Rigoni e Bedorin al Triathlon di Caorle con il messaggio speciale di Daniele Luppari

Rigoni e Bedorin al Triathlon di Caorle con il messaggio speciale di Daniele Luppari

21 Maggio, 2017

Al Triathlon Sprint Città di Caorle vincono i padovani Stefano Rigoni e Giulia Bedorin, ma gli applausi sono anche per la tenacia di Daniele Luppari, che taglia il traguardo pur affetto da leucemia mieloide cronica.
Il 5° Triathlon Sprint Rank Città di Caorle, in provincia di Venezia, oggi parla padovano: a conquistare la vittoria Giulia Bedorin e Stefano Rigoni. Dietro di loro, rispettivamente le vicentine Chiara Lobba e Marta Merlo, compagne di squadra, con Giulio Soldati e Mirko Lazzaretto. Ai piedi del podio, i portacolori della società organizzatrice, lo Youth B Filippo Pradella e la Junior Erica Mazzer.
Sul traguardo di Porto Santa Margherita, circa 500 atleti, tra cui il presidente della Fitri Veneto Vladi Vardieri, in gara anche per la Coppa Veneto Age Group. L’applauso più grande è stato, però, per Daniele Luppari, il padovano in gara pur affetto da leucemia mieloide cronica. Ad accogliere i triathleti una bella giornata di sole e le due ali di folla sulla spiaggia di Porto Santa Margherita. Dopo i 750 metri di nuoto, tra le donne la prima ad uscire dal mare è Giorgia Bedorin, subito all’attacco per fermare i sogni di gloria delle forti avversarie in bici. A 46 secondi, si tolgono cuffia e occhialini Pagotto e a seguire Merlo e Mazzer. Per Bedorin è l’inizio di una gara in solitaria, mentre dietro si forma un quartetto composto dalle vicentine Lobba e Merlo e dalle trevigiane Pagotto e Mazzer. Alla fine dei 20 km di ciclismo, Bedorin ha però già un minuto di vantaggio tutto da sfruttare per una corsa solo da gestire: la padovana vince in 1h07’20’’, davanti a Chiara Lobba (1h07’48”) e Marta Merlo (1h07’55”). Quarta e quinta le atlete di “casa”, Erica Mazzer e Viola Pagotto. Al maschile, a uscire primi dal nuoto, distanziati di alcuni secondi tra di loro, sono Rigoni, Soldati e Lazzaretto. I tre fanno squadra, dandosi cambi regolari, nella frazione di ciclismo e riescono a tenere a bada il gruppo degli inseguitori, condotto da Pradella e Pagotto, che tirano all’impazzata nella speranza di rientrare sui battistrada. In zona cambio, il trio di testa ha oltre un minuto di vantaggio sul gruppo inseguitore. All’inizio della frazione di corsa a piedi Rigoni e Soldati si avvantaggiano su Lazzaretto. Nell’ultimo chilometro è di Stefano Rigoni l’attacco decisivo. Il padovano vince in 57’16’’, davanti a Giulio Soldati 57’29”e Mirko Lazzaretto (58’19”). Non è arrivato tra i primi, ma di certo la gioia di Daniele Luppari, in gara con la leucemia mieloide cronica, è stata immensa. Commosso, al traguardo, ha ricevuto applausi dal pubblico e abbracci dagli amici. “Queste di oggi sono lacrime per lo sport che ho trattenuto per due anni – afferma Luppari – lo dico sempre, lo sport non ci rende immuni dalle malattie, ma ci aiuta a combatterle. Questo messaggio che voglio portare, per dare coraggio agli altri. Caorle resterà per sempre nel mio cuore, oggi è stata una rinascita, ho potuto rivivere lo sport agonistico”.

LuppariDaniele

RISULTATI

Photo Credit: Massimiliano Pizzolato 

Advertisement Advertisement