favoriti, presero “tre schiaffi e via”, conquistando un’unica medaglia d’argento con le donne. A quella prima edizione olimpica del triathlon, la gara maschile vide la vittoria inaspettata di un atleta canadese, ma più sorprendente ancora fu la vittoria e il doppio podio delle atlete svizzere. Ad Atene, se in qualche modo tra gli uomini il risultato fu rispettato con il primo e secondo posto dei neozelandesi, l’inattesa vittoria arrivò dalle donne con una quasi sconosciuta austriaca che vinse l’oro battendo le grandi favorite di giornata, con Nadia Cortassa felicemente quinta ma con qualche rimpianto. A Pechino 2008 rimasero di sale le speranze spagnole di Gomez e Rana perché il destino mise le ali ai piedi al tedesco Frodeno, che era l’uomo del momento, mentre nella gara femminile cadde la favorita Fernandes, segnando forse la fine della sua carriera, e l’alloro olimpico andò alla meno titolata tra le australiane che portò a casa il primo oro olimpico della loro storia. A Pechino nasceva la stella dell’inglese Alistair Brownlee, sedici anni e dodicesimo all’arrivo, diventato poi campione del mondo nel 2009 e nel 2011. È lui uno dei favoriti, ma si dice che sia in rimessaggio per qualche dolorino di troppo e così ne farà forse le veci il fratellino Jonathan, vincitore nel 2012 delle due ultime prove di Coppa del Mondo, ma attenzione ai russi e alle voglie di rivincita di Javier Gomez. Tra le donne, battaglia aperta ma forse la neozelandese Hewitt e l’australiana Moffat si fanno preferire alla svizzera Spirig e, per pura cabala, alla donna di casa, quella Jenkins che oggi capeggia la classifica di Coppa del Mondo.

Podi Olimpici

SIDNEY 2000
uomini
Simon Whitfield – Canada
Stephan Vuckovic – Germania
Jan ehula – Repubblica Ceca
donne
Brigitte McMahon – Svizzera
Michellie Jones – Australia
Magali Messmer – Svizzera

ATENE 2004
uomini
Hamish Carter – Nuova Zelanda
Bevan Docherty – Nuova Zelanda
Sven Riederer – Svizzera
donne
Kate Allen – Austria
Loretta Harrop – Australia
Susan Williams – USA

PECHINO 2008
uomini
Jan Frodeno – Germania
Simon Whitfield – Canada
Bevan Docherty – Nuova Zelanda
donne
Emma Snowsill – Australia
Vanessa Fernandes – Portogallo
Emma Moffatt – Australia

Advertisement Advertisement