Rivincite
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Partita la raccolta fondi "Sii i miei occhi oltre i limiti": aperta lunedì 15 giugno la campagna crowdfunding dedicata alla crescita del progetto di Norbert Casali, atleta paralimpico ipovedente che punta a sensibilizzare e avvicinare al mondo della disabilità, soprattutto quella visiva

"Cercare nuove modalità per entrare in contatto con i ragazzi e per ampliare le attività da svolgere in questo periodo storico è fondamentale": Norbert Casali, atleta paralimpico ipovedente, insieme a quattro amici (normodotati) visita le scuole per far conoscere ai ragazzi (e agli adulti) cosa significhi convivere con una disabilità sensoriale come la sua e come questa possa essere vista anche come fattore "abilitante", piuttosto che sempre e solo come condizione invalidante. Un modo per mettersi alla prova e capire che si può andare avanti, proprio come recita il nome del loro gruppo: "Oltre i limiti"
Racconta Norbert che "attualmente abbiamo visitato tre scuole (due primarie e una secondaria di primo grado) e quello che abbiamo notato fin da subito è la curiosità dei ragazzi nei confronti di questo mondo buio e nero che possono sperimentare sotto le mascherine. Inizialmente vi è sempre un momento di paura e di ansia; ben presto, si percepisce il proprio corpo, l’ambiente esterno e le altre persone in modo completamente diverso: non più guardando, ma ascoltando, annusando, toccando, immaginando. Le attività più apprezzate dai ragazzi sono sicuramente le esperienze pratiche: imparano a usare il bastone per spostarsi in uno spazio e sperimentano il cerchio dei sensi, un momento in cui, seduti in cerchio, ascoltano rumori dell’ambiente (le onde, i grilli, le auto di una strada), annusando gli odori (la resina dei pini, i limoni, le arance) e toccando vari oggetti (pigne, ramoscelli, sabbia). Nell’ultima scuola visitata abbiamo avuto la possibilità di parlare in modo particolare degli ausili usati dai disabili visivi ed è stato incredibilmente piacevole notare come non solo gli studenti ma anche i docenti fossero coinvolti, entusiasti e curiosi nei confronti della tecnologia di oggi, che può rendere la nostra vita di gran lunga meno difficile!".
Da lunedì 15 giugno è iniziata una campagna fondi (tutte le donazioni sono fiscalmente deducibili) dedicata alla crescita di questo progetto nelle scuole, inserita sulla piattaforma Eppela e nell'ambito dell'iniziativa MSD CrowdCaring. Maggiori informazioni sui profili Instagram e Facebook ufficiali.