Italia sulla cresta dell’onda ai Giochi del Mediterraneo: Parodi di bronzo, Azzano 6°

Italia sulla cresta dell’onda ai Giochi del Mediterraneo: Parodi di bronzo, Azzano 6°

23 Giugno, 2018

Palcoscenico internazionale per i nostri Under 23: Italia sulla cresta dell’onda ai Giochi del Mediterraneo con il bronzo di Federica Parodi e il posto di Nicola Azzano

2018 Tarragona Mediterranean Games, la trasferta internazionale ai Giochi di Tarragona si conclude con il bronzo di Federica Parodi (T.D. Rimini) nella prova su distanza sprint di Altafulla (Esp), dominata dalla portoghese Melanie Santos e della spagnola Anna Godoy Contreras.

Gara femminile Da subito protagonista nel primo gruppo della frazione di nuoto, l’azzurra in sella patisce la fuga della portoghese Santos, ma non demorde e rimane saldamente ancorata al gruppo delle inseguitrici, tutte in lotta per la zona podio. Scesa dalla bici in seconda posizione, mentre Melanie Santos s’invola verso la vittoria (1:04:52), Federica Parodi parte forte cercando di accaparrarsi una delle due posizioni restanti, riuscendo nel finale a graffiare il terzo gradino (1:06:52), dietro alla spagnola Anna Godoy Contreras (1:06:34). Qui tutti i RISULTATI.

Gara maschile Azzano (The Hurricane) conclude al sesto posto la prova vinta dal portoghese Joao Pereira (00:57:28) davanti agli spagnoli Antonio Serrat Seoane (00:57:28) e Antonio Benito Lopez (00:57:57). Nicola Azzano, uscito davanti dal nuoto, in sella tiene la testa insieme ad altri due atleti, ma nel corso della terza tornata rimane staccato dai fuggitivi, nel secondo gruppo (cinque gli atleti davanti, compreso il serbo Ognjen Stojanovic, poi 4° in 00:58:39, e il francese Louis Vitiello, poi 5° in 00:58:55). A piedi, Azzano difende la sua posizione tagliando il traguardo al 6° posto in 00:59:20. Qui tutti i RISULTATI.

Dal sito FITri, i commenti dei presenti
“Il nuoto si è svolto in acqua leggermente mossa, sono uscito davanti, pensavo di fare più selezione, invece il gruppo è rimasto in fila indiana, senza grossi distacchi – racconta Nicola Azzano – Ci ho provato anche nella prima fase del ciclismo: in salita stavo bene, ma al terzo giro sono rimasto leggermente attardato proprio allo scollinamento e mi sono staccato dai cinque fuggitivi. Ho corso bene, con il francese Hueber-Moosbrugger che poi ho battuto in volata. Una gara abbastanza positiva”.

“Il debutto del triathlon ai Giochi del Mediterraneo è stata una giornata fantastica sin dalle prime bracciate – racconta una raggiante Federica Parodi dopo aver ritirato la medaglia – in bici abbiamo lavorato bene, in salita qualcuno ha provato ad andar via però ho stretto i denti e ho tenuto fino alla fine. Sono partita forte a piedi, poi sono calata leggermente, ma oggi ho corso davvero con la testa”.

Photo Credit: FITri.

Advertisement Advertisement