Risultati
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Bis di Marco Corrà (Project Ultraman) a Caorle (Venezia): dopo l’aquathlon, suo anche il Triathlon Sprint. Vittoria fotocopia del 2018: primo posto anche per Elisa Marcon (The Hurricane)

La pioggia battente non ferma lo spettacolo e in provincia di Venezia va comunque in scena il Triathlon Sprint Rank Gold Città di Caorle. La vittoria, come nel 2018, è andata a Marco Corrà (Project Ultraman) e ad Elisa Marcon (The Hurricane). Per il veronese Corrà si tratta di un bis, non solo rispetto al 2018, ma anche alla gara di ieri, sabato, sempre a Caorle, nella quale si è laureato campione italiano di aquathlon classico. La gara di oggi è stata anche prima prova del Sicleri Triathlon Challenge 2019, che avrà una classifica dedicata sommando i tempi ottenuti domenica 12 maggio a Caorle e quelli del Triathlon Sprint Gold Silca Cup di Alpago (Belluno) di domenica 28 luglio.

Così le donne

Le prime a tuffarsi in acqua dalla spiaggia nei pressi di piazzale Portesin a Porto Santa Margherita, per i 750 metri a nuoto della prima frazione, sono le donne. Ad uscire in testa è Chiara Masini Luccetti (CS Carabinieri), nuotatrice medaglia europea e mondiale con la 4x200 stile libero (con, tra le altre, Federica Pellegrini) e olimpionica alle Olimpiadi di Rio 2016. Il vantaggio acquisito nel nuoto, però, non basta. A fare la gara è allora Elisa Marcon (The Hurricane) che, presa la testa nei 20 chilometri di ciclismo, la mantiene anche nei 5 a piedi, chiudendo la sua prova in 01:09:45. Secondo posto per Marta Borbon (Zerclo Energia Helios) in 01:11:19 e terzo per la Junior Francesca Crestani (T41 Triathlon Marostica) in 01:11:22. Qui tutti i RISULTATI.

“Dopo il terzo posto di ieri nel campionato italiano di aquathlon, oggi sono riuscita a vincere – ha raccontato Marcon - nonostante le difficili situazioni meteo la gara è andata bene: sono uscita dal nuoto terza, ma in bici sono riuscita a prendere il comando e a mantenerlo poi in corsa. Tra le tre specialità, oggi è stato più semplice il nuoto: in mare c’erano 15 gradi, fuori 12".

tricaor

Così gli uomini

Il più veloce di tutti nei 750 metri di nuoto è Marco Barison (Liger Team), seguito da Mirko Lazzaretto (T41 Triathlon Marostica) e da Marco Corrà (Project Ultraman). Poco dietro i due portacolori della Silca Ultralite, Spinazzè e Pagotto. Spinazzè, una volta salito in bici per i 20 chilometri della seconda frazione, va in fuga, avvantaggiandosi di una decina di secondi. In zona cambio viene raggiunto da Pagotto e con lui prosegue per i 5 chilometri di corsa a piedi. Da dietro rinviene, però, Corrà. Il terzetto prosegue così fino alla volata finale, che vede prevalere Marco Corrà in 01:01:06, davanti a Federico Spinazzè (01:01:09) e Federico Pagotto (01:01:13), già bronzo nel campionato italiano di aquathlon di ieri. Qui tutti i RISULTATI.

“Oggi è stata dura in quanto il freddo si è fatto più sentire – ha dichiarato Corrà – sono uscito terzo dal nuoto, ma primo dalla zona cambio. In bici mi hanno raggiunto i due atleti della Silca, uno dei quali, Spinazzè, è partito in fuga. Durante la corsa ci siamo ricompattati in tre, ma poi in volata sono riuscito a staccarli e ad aggiudicarmi la vittoria”.

Foto: Bolgan.