BMC Timemachine TMR01

BMC Timemachine TMR01

01 Aprile, 2013

“Costruite per andare forte, sei uno che va veloce. Molto veloce, perché sei potente e sai che con la timemachine TMR01 né il vento né gli avversari ti possono trattenere. Hai l’arma più affilata in una volata di gruppo, in una fuga o in un triathlon distanza olimpica”. Questo è lo slogan che identifica la specialissima che colpisce per la sua particolare estetica, al di fuori dei soliti canoni. I risultati parlano da soli, sono ormai molti i campioni delle due ruote che gareggiano e vincono con le bici BMC; il nuovo modello farà sicuramente innamorare molti atleti della triplice che apprezzano sempre le grandi novità di mercato.

 TUS7672

 

  • Telaio
    Spiegare in poche righe le qualità di questo telaio risulterà particolarmente difficoltoso e per certi versi limitativo, bisogna partire dal concetto che tutto l’insieme è il frutto di anni di ricerca e di numerosi test fatti in galleria del vento e in strada. Si tratta di un telaio che non passa di certo inosservato, le generose dimensioni delle tubazioni non devono trarre in inganno, poiché ogni minimo dettaglio è stato studiato e assemblato per rendere al massimo. A cominciare dallo snodo del movimento centrale, dove non sono state di certo centellinate le risorse in termini di materiale, rinunciando forse un po’ al fattore estetico, ottenendo però uno snodo particolarmente rigido e in grado di ottimizzare la torsione del telaio. Così come il generoso tubo obliquo a spessori differenziati: più rigido nelle estremità e più reattivo nella parte centrale. Molto particolare anche la tubazione del tubo sterzo, con la sua particolare guida esterna che rende la TMR01 molto più guidabile e reattiva, donandole una forma avveniristica, quasi da prototipo; inoltre, la rimozione parziale di questo pezzo assicura una corretta e veloce manutenzione dei freni che, come si nota dalle foto e come valutato nella galleria del vento, sono integrati nella forcella. Ottimo il reggisella, che garantisce una facile, veloce e precisa regolazione. Le tubazioni hanno una particolare conformazione: invece di terminare con una forma a goccia, sul profilo viene realizzato un bordo di chiusura diritto che dà un doppio vantaggio, quello di gestire e controllare la turbolenza e quello dell’uso di una quantità minima di materiale, riducendo così il peso del telaio dandogli rigidità. Inoltre, si utilizza il sistema denominato Tripwire, una sorta di “trappola per l’aria”, originariamente utilizzato dall’aeronautica: nei telai in carbonio si sagomano speciali bordi aerodinamici sulla cui superficie si sviluppano le turbolenze più contenute venendosi così a formare una specie di cuscinetto d’aria per il flusso del vento.

                           TUS7678  TUS7683  TUS7686  TUS7687

  • Componentistica
    Assemblare una vera macchina da gara come la TMR01 necessita del meglio in termini di prestazione e leggerezza, non a caso la scelta del componentistica è ricaduta su marchi e modelli di alta gamma, come le ruote Mavic in carbonio, leggere e allo stesso tempo rigide e scorrevoli. La precisione di cambiata insieme alla ricercatissima leggerezza sono i fattori primari dell’Ultegra elettronico, modello di punta della casa nipponica Shimano.
  • Giudizio
    Si intuisce sin dalle prime pedalate la grande rigidità del telaio che si fa apprezzare nei cambi di direzione, nelle ripartenze e sul misto. È leggera quanto basta per ottimizzare la salita, senza però compromettere le discese tecniche, dove telaio e forcella dimostrano un ottimo binomio.

Telaio: carbonio
Gruppo: Shimano Ultegra elettronico
Ruote: Cosmic
Sella: Prologo
Manubrio e attacco: Easton
Sito: www.bmc-racing.com

Advertisement Advertisement