Grid List

Ecco per maggio altre quattro nuove squadre di triathlon, in un’Italia che ne è sempre più ricca

Per la rubrica "Vita di Società", a cura di Federica Varbella e ogni mese in edicola con un nuovo numero di Triathlete, oggi parliamo di Triathlon 7C ASD

Per la rubrica "Vita di Società", a cura di Federica Varbella e ogni mese in edicola con un nuovo numero di Triathlete, oggi parliamo di ASD ReAction

Per la rubrica "Vita di Società", a cura di Federica Varbella e ogni mese in edicola con un nuovo numero di Triathlete, oggi parliamo di ASD Poligolfo

Come ogni numero, anche questo mese sono quattro le società che abbiamo scelto di pubblicare alla rubrica a loro dedicata. Mandateci anche voi uno scritto relativo al vostro team di triathlon con una foto di gruppo. In regalo da parte nostra cinque abbonamenti on line trimestrali per avere a portata di device la nostra rivista.

Scopri di più sul numero di maggio: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.

La società ASD Triathlon Faenza - Team Multisport nasce nel 2005, inizialmente come selezione della locale società di atletica leggera. La squadra si è evoluta nel corso di questi 11 anni, partendo dal primo nucleo di 30 iscritti, per arrivate agli attuali 80 tesserati, tutti attivi nella partecipazione di gare italiane e internazionali. Il massiccio incremento di nuove iscrizioni al triathlon si spiega con l’evoluzione della disciplina in tutta la regione e in Italia in generale, ma è anche il frutto dell’organizzazione della società; grazie, infatti, a un consiglio direttivo che si occupa del coordinamento e dell’organizzazione di tutte le attività, dalla gestione sportiva, tecnica, logistica al magazzino, dall’area fiscale ai rapporti con gli sponsor e le pubbliche amministrazioni, la società è oggi saldamente ancorata al territorio e vicina ai propri atleti. Alla gestione degli allenamenti e della preparazione agonistica dei tesserati, la società di Faenza accompagna l’organizzazione dell’importante manifestazione “3ATHLON di Faenza”, in collaborazione con l’Associazione “Tre per te”; si tratta di una gara, che si svolge ogni anno l’ultima domenica di agosto, alla quale partecipano oltre 600 iscritti, di cui circa 100 bimbi. Una vera e propria festa cittadina, il cui ricavato viene devoluto interamente per finanziare progetti di solidarietà e promozione sociale in ambito locale.

Il Gruppo sportivo Fancello Cicli Terranova ASD nasce nel 1995 dall’esigenza della Società Ciclistica Terranova, costituitasi nel lontano 1951, di dedicare una parte dell’attività al ciclismo amatoriale e fuoristrada e, a partire dal 2014, specificamente al triathlon. Tenendo sempre in considerazione la decennale attività ciclistica, la società con sede a Olbia, sta puntando sempre più nella direzione del triathlon. Grazie, infatti, all’ottima struttura del Geo Village di Olbia, presso cui si svolgono gli allenamenti di nuoto, e grazie a tecnici preparati come Sergio Russo, Luca Farneti, Pietro Pellegrino, Stefano Piras e Sandro Fancello, la sezione dedicata alla triplice si sta evolvendo in maniera esponenziale. Sono 45 infatti i tesserati alla squadra, di cui oltre 20 appartenenti al settore giovanile, vera linfa della società sarda. La voglia di promuovere questo sport affascinante, unita all’impegno nel valorizzare il territorio, si sposa all’interno dell’ASD Fancello Cicli Terranova con il desiderio di dare ai giovani la possibilità di crescere e divertirsi con lo sport.La società sarda è anche molto attiva nell’organizzazione di gare ed eventi e, nonostante le molte difficoltà, è intenzionata a organizzare un triathlon al fine di promuovere la disciplina nel territorio del nord-est della regione.

L’Asd Oasi Laura Vicuna è una grande e unica realtà, nata presso il Centro Sportivo Laura Vicuna di Rivalta (To). Il progetto parte nel 2002, dall’intuizione di don Aldo Rabino di creare un centro sportivo di prim’ordine, in cui i più giovani potessero praticare molte attività ludiche e sportive, con la possibilità di accoglienza anche notturna. Attualmente giovani e meno giovani, sfruttando l’efficienza della struttura e dei servizi del Centro Sportivo, sono impegnati in svariate attività agonistiche: nuoto, basket, volley, karate, atletica. Non poteva quindi mancare il triathlon! Nel 2012, infatti, per volontà di quattro atleti provenienti dalla squadra di nuoto master, che era già attiva nel Centro da diversi anni, viene ratificata la prima affiliazione FiTri. Da allora la squadra è cresciuta in maniera costante arrivando a 30 elementi nella stagione in corso. L’impronta della Oasi Triathlon non ha potuto che rispettare i principi di base dell’Associazione: aggregazione e socializzazione, tra atleti e le loro famiglie, consapevoli che attraverso lo sport si possono condividere emozioni e iniziative a sfondo sociale. L’associazione, inoltre, svolge una serie di iniziative sociali, assistenziali e culturali, finalizzate a sostenere le opere missionarie in Brasile. La sana attività sportiva è quindi volano dello spirito e dello stile della Oasi Laura Vicuna.

La Nest, tradotto dall’inglese significa, letteralmente, nido o tana per cuccioli, è una società pensata particolarmente per i più giovani, per la costruzione, cioè, di un nutrito e forte vivaio di atleti, in grado di rinnovarsi con costanza e conseguire ottimi risultati. Nata ufficialmente il 13 luglio 2013 a Lecce, la Nest si riconosce visivamente per il simbolo del Cangi giapponese, logo societario e stemma delle divise. Il settore triathlon è stato fin da subito il più vivace: dai 3 atleti under 18 del primo anno, si è passati rapidamente ai 20 atleti, sempre under 18, in aggiunta ad altri giovani di poco più grandi. Anche i risultati sono stati fin da subito encomiabili: prima società in Puglia, podi nazionali e internazionali. Le difficoltà organizzative legate alla distanza dai principali campi gara in Nest si combattono con la passione e la tenacia proprie di tutta la dirigenza, degli atleti e dei loro familiari. Il magico Salento non manca poi di affermarsi come terra nata per il triathlon, offrendo a tutti stimoli sempre nuovi e panorami mozzafiato nei quali allenarsi e godersi una sana pratica dello sport. Attivissima anche sul fronte organizzativo, la Nest è società CTT della FiTri (Centri Tecnici di triathlon: strutture di riferimento per l’allenamento giovanile in funzione dell’alto livello, all’interno delle quali vengono sviluppati i programmi di reclutamento e supporto del Progetto Talento), e pertanto organizza seminari informativi annuali e camp dedicati alla triplice.

Il progetto triathlon a Lodi nasce dalla richiesta da parte dei molti frequentatori dell’impianto sportivo Faustina Sporting Club di avere una società prettamente dedicata al triathlon. La Sport 64 nasce, infatti, come aggregatore di tutti quei nuotatori, o già triatleti di altre società lombarde, che frequentano da sempre il complesso Faustina (vasca da 50 m indoor e scoperta, centro fitness e fisioterapico).
Il programma della società lodigiana si articola su 5 step: fondare il team e comunicarlo alla città, accessi al Club economici per richiamare più gente possibile alla “prova triathlon”, diffondere in tutti lo spirito di divertimento e non di ansia agonistica, avvicinare i giovani alla triplice e, infine, creare uno stabile settore giovanile che affianchi e dia continuità a quello degli Age Group. Per raggiungere gli obiettivi che la dirigenza si è fissata, lo spirito d’iniziativa e la passione costituiscono la spinta propulsiva della Sport 64. Grazie, inoltre, alla collaborazione con la società Vivo Piacenza, si riuscirà a organizzare la 2^ edizione del Triathlon Città di Lodi. Altre iniziative della Sport 64 saranno, infine, la creazione di eventi infrasettimanali di aquathlon amatoriali, al fine di avvicinare più gente possibile alla multidisciplina, e l’organizzazione in inverno di “triathlon indoor”.

Affiliata ufficialmente alla Federazione italiana Triathlon dal lontano 1995, la sezione triathlon del Cus Udine è da sempre società cardine di tutto il panorama friuliano. Da sempre, infatti, è in prima fila per quanto riguarda l’organizzazione di manifestazioni sportive di rilevanza nazionale, capaci di mettere in mostra lo splendido panorama e i magnifici percorsi della zona. Sede degli allenamenti di nuoto e centrale organizzativa della società è il Palacus di Udine, mentre per la corsa e per la bici le uscite si svolgono sulle caratteristiche strade, con salite e discese, del Friuli. La forza della società risiede nel legame tra una struttura societaria, solida e preparata, e l’importante numero di tesserati: oltre 120, tra i quali si annoverano sia atleti esperti e sia giovani alle prime armi. Tra gli atleti di prima fascia vantano, infatti, un campione europeo di doppio Ironman, nonché svariati titoli regionali e italiani nelle varie categorie: Eros Bravo. Per quanto riguarda i più giovani, invece, non possiamo non citare Nicola Azzano, vincitore della Coppa Italia 2015 nella categoria Juniores. Ed è proprio il settore giovanile l’aspetto più importante per la squadra friulana, punto di partenza per un ricambio generazionale che porterà, senza dubbio, a grandi successi.

La società, originariamente fondata nel 2009, ha subito successivamente un cambio di gestione, per presentarsi nel 2013 come Team Europa Sporting Club. È nata da un piccolo gruppo di amatori di Brescia e si è evoluta in questi anni, diventando oggi un’importante realtà con oltre 35 tesserati, dei quali molti di primo livello. Punto di riferimento per gli atleti del Team Europa è senza dubbio Enrico Cortellazzi, atleta nonché allenatore di running e ciclismo. Per la parte natatoria, invece, gli atleti hanno la fortuna di essere appoggiati alla squadra Master, che si allena in tre moderni impianti sparsi per la città di Brescia. L’Europa Sporting Club, con i suoi settori dedicati per ogni disciplina (corsa, nuoto, ciclismo), è l’ambiente ideale nel quale sperimentare le varie discipline e allenare il triathlon in maniera mirata ed efficace. L’obiettivo principale di tutte le squadre del Team Europa è dare la possibilità a tutti gli atleti di crescere e partecipare a svariate iniziative, agonistiche e non, nonché di creare per i neofiti il terreno per puntare anche a obiettivi alti, come il Mezzo Ironman di Pescara, ad esempio. Altro importante obiettivo è, infine, creare un solido settore giovanile, attingendo anche dagli altri settori dell’Europa Sporting Club.

Con sede a Verona, l’Asd Traguardo Volante Racing è una società sportiva con molte stagioni agonistiche all’attivo; nata ufficialmente nel 2003, parallelamente al negozio Traguardo Volante, muove i suoi primi passi con un nutrito gruppo di atleti della storica SCA Arbizzano. Con gli anni si è andata via via ingrandendo, recuperando atleti provenienti dalle sezioni di ciclismo, running e Mtb del grande bacino di Traguardo Volante, per stabilizzarsi, infine, sugli attuali 50 tesserati. Nel corso della passata stagione, sono stati diversi i podi di categoria in sprint e olimpici. Tra i risultati agonistici di spicco, invece, non possiamo non citare la recente vittoria da parte di Giovanni Strazzer, ex ciclista professionista dal 1988 al 1992, con all’attivo anche partecipazioni al Giro d’Italia, del titolo di Campione italiano Duathlon Classico, categoria M3. Ma nonostante le individualità interessanti e qualche giovane promessa, il vero obiettivo della compagine veronese è il divertimento e l’esaltazione dello spirito di squadra, in modo tale che ciascuno si senta valore aggiunto per la solidità e i successi di gruppo. In particolare, l’obiettivo principale del 2016 è la partecipazione ai Campionati italiani di Riccione con più squadre. Nell’Asd Traguardo Volante Racing si può trovare l’ambiente ideale nel quale si vive il triathlon come stile di vita, nel costante desiderio di promuovere questa appassionante disciplina, per creare una società in cui tutti, esordienti o atleti esperti, possono provare, sperimentare e sfidare i propri limiti.

Il 2016 sarà l’inizio di un nuovo corso, di una seconda vita per lo storico Sportclub Meran, nato nel lontanissimo 1985 dall’iniziativa di alcuni dei primi grandi pionieri del triathlon come Paul Rösch, Sepp Wolf e Christian Troger, presenti all’Ironman delle Hawaii già nel 1987. Si è parlato di nuovo inizio perché nel 2016 le novità in casa Sportclub Meran saranno numerose, iniziando da un nuovo direttivo che guiderà questa ripartenza all’insega dell’amore per la triplice. Unendo, infatti, la passione per il triathlon, che a Merano si coltiva ormai da decenni, con una rinnovata spinta verso il futuro, i risultati non faranno che migliorare. Dopo i grandi successi ottenuti in passato, anche da atleti di prima fascia come Massimo Cigana, l’obiettivo principale del team è di costruire un valido settore giovanile.
Attualmente, i 54 soci iscritti del Club sono principalmente Age Group. Particolarità della squadra della Provincia di Bolzano è di riuscire ogni stagione a radunare sotto gli stessi colori numerosi atleti provenienti da altre regioni, creando a ogni competizione un sereno clima familiare, nel quale gli attori principali sono i valori della sana pratica sportiva e non semplicemente i risultati agonistici.

Non esisteva a Matera, né nel resto della Basilicata, una solida e attiva società di triathlon, fino a quando, ormai quattro anni fa, è stato fondato il Triathlon Matera. Partendo da un piccolo ma agguerrito gruppo di nuotatori e iniziando principalmente con gare di aquathlon, la squadra ha via via coinvolto triatleti esperti, neofiti e semplici curiosi. Attualmente è composta da oltre 30 tesserati, la maggior parte appartenenti al settore giovanile. Sono infatti i più giovani al centro del progetto del Triathlon Matera, in quanto l’obiettivo prefissato dalla dirigenza è di divulgare la pratica del triathlon tra i ragazzi e di far provare a più persone possibili questa affascinante e divertente disciplina sportiva. L’attività della società è possibile soprattutto grazie al Centro Sportivo Light, con sede a Matera, che supporta gli atleti fornendo loro la migliore delle strutture per gli allenamenti. Gli sforzi e la fatica che quotidianamente devono affrontare le famiglie, gli atleti e la dirigenza vengono ripagate dai magnifici risultati conseguiti in questi anni dai più giovani: primi classificati al Trofeo Sud Giovanile, convocazioni ai raduni nazionali del Progetto Talento e piazzamenti di spessore ai Campionati italiani di Revine dello scorso anno.