Speciale Integratori: Enervit Carbo Flow

Speciale Integratori: Enervit Carbo Flow

09 Giugno, 2015

ENERVIT CARBO FLOW  costituisce un prodotto energetico a base di carboidrati ed a basso contenuto di grassi da utilizzarsi PRIMA della prestazione sportiva intensa e prolungata.
Enervit è la prima e unica azienda a utilizzare in ambito sportivo i flavanoli del cacao: molecole naturalmente presenti nel cacao che aiutano a mantenere l’elasticità dei vasi sanguigni, contribuendo al flusso sanguigno fisiologico, che veicola ossigeno ai muscoli e al cervello (per un’assunzione giornaliera di 200 mg di flavanoli del cacao).
Il cacao utilizzato in Enervit Carbo Flow è di altissima qualità (Hi Flavanol): grazie all’accurata selezione del cacao con il più alto tenore naturale di polifenoli e ad un avanzatissimo processo produttivo, ha una concentrazione più elevata di flavanoli (fino all’800% in più) rispetto al cacao convenzionale. I particolari carboidrati utilizzati e il basso contenuto di grassi (1,6%), rendono Enervit Carbo Flow ideale da assumere a colazione.
Una porzione (2 misurini) apporta 208 kcal ed inoltre 400 mg di flavanoli del cacao.

 CARATTERISTICHE

CONFEZIONE: barattolo da 400 g
UTILIZZO: PRIMA dell’attività fisica.
DOSE CONSIGLIATA: un misurino al giorno per due settimane (sport di squadra e sport individuali); due misurini al giorno per una settimana (attività di endurance intensiva).
INGREDIENTI: carboidrati, flavanoli del cacao e vitamina b1. GUSTI: cacao.
DISTRIBUZIONE: farmacie, negozi sportivi specializzati e negozi di integratori.
PREZZO CONSIGLIATO: euro 24,00
www.enervitcarboflow.com

AVVERTENZE

Il prodotto va utilizzato nell’ambito di una dieta variata ed equilibrata e uno stile di vita sano. Non superare le quantità di assunzione consigliate (massimo 2 misurini al giorno).

Articoli correlati

Dieta chetogenica, (ulteriori) miti da sfatare

08 Marzo, 2021

Indiscutibili gli effetti della chetosi su sovrappeso, obesità e patologie metaboliche. Paolo Godina sottolinea che mancano, però, evidenze scientifiche di risvolti prestativi nell’endurance; tantomeno è confermata l’efficacia dei chetoni esogeni, oggi integratori molto in voga