Risultati
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Sembra uno di quei film in cui il protagonista si sveglia e niente sembra cambiato rispetto a "ieri": un inquietante loop temporale, un incubo da cui svegliarsi quanto prima. Per qualcuno, un bellissimo déjà vu: è Angelica Olmo a "ricominciare da capo", di bronzo a Mooloolaba, oggi come l'anno scorso. Un altro strepitoso podio di Coppa del mondo per lei: un sogno da ripetere volentieri tutti i giorni

"È già ieri" per Angelica Olmo, sul podio australiano come l'anno scorso, nella World Cup di Mooloolaba: bronzo nel 2018 (il primo metallo prezioso in carriera per lei nel circuito di Coppa del Mondo) e prestigioso bronzo anche oggi: di quelle giornate che vorresti rivivere all'infinito.

Dalla WTS di Abu Dhabi dello scorso weekend con le prove individuali e quella in staffetta della Mixed Relay World Series, la scena internazionale vola in Australia per la tappa di World Cup di Mooloolaba, prova su distanza sprint con giro unico di nuoto da 750 metri (triangolo in senso antiorario), quattro giri da 5 chilometri per i 20 del segmento in bici e 3 giri da 1,67 per il tracciato a piedi. Sette gli azzurri presenti, supportati in questa trasferta da Andrea D'Aquino (Tecnico Squadra Nazionale), Fabio Rastelli (Program Manager) e Miriam Montuori (Fisioterapista).

Così le donne

2019 Mooloolaba ITU Triathlon World Cup, debutto stagionale individuale in Australia per Angelica Olmo (C.S. Carabinieri), già rodata però nella staffetta della WTS di Abu Dhabi lo scorso weekend: grande risultato per lei, a testimoniare il suo ottimo stato di forma. Sul primo gradino del podio oggi sale la quotata padrona di casa Ashleigh Gentle (00:58:15); argento per la statunitense Renee Tomlin (00:58:21), a 5 secondi dall'oro, e bronzo per la nostra Olmo, distanziata di 9 secondi (00:58:25). Poi l'elvetica Jolanda Annen (4^ in 00:58:31) e la russa Alexandra Razarenova (5^ in 00:58:33). Un bel sesto posto per Anna Maria Mazzetti (G.S. Fiamme Oro), a 13 secondi dalla zona medaglie (00:58:38); mentre Giorgia Priarone (707) chiude 25^ (01:00:21). Qui tutti i RISULTATI.

Così gli uomini

Nella gara maschile l'oro va al canadese Tyler Mislawchuk (00:52:14), davanti all'australiano Brandon Copeland (00:52:19) e al tedesco Valentin Wernz (00:52:22). Tra gli azzurri il primo è Gianluca Pozzatti (707), 14° in 00:52:48. Seguono l'australiano Ryan Fisher (00:52:52) e gli altri italiani: Gregory Barnaby (707), 16° in 00:52:53; Davide Uccellari (G.S. Fiamme Azzurre), 17° in 00:52:56. Poi l'atleta ITU Felix Duchampt (00:52:58) e Delian Stateff (G.S. Fiamme Azzurre), 19° in 00:53:00. Qui tutti i RISULTATI.

Dal sito FITri i commenti

Angelica Olmo: “Sono ovviamente super contenta del risultato: è sempre una immensa soddisfazione salire sul podio di World Cup. Qui a Mooloolaba è stata una gara calda e umida: questi sono gli aspetti che rendono difficile questo appuntamento agonistico, ma oggi siamo stati fortunati perché il cielo era leggermente coperto. A nuoto mi sono difesa, non potevo fare di più, e in bici sono riuscita a esprimermi al meglio: ero in un buon gruppo e siamo prontamente rientrate sulle atlete che si erano avvantaggiate in acqua. Di corsa, lo ammetto, non sono riuscita a mettere in campo la mia migliore performance, ma, analizzando la prestazione nel complesso, posso essere davvero soddisfatta di essere riuscita a lottare per le posizioni di vertice e a prendere una medaglia importante anche in una giornata non superlativa per me”.

Anna Maria Mazzetti: “Ho dimostrato solidità, come succede da diverse gare, ma devo ammettere che oggi sono un po' arrabbiata malgrado il risultato complessivo mi soddisfi: mi è mancato qualcosa nel finale. In ogni caso, chiudo questo primo blocco con due gare in due weekend ricevendo ottimi feedback dal lavoro svolto durante il periodo invernale”.

Foto: ITU.