• Organizzato presso la Cittadella dello Sport "Ferriere Sport Camp" in provincia di Piacenza e in scena fino a domani, 16 aprile, il Raduno ‘Open’ Multisport nell’ambito del Progetto Cross Triathlon vuole essere un’opportunità per mantenere vivo l’interesse nei confronti della disciplina. Un raduno che si prefigge come obiettivo primario l’ampliamento del vivaio del Cross, partendo dai giovani ma puntando anche al coinvolgimento di fasce di età superiori e atleti di caratura non esclusivamente olimpica. Presenti al Raduno il responsabile del settore multisport Alessandro Alessandri e il tecnico federale Massimo Galletti, che ricordano che il Progetto Cross Triathlon prende il via ufficialmente con questo raduno ‘open’ a cui sono stati invitati gli atleti che hanno vestito la maglia azzurra nelle competizioni internazionali e che hanno partecipato ai progetti dedicati al triathlon off-road, quanti si sono distinti nelle gare in fuoristrada nella stagione 2016, i giovani interessati a questa disciplina e i loro tecnici, ma anche gli atleti delle altre categorie con il triathlon in MTB come obiettivo sportivo. Fino a domani atleti e tecnici saranno impegnati in allenamenti, Team building, briefing tecnici, condivisione del Progetto Attività Cross 2017-2020 e spiegazione dei criteri di selezione e metodi di lavoro.

  • Doppia laurea per Marcello Ugazio: è Campione di Triathlon Cross Assoluto e Under23. Bronzo U23 per Emanuele Arue Marica Romano
    Il Campione Italiano di specialità Marcello Ugazio stravince in Transilvania e si laurea Campione Europeo Assoluto e Under23 nel Triathlon Cross grazie all'efficacia del suo attacco nella frazione di MTB, cui è seguita un'ottima performance in corsa. Medaglia di Bronzo U23 uscente, Ugazio è giunto a Targu Mures, in Romania, con l'intento di salire su un gradino più alto. Riuscità nell'impresa di categoria e in quella assoluta, conquistando anche l'Oro europeo Elite della specialità, davanti al francese Arthur Serrieres, Argento elite e U23, e alla Medaglia di Bronzo, il ceco Jan Kubicek. Bene anche l'altro azzurro, Emanuele Aru, che ha conquistato la terza piazza del podio europeo Under23 con un 8° posto assoluto. 5° l'elite Mattia De Paoli (1.48.21) e top ten anche per Fausto Fognini, 7° in 1.49.17. A seguire, Tommaso Gatti, 12° e 5° Under23 (1.51.05), Massimo Cigana (1.51.15), 13°, Filippo Rinaldi, 14°, (1.51.30) e Francesco Figini, 15° (1.51.58). 
    Spettacolare la gara di Ugazio, che dalla T1 esce 19° a circa 1 minuto dai primi - il portoghese Maia e il francese Daubord - ma in soli 3 chilometri di MTB recupera per poi allungare tenendo bene a bada gli altri pretendenti. Alla fine del primo giro, dopo 9 chilometri, ha preso 20" di vantaggio sul gruppo dei quattro stranieri più forti e il gap aumenta fino a 30" a metà del percorso bici. Nel frattempo, gli altri azzurri sono sempre rimasti ravvicinati, dopo essere usciti dalla T1 a oltre 1 minuto dalla testa della gara e poi in recupero in MTB. A un giro dalla fine della frazione bike, il vantaggio di Ugazio è rimasto immutato e in evidenza ci sono anche gli altri azzurri - Emanuele Aru, Mattia De Paoli, Fusto Fognini, Tommaso Gatti e Filippo Rinaldi - insieme tra la 5^ e la 10^ posizione, mentre Figini e Cigana tra la 12^ e la 15^. Ugazio esce dalla T2 con ormai 1 minuto di vantaggio sui diretti inseguitori Kubicek e Serrieres e oltre 2 da Kubek, Daubord e dagli italiani De Paoli, Fognini e Aru, e vola via in solitaria. 1 minuto e 10 secondi di vantaggio sugli avversari per Ugazio, che chiude 1° Assoluto e Under23 in 1.44.09, davanti al francese Arthur Serrieres (1.45.20), argento su entrambi i podi, mentre la terza piazza assoluta è per il ceco Jan Kubicek (1.45.20) e quella Under23 per il nostro Emanuele Aru (1.49.36).

    RISULTATI

    20525495 1490297454360527 8341768845290663705 n

    Photo Credit: Bereczky Sándor | http://bereczky.ro/ |

    E poi ancora una medaglia dalla rassegna continentale con Marica Romano, Bronzo Europeo Under23 di Triathlon Cross in 2.22.12, che conquista il podio al suo esordio di categoria, alle spalle della Campionessa Under23, la russa Daria Rogozina (2.13.58), e della rumena Antoanela Manac, 2^ in 2.19.55. Uscita quarta assoluta dall'acqua e quarta Under23 da T2, con gran tenacia a piedi conquista la sua prima medaglia europea chiudendo anche 10^ assoluta. Il titolo assoluto di triathlon cross (1.59.49) va all'ungherese Brigitta Poor, al suo primo oro europeo, ma già Medaglia di Bronzo nel 2015. Alle sue spalle la specialista francese Morgane Riou (2.02.51) e terza l'inossidabile austriaca, plurimedagliata anche del winter triathlon, Carina Wasle (2.05:45). 4° posto (2.06.02) ai piedi del podio elite per la Campionessa Italiana della specialità, Eleonora Peroncini, al suo esordio europeo e con un'ottima gara in MTB che le ha consentito di rimontare il gap iniziale di circa 3' minuti dopo il nuoto e l'ha rimessa in corsa per il podio grazie al secondo miglior tempo realizzato. Rimasta terza fino a metà della frazione a piedi, ha dovuto cedere all'incalzare della più esperta e veloce austriaca Wasle.
    La campionessa europea elite Brigitta Poor, uscita terza dal nuoto, ha preso subito la testa della gara ed è rimasta davanti per l'intera frazione, confermando la sua leadership anche nella corsa e tagliando il traguardo in 1.59.49. Argento per la francese Morgane Riou, che si impone durante la frazione bike e conferma la posizione a piedi con un tempo finale di 2.02.51. L'austriaca Carina Wasle, dopo essere sempre rimasta alle spalle della Peroncini nella frazione ciclistica, scala la marcia negli ultimi chilometri di corsa e conquista il Bronzo elite in 2.05.45.

    20479817 1490291341027805 6019118835870907528 n

    Al momento leader in Europa nel segmento Cross con 9 medaglie vinte dai 18 azzurri presenti al Transilvania European Cross Festival, rassegna continentale della specialità di Cross, rimaniamo in attesa delle prossime performance ai Mondiali di Pentiction di metà agosto, in Canada, un altro grande festival del Multisport. Soddisfatti e ottimisti per le gare future Alessandro Alessandri e Massimo Galletti, rispettivamente coordinatore responsabile e tecnico del settore Multisport e del Progetto Triathlon Cross, avviato nello scorso quadriennio con attenzione rivolta soprattutto ai giovani, e che si è rinnovato quest'anno anche nei confronti di Under23 ed Elite.

    Complimenti a

    - Marcello Ugazio Oro Elite e Under23 Cross Triathlon
    - Emanuele Aru Bronzo U23 Cross Triathlon
    - Filippo Pradella Oro Junior Cross Triathlon; Argento Junior Cross Duathlon
    - Marta Menditto Oro Junior Cross Duathlon; Argento Junior Cross Triathlon
    - Luca Patris Bronzo Junior Cross Duathlon
    - Marica Romano Bronzo Under23 Cross Triathlon

    e a tutti gli Age Grouppresenti.

  • Un 2017 da ricordare per Silca Sporteams, che bottino per le società di triathlon e atletica di casa Silca! Tredici i titoli italiani, un oro continentale e un bronzo iridato per gli atleti biancorossi

  • Dal 22 fino al 25 aprile l'Isola d'Elba è 4X4... X4 con la seconda edizione dell'Iron Tour Cross, unico evento offroad di triathlon cross country a tappe presentato in Europa con formula 4 gare in 4 giorni su 4 località diverse ma tutte in quel paradiso naturale perfetto per la MTB che è l'Isola d'Elba. Fulcro logistico della manifestazione il Comune di Capoliveri, ma anche il Bike Park di Monte Calamita.
    Sabato il Triathlon Olimpico Cross della prima tappa a Pareti di Capoliveri, gara valida come 1^ Prova del Circuito Cross federale e a maggior ragione per questo motivo con percorsi dalla elevate qualità tecnico-paesaggistiche: accanto alla classifica complessiva, premiazioni singole per ogni prova e sono Marcello Ugazio (01:49:25) ed Eleonora Peroncini (02:11:34) a vincere sulle distanze di 1 chilometro a nuoto, 25 in mountain bike e 8 in trail run. Partenza e arrivo sulla spiaggia per gli oltre 150 atleti alla volta della frazione swim nelle limpide acque del golfo prima di toccare terra e macinare chilometri lungo il tracciato tecnico e panoramico. Subito davanti il neoeletto campione italiano élite e under 23, Marcello Ugazio, con un ritmo davvero troppo proibitivo per gli sfidanti. Incrementa il vantaggio in sella, distanziando sempre più i diretti competitor, Fausto Fognini e Stefano Davite. Una marcia in più per Ugazio, che nel giorno del suo 21esimo compleanno conquista la vittoria in 1h49’25’’. Argento per Stefano Davite (01:55:22) e bronzo per il vicecampione italiano di triathlon cross Mattia de Paoli (01:55:49). Trionfo in rosa per Eleonora Peroncini, regina della gara con un tempo di 2h11’34’’. Dopo una partenza di studio Peroncini esce dall’acqua alle spalle di Greta Vettorana. Straordinaria la frazione mtb in 1h13’09’’ che la porta al comando della gara. Dietro di lei Marica Romano (02:20:10) e Marta Menditto (02:20:34).

    IronTourCrossTRiathlete
    Seconda tappa ieri, con il Triathlon Sprint Cross di Porto Azzurro: vincono sulle distanze di 750 metri a nuoto, 14 in MTB e 5 di trail run Mattia De Paoli e nuovamente Eleonora Peroncini. Il vicecampione italiano conquista così la seconda tappa dell’Iron Tour Cross, con un tempo di 1h07’22’’. Partendo dalla spiaggia del paese esce dall'acqua in 9’09’’, ma è in sella che si porta alla testa della gara. Al giro di boa viene tallonato da un ottimo Stefano Davite e i due affrontano in coppia a grande velocità le vie del borgo di mare tra scalinate in salita-discesa con trattorie davvero precise. Arrivano al traguardo a pochi secondi di distacco l'uno dall'altro, con Stefano Davite che a causa di una storta alla caviglia perde qualche istante prezioso (1h07'59''). Terzo Fausto Fognini (1h08'20''). Ancora dominatrice dell'Elba Eleonora Peroncini, 24esima assoluta in 1h19’11’’. Dietro di lei la giovane promessa Marta Meditto (1h21'33'') e Marica Romano (1h22'06'').

    IronCrossSprintTriathlete

    E poi al via con la terza tappa, quella del Triathlon Sprint Cross di Lido di Capoliveri sulle distanze di 750 metri a nuoto, 14 in MTB e 5 di trail run. Ancora una vittoria per Mattia De Paoli: subito davanti all’uscita dall’acqua, ha affrontato la frazione bike senza mai lasciare la testa della gara, distanziando i diretti avversari su percorsi di strada e off road. Spettacolare la frazione trail run lungo tutta la spiaggia di Capoliveri fino alla spettacolare “Grotta del Diavolo”. Mattia De Paoli ha tagliato il traguardo in 1h11’53’’ davanti a Filippo Rinaldi (1h13'38'') e Fausto Fognini (1h13'57''). Grande assente di giornata Stefano Davite, bloccato da un infortunio nella tappa di PortoAzzurro. Per le donne Eleonora Peroncini riconferma il suo incredibile primato chiudendo in 1h25’27’’, 23esima assoluta. Seconda e terza le junior Marta Menditto (1h27'10'') e Matilde Bolzan (1h28'48'').

    IronTourLidoTriathlete

    E oggi la quarta e ultima, quella del Triathlon Sprint Cross di Naregno - "Monte Calamita", nuovamente sulle distanze di 750 metri a nuoto, 14 in mtb e 5 di trail run. Vittoria in grande stile per Mattia De Paoli che ha conquistato il Monte Calamita in 1h17’33’’. Dopo una partenza mozzafiato nella Baia di Naregno e la scalinata della frazione bike, il gruppo è risalito lungo le pendici del Monte raggiungendo la T2. Sempre al comando, De Paoli ha imposto il suo ritmo. Dietro di lui, il gruppo con Fognini, PanzaVolta, Figini, Lunghi e Kindel a pochi secondi l'uno dall'altro. Il trail run (5Km) sulla vetta ha confermato la vittoria di Mattia De Paoli, secondo Fausto Fognini (1h19'17'') e Marco PanzaVolta (1h19'58''). Riconferma di Eleonora Peroncini in 1h32’06’’, che piazza la quarta vittoria consecutiva in quattro tappe. Dietro di lei la junior Marta Menditto (1h34'12'') e Marica Romano (1h35'37'').

    IronTourNaregnoTriathlete

    RISULTATI 1^ TAPPA
    RISULTATI 2^ TAPPA
    RISULTATI 3^ TAPPA
    RISULTATI 4^ TAPPA 

  • Sono Marta Menditto e Filippo Pradella i Conti Dracula degli Europei di Cross a Targu Mures, in Transilvania; bronzo nella prova di Duathlon della rassegna Festival Cross per Luca Patris
    Gli Junior Marta Menditto e Filippo Pradella da paura in Transilvania, si danno il cambio tra oro e argento: inizia lei con la vittoria agli Europei di Duathlon Cross mentre lui è argento, il giorno seguente viceversa nel Triathlon. La rassegna continentale di Cross inizia con una tripletta azzurra firmata anche da Patris: nelle rispettive prove degli Europei Duathlon Cross Marta Menditto è Oro, Filippo Pradella Argento e Luca Patris Bronzo. Dietro alla Menditto, prima in 57:16, l'ucraina Sofiya Pryyma (58:01) e la russa Alexandra Levkovich (59:02). Il titolo eropeo maschile è andato allo spagnolo Miquel Riusech (49:23), poi Pradella in 50:39 e Patris in 50:45; 13° posto per Christian Trapani (58:07).

    Menditto

    RISULTATI

    Photo Credit: Bereczky Sándor | http://bereczky.ro/ |

    Il giorno seguente è all'insegna del trionfo di Filippo Pradella, che conquista l'Oro Europeo Junior Triathlon Cross, mentre Marta Menditto è d'Argento. Sempre davanti, Pradella diventa nuovo campione europeo Junior di Triathlon Cross con una gara da protagonista fin dalle prime battute. Tre gli azzurrini subito in testa dopo il nuoto: primi fuori dalla T1 sono Thomas Previtali, Daniel Polizzi e Filippo Pradella, appunto. Alle loro spalle gli insidiosi spagnoli che si inseriscono senza più lasciare il gruppetto di testa; 8° Podda con transizione veloce, 19° Trapani e 26° Patris. Nella frazione ciclistica Pradella prende e mantiene la testa della gara con un'ottima performance; attaccati a lui restano gli spagnoli Valls e Riusech; buona la prova in mountain bike di Podda, che si assicura la 5^ posizione, mentre Polizzi è 7°; Thomas Previtali partito forte, 'paga' la bici e, nonostante una fuga iniziale, perde posizioni restando a metà classifica, riuscendo con la successiva corsa a chiudere 13°. Usciti dalla T2, Filippo Pradella non ha rivali e conclude la sua splendida prova volando al traguardo, tagliato in 1.01.23. Alle sue spalle lo spagnolo Miquel Valls Alemany (1.01.48), mentre la lotta per il terzo gradino del podio resta aperta fino a metà frazione a piedi tra Miquel Riusech - già vincitore del titolo europeo di Duathlon Cross - e il nostro Francesco Podda: ma il terzo posto va allo spagnolo, che aumenta il vantaggio e ferma il tempo a 1.03.18, mentre Podda conclude 4° in 1.04.37. 9° in top ten Daniel Polizzi (1.05.18). Thomas Previtali, dopo un buon inizio, ha pagato la frazione in mountain bike e conclude la sua prova 13° in 1.08.11 davanti a Luca Patris, 14° in 1.08.15; Christian Trapani giunge al traguardo 17° in 1.09.49. 

    Pradella

    Nella gara femminile Junior, brava Marta Menditto che non delude le aspettative e conquista la medaglia d'argento in 1.12.18. La sua compagna di squadra, Matilde Bolzan, conclude 5^ in 1.14.11. All'avvio delle nostre juniores, il nuoto vede concludere la frazione Marta Menditto in 6^ posizione e Matilde Bolzan in 7^. Grazie alla successiva frazione in mountani bike, entrambe recuperano. Marta Menditto, reduce dalla bella vittoria del titolo europeo duathlon Cross di due giorni prima e decisa a salire nuovamente sul podio, mette a frutto anche la corsa e grazie a uno sprint negli ultimi 500 metri guadagna il secondo gradino europeo; Matilde Bolzan, migliore in bici, paga lo scotto della fatica e conclude 5^ dopo aver comunque mostrato le sue ottime qualità in mountain bike. Vittoria incontrastata per la fortissima ucraina Sofiya Pryyma in 1.10.05, che aggiunge questo titolo all'argento nel duathlon cross vinto alle spalle di Marta. Terza è la magiara Fanni Soos, con un tempo di 1.12.20.

    Junior

    RISULTATI

    Photo Credit: Alessandri e Berzsolt | http://facebook.com/berzsoltphoto |

  • Sono Francesco Nicolardi e Sandra Mairhofer i vincitori della prima, fredda edizione di Livigno Triathlon Cross Country
    Si è svegliata sotto una fitta nevicata Livigno ieri mattina, con temperature sensibilmente basse e un meteo che ha di molto condizionato la prima edizione di Livigno Triathlon Cross Country, obbligando il comitato organizzatore a rivedere i tracciati e portando molti atleti a rinunciare alla partenza. Solo una quarantina i temerari al via, che, nonostante le difficoltà, hanno saputo dare egrege dimostrazioni a livello tecnico. Spostata la frazione natatoria dal Lago di Livigno all'interno della piscina di Aquagranda Active You, quella ciclistica è stata portata a un multilap di tre giri, interamente all'interno del comprensorio livignasco afferente alla zona di partenza, mentre quella podistica si è giocata su due giri dissennati tra la ciclabile e i sentieri vicini. Nella prova femminile è Sandra Mairhofer a dettare i ritmi di gara fin dalle prime bracciate del nuoto, limitatandosi poi ad amministrare la propria prestazione fino al traguardo (1:57:38) lasciandosi alle spalle la doppietta Sai Frecce Bianche delle Junior Matilde Bolzan (2:05:50) e Marta Menditto (2:10:06). 

    asbb

    Simile nel proprio svolgimento anche la gara maschile, con Francesco Nicolardi che non ha lasciato spazio agli avversari fin dalla frazione natatoria, portandosi in T1 con un margine molto ampio sui diretti inseguitori, distacco che ha poi ulteriormente aumentato in sella. Primo sotto la finish line (1:43:13), Nicolardi ha avuto la meglio su Fausto Fognini (1:44:47) e sul compagno di squadra Mattia Zontini (1:45:50) per una doppietta Raschiani Tri Pavese.

    RISULTATI

  • Europei Multisport Targu Mures, arrivano le prime (otto!) medaglie nel Triathlon Cross: tre per gli Elite (Eleonora Peroncini e Tommaso Gatti sono d'argento e Sandra Mairhofer di bronzo), tre per gli Under 23 (un oro per Tommaso Gatti e uno per Marta Menditto, oltre all'argento di Matilde Bolzan) e due per gli Junior (argento per Lorenzo Spagnolo e bronzo per Filippo Pradella). Oltre alle sei conquistate dal Team Italia Age Group 

  • Massimo Cigana e Marta Menditto dominano il Triathlon Olimpico Cross Country dell'Alpago, sul lago di Santa Croce, in provincia di Belluno. Dopo la gara in mountain bike e l’Aquathlon Kids, domenica sarà la volta del Triathlon Sprint Silca Cup

  • Ugazio e Peroncini sono i nuovi Campioni Italiani di Triathlon Cross, d'argento Spinazzè e Morvillo, di bronzo Casadei e Tavecchio.
    Sul lago di S. Croce in Alpago, in provincia di Belluno, quasi 200 al via. Una frazione superlativa in mountain bike consegna ai due favoriti, Marcello Ugazio ed Eleonora Peroncini, la vittoria nel Campionato Italiano Assoluto di Triathlon Cross Country. Come da pronostico, Ugazio (già vincitore nel 2016 proprio in Alpago) e Peroncini sono usciti attardati dal nuoto, ma sulle ruote grasse hanno recuperato e superato gli avversari, guadagnando diversi minuti poi risultati determinanti per il successo finale. Sul secondo gradino del podio, i sorprendenti Federico Spinazzè, junior pluricampione italiano alla prima esperienza nel cross, e Bianca Morvillo. Di bronzo, gli intramontabili Alberto Casadei, grande affezionato dell’Alpago, e la regina della specialità, oggi all’ultima gara della carriera, Sara Tavecchio.
    La cronaca della gara maschile vede uscire dalle acque del lago, dopo 1000 metri a nuoto, Leonardo Ballerini, seguito a ruota dagli junior Federico Pagotto e Federico Spinazzè, da Alberto Casadei e da Francesco Floriano Nicolardi. Il campione in carica, Ugazio, esce attardato di una cinquantina di secondi. Si parte poi con la frazione di mountain bike: due giri per un totale di 21,3 chilometri. Alla fine del primo, Ugazio ha già recuperato tutto lo svantaggio e inizia a staccare gli avversari grazie a un’azione prepotente. Dietro Casadei e Spinazzè (Pagotto è out per una caduta) fanno gara a due, dandosi cambi e cercando di non perdere troppo terreno dal battistrada. All’arrivo in zona cambio, Ugazio è ormai lanciato verso la vittoria: alla fine del primo giro della frazione a piedi il vantaggio sul secondo, Spinazzè, è di 3’30’’ (poco dietro Casadei e Filippo Galli lottano per il terzo posto). I 6,3 chilometri di corsa sono una cavalcata solitaria per Ugazio, che dopo 1h27’47’’ alza nuovamente le braccia al cielo sotto il traguardo lungolago. Dietro di lui, si può fregiare del titolo di vicecampione assoluto di triathlon cross il 19enne neodiplomato Federico Spinazzè (1h31'46''). Per lui l’ennesimo podio tricolore di una stagione, quella 2017, che gli ha già regalato tre allori. A conquistare il bronzo, dopo una volata fino all’ultimo metro con Galli, l’azzurro Alberto Casadei (1h32'25'').

    UominiCross

    Al femminile gara “fotocopia” della 32enne Peroncini che, uscita dal nuoto con quasi 3’ di ritardo dalla prima, Carlotta Missaglia, inizia una rimonta devastante in mtb che la porta ad accumulare un vantaggio di diversi minuti. Dopo la terza e ultima frazione a piedi, taglia il traguardo con il crono di 1h43’52’’, davanti a Bianca Morvillo (1h50’21’’) e all’immensa Sara Tavecchio (1h51’55’’).
    Soddisfatto delle prestazioni Massimo Galletti, tecnico federale e responsabile del progetto cross: “Ugazio e Peroncini hanno confermato il pronostico di favoriti e Spinazzè si è confermato un grande atleta anche nel cross, aprendo ulteriori possibilità alla sua carriera. L’altra sorpresa di giornata è Morvillo, argento femminile. In vista della rassegna continentale di Targu Mures, Ugazio, bronzo lo scorso anno, ha dimostrato la sua buona condizione di forma, come Peroncini, che in Romania sarà alla sua prima rassegna con la maglia azzurra, ma che deve migliorare il nuoto per poter fare risultati importanti anche su palcoscenici internazionali. Ho visto gli altri convocati un po’ appannati, ma quella di oggi era una gara di preparazione in vista degli Europei della prossima settimana, che si è rivelata positiva”.

    DonneCross

    Domani, domenica 23 luglio, si torna sul lago, ma questa volta su strada, con la Triathlon Sprint Silca Cup, gara rank sulle distanze di 750 metri a nuoto, 19,3 km in bici e 5 km di corsa a piedi, che vedrà in gara forti triathleti in arrivo da tutt’Italia. 

    RISULTATI

    Vincitori di categoria. Maschili. S1. Emanuele Aru 1h34’50’’. S2. Riccardo Ridolfi 1h34’12’’. S3. Stefano Davite 1h35’46’’. S4. Luca Barardini 1h37’40’’. M1. Fabio Guidelli 1h38’03’’. M2. Giuliano Giacomelli 1h45’12’’. M3. Massimiliano Donati 1h40’15’’. M4. Massimo Nannini 1h47’25’’. M5. Tino Bettoni 1h56’54’’. M6. Giancarlo Pittoni 2h14’30’’.
    Femminili. S2. Francesca Ravazzolo 2h4’18’’. S3. Camilla Magliano 1h58’34’’. S4. Genziana Cenni 1h58’08’’. M1. Laura Silei 2h13’08’’. M2. Ilaria Sambo 2h19’50’’. M3. Giacinta Savorani 2h27’30’’. M5. Luisella Iabichella 2h42’35’’.

    Photo Credit: Massimiliano Pizzolato 

  • XTERRA European Tour Triathlon Cross, a Malta "grassa" la prima": mentre la stagione mondiale è partita già lo scorso febbraio in Sud Africa, il tour continentale si è ufficialmente aperto con la gara di Malta dello scorso weekend.

    Scenografico come sempre, il circuito XTERRA che a fine stagione culmina nel paradiso hawaiano di Maui non poteva che scegliere per la prima tappa del tour europeo una meta all'altezza come Malta e la sua affascinante riserva naturale Majjistral, nel nord ovest dell'isola. Triathlon cross tra MTB e corsa offroad: la filosofia con cui XTERRA abbraccia la triplice ti sporca di fango facendoti divertire come un bambino, ma non senza le difficoltà che solo i "più grandi" possono superare. Il World Tour, suddiviso in Tour continentali, propone 43 appuntamenti per gli specialisti del fuoristrada e culminerà il 29 ottobre alle Hawaii proprio come il circuito IRONMAN. 16, invece, le tappe del Tour europeo che si chiuderà il 3 settembre in occasione del Campionato Europeo nell’isola danese di Mons Klint, non senza prima mandare in scena la gara italiana di Scanno. E da quest'anno ci saranno più possibilità per l'ambita slot per la finale grazie all'introduzione di nuove categorie. 42 gli italiani all'appello domenica a Malta, di cui 2 le donne, Maria Nanes (03:58:49) e Marta Menditto, l'elite a capo della spedizione, poi 1^ azzurra al traguardo (02:59:01). Ancora una volta oro di giornata sulla distanza full per lo spagnolo Roger Serrano (02:06:44), argento per il tedesco Maximilian Sasserath (02:10:11), bronzo per il francese Francois Carloni (02:11:11). Per la seconda volta qui prima donna al traguardo l'ungherese Brigitta Poor (02:25:01), dopo di lei la ceca Helena Erbenova (02:28:44) e la britannica Nicole Walters (02:37:31). Virtuale podio azzurro per Luca Molteni, 18° in 02:23:46; dopo di lui, da segnalare la vittoria di categoria di Andrea Giuseppe Zanenga, 19° assoluto (02:23:53) e già avvezzo alle emozioni da slot. Terzo azzurro in classifica Mattia Torraco, 33° in 02:32:41. Vittoria assoluta sulla distanza sprint per Alessandro Bonalumi (01:19:33), di solito lunghista ma che per questa volta ha scelto la prova corta su di un unico giro per ogni frazione.

    XTERRA European Tour

    2-Apr Malta Majjistral Nature Reserve 
    23-Apr Cipro Ciro Lara Beach/Akamas, Paphos 
    30-Apr Grecia Vouliagmeni 
    14-May Spagna Taragonna 
    27-May Portogallo Golega 
    10-Jun Belgio Namur 
    18-Jun Finlandia Imatra 
    24-Jun Svizzera Vallee de Joux 
    2-Jul Francia Xonrupt 
    30-Jul Italia Scanno, Abruzzo, Italy 
    5-Aug Norvegia Norefjell 
    13-Aug Polonia Krakow 
    19-Aug Germania Zittau 
    26-Aug Svezia Hammarbybacken, Stockholm 
    3-Sep Danimarca European Championship Mons Klint 
    29-Oct World Championship Kapalua, Maui 

    RISULTATI

    Photo Credit