Risultati
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Mondiali Winter Triathlon ad Asiago: Russia un passo avanti anche nella prova a squadre, ma gli Azzurri centrano l'argento davanti alla Repubblica Ceca

Dopo i titoli individuali, la Russia del Winter Triathlon strappa anche quello a squadre. I nostri Azzurri agguantano l'argento e la staffetta della Repubblica Ceca il bronzo. La seconda giornata dei Mondiali di Winter Triathlon - per il secondo anno ad Asiago, organizzati dal Triathlon 7C di Leonardo Franco - è tutta per il format emozionante della 2x Mixed Relay (oltre che per le gare Age Group): sono la vicecampionessa individuale Anna Medvedeva e l’8 volte campione iridato Pavel Andreev a firmare la performance vincente (01:21:08) davanti ai campioni italiani Giuseppe Lamastra (Trisports.it Team) e Sandra Mairhofer (Granbike Triathlon), ieri rispettivamente 4° e 5^ e oggi secondi sul podio in 01:23:49 davanti alla Repubblica Ceca (01:24:15) di Aneta Grabmullerova e Marek Rauchfuss, vicecampione individuale. Qui tutti i RISULTATI.

Dominio russo anche tra gli junior, con la Russia di Polina Sadovaia e Yaroslav Kurilenok che conquista il titolo con un crono di 01:30:30 e argento alla Slovacchia di Zuzana Michalickova e Dominik Dupej (01:34:19). Medaglia di bronzo per l’Italia di Gaia Tormena (Trisports.it Team) e Pietro Santini (Sai Frecce Bianche), terzi in 01:37:55. Qui tutti i RISULTATI.

IMG 20200209 WA0005

Dal sito FITri i commenti

Sandra Mairhofer: “Una prova veramente consistente. La gara è stata bella, piacevole, velocissima; un format veramente divertente questo della 2x Mixed Relay: bisogna gestire anche il recupero tra una frazione e l'altra, ma in quella fase senti ancora meglio il supporto del pubblico. Sono molto felice: oggi mi sentivo bene nonostante la gara di ieri sia stata piuttosto faticosa. L'argento mondiale conquistato in squadra ha un valore aggiunto: tutti i team si dimostrano sempre più competitivi, ma anche noi siamo della partita e siamo riusciti a confermarci al secondo posto”.

Giuseppe Lamastra: “È arrivata la medaglia, sono molto contento: l’abbiamo cercata ieri ma è sfuggita, oggi eccola qua. Sono davvero felicissimo: puntavamo all'argento, volevamo confermarci e ci siamo riusciti. I russi sono fortissimi, ma noi abbiamo fatto una bella gara; molto forte anche la Repubblica Ceca, in particolare Rauchfuss che già ieri è andato benissimo. Complimenti a Sandra Mairhofer che ha fatto una grande gara: mi ha sempre permesso di avere un vantaggio da gestire. Meglio di così non potevamo fare. Sulla gara posso dire che ho fatto una prima frazione molto buona dove ho guadagnato su Rauchfuss; nella seconda ho controllato e gestito le energie: andavo proprio bene. Il Mondiale è stato organizzato alla grande: veramente un fantastico spot per la nostra disciplina”.

Gaia Tormena: “Sono felice della mia gara e devo dire che la staffetta si adatta meglio alle mie caratteristiche. In bici sono andata molto meglio di ieri; ho invece un po’ faticato nella frazione di sci, ma devo essere soddisfatta del podio e di aver preso parte a un grande evento”.

Pietro Santini: “Nelle frazioni di corsa e ciclismo sono andato bene: avevo il secondo in classifica a portata, ma sugli sci ho perso il contatto. Penso, comunque, di essermi difeso bene in questo esordio mondiale: sono contento e ho tanta voglia di crescere e continuare”.

Marco Bethaz, tecnico Winter Triathlon: “Partiamo dalla giornata odierna, in cui tutto è andato per il verso giusto: nella staffetta élite avevamo grandi aspettative; sapevamo di potercela giocare con tutti tranne che con i russi e siamo riusciti a conquistare una bella medaglia d'argento. Sandra Mairhofer e Giuseppe Lamastra sono stati davvero bravi: si sono meritati questo piazzamento. Entrambi si sono comportati alla grande anche nelle prove individuali della prima giornata con Lamastra che ha lottato fino alla fine per un piazzamento da medaglia, e Mairhofer che ha chiuso con un ottimo risultato: sappiamo che il podio è davvero difficile da raggiungere. Inoltre, nelle prove individuali, ci aspettavamo la conferma di Pesavento, che ha strappato un bel titolo iridato Under 23 ripetendo il successo dello scorso anno: era in forma e ha centrato l'obiettivo. Ora ritroviamo la concentrazione in vista degli Europei: le aspettative saranno le stesse, ma in queste settimane lavoreremo per mettere a punto alcuni dettagli che ci consentiranno di arrivare ancora più competitivi come nazione. Il morale è alto e abbiamo ancora tanta voglia di metterci in gioco”.