Cronisti d’assalto, Giulio Molinari inviato speciale a Kona per Triathlete

Cronisti d’assalto, Giulio Molinari inviato speciale a Kona per Triathlete

11 Settembre, 2018

Una copertura speciale, per un evento speciale, nella sua 40esima speciale edizione: il triatleta Giulio Molinari (C. S. Carabinieri) sarà il nostro corrispondente da Kona

Rimaniamo in trepidante attesa dei contributi oltreoceano sull’Ironman World Championship 2018: il carabiniere Giulio Molinari sarà il nostro inviato sul campo. Qualificatosi per la seconda volta ai Mondiali Ironman, il lunghista azzurro torna alle Hawaii da atleta (dopo il 28esimo piazzamento del 2017), ma questa volta anche da giornalista. Dopo l’ultimo proficuo mese di allenamento a Livigno, la slot, per lui, quest’anno è arrivata in Danimarca, grazie al risultato ottenuto nell’Ironman di Copenhagen, chiuso con una medaglia di bronzo in 8 ore, 5 minuti e 56 secondi (a soli 8 secondi dal record italiano di Fontana, firmato in Florida cinque anni fa), migliore prestazione di Molinari sulla distanza full (nonché personal best in maratona: 2 ore e 53 minuti) e suo primo podio del circuito. Costante la crescita di Giulio in questi anni, suggellata dall’attuale ottima condizione fisica e dal secondo pass per il sogno hawaiano, obiettivo che nelle ultime stagioni lo ha spronato a pedalare (quella in bici resta la sua frazione più forte) e a faticare in genere a testa bassa, pur senza troppa pressione. Assieme a lui tra i professionisti, il prossimo 13 ottobre ci sarà l’altro squalo azzurro, Alessandro Degasperi (Dolomitica Nuoto CTT), dominatore incontrastato dell’Ironman di Lanzarote, oltre agli Age Group qualificati, i migliori sulla piazza tra i frequentatori del circuito pallinato, che sul lungo elenco aggiornato al 25 luglio erano già 24 (alla carica per noi tre donne e 21 uomini). Un fenomeno, quello dell’Ironman, che Andrea Gabba, Team Manager Age Group Italia e finisher alle Hawaii, ci tiene a mettere in risalto: non di sole prove ITU ed ETU vive il movimento del triathlon, ma anche degli sforzi di quanti (professionisti e amatori) ogni giorno sfidano se stessi alla ricerca della famigerata slot. A renderci partecipi di quelle emozioni indimenticabili che solo il paradiso del triatleta può regalare, niente di meglio di un campione come Molinari: tutta la sua esperienza al servizio dei nostri lettori appassionati della saga hawaiana. Per quanti la leggeranno da lontano. Per quanti, un giorno, voleranno laggiù. «Da Kona, per ora, è tutto. A voi la linea in redazione». Grazie, Giulio!

Advertisement Advertisement