Risultati
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

L'ultima tappa del quinto Grand Prix Triathlon (dopo quelle di Segrate e di Pescara) parla straniero con Charlotte McShane e Tyler Mislawchuk: sono loro i vincitori della prova di Scario

Grand Prix 2018

Team femminili 

Il Grand Prix 2018 va alla DDS per le donne. Dopo quattro anni di predominio del T.D. Rimini, vince la squadra milanese con 5.637 punti, seguita dalla Minerva Roma con 4.855 punti e dalla The Hurricane con 3.692 punti. Qui tutti i RISULTATI.

Team maschili

Tra le formazioni maschili primo posto per il The Hurricane con 7.805 punti, che strappa il titolo al T.D. Rimini (le prime tre edizioni, invece, erano andate alla Minerva Roma). Secondo e terzo posto rispettivamente per Minerva Roma con 7.593 punti e CUS Pro Patria Milano con 7.090 punti. Qui tutti i RISULTATI

Tappa di Scario

Terza e ultima tappa del Grand Prix Triathlon 2018 (dopo le prove di Segrate e di Pescara) quella di Scario, organizzata dalla società Ermes Campania. Oro sulla distanza del nuovo doppio format super sprint (400 metri di nuoto, 10 di ciclismo e 2,5 di corsa) a due stranieri. Dopo le semifinali sono 30 gli uomini e 20 le donne qualificati: vincono il canadese Tyler Mislawchuk (davanti al compagno di squadra Marco Corrà, del Project Ultraman, e a Nicola Azzano del The Hurricane) e l'australiana Charlotte McShane (davanti alla connazionale Emma Rose Jeffcoat, entrambe del Project Ultraman, e alla russa Anastasia Abrosimova del The Hurricane).

Gara femminile

Protagoniste fin da subito le forti straniere: nel primo segmento a nuoto da 400 metri, davanti ci sono fin da subito le australiane Charlotte McShane ed Emma Rose Jeffcoat, entrambe in forza al Project Ultraman Le Naiadi, con la russa Anastasia Abrosimova (The Hurricane). Insegue a 4 secondi un drappello di tre unità con Chiara Magrini (CUS Torino Triathlon), Bianca Seregni (Raschiani Triathlon Pavese) ed Elisa Marcon (The Hurricane), e a 10 secondi il gruppo con Angelica Prestia (Pianeta Acqua), Beatrice Mallozzi (Fiamme Azzurre) e la francese Audrey Merle (DDS). A dettare il ritmo in sella per i primi 10 chilometri ci sono ancora le tre più leste nel nuoto; di quasi 50 secondi il gap al cambio sul gruppone, nel frattempo compattatosi e che ora conta una quindicina di ragazze. A piedi Charlotte McShane prende subito il largo per una terza frazione solitaria fino al traguardo (00:30:34). La segue la connazionale Emma Rose Jeffcoat (00:30:47); poi la russa Anastasia Abrasimova (00:30:55). Rientra da dietro la Junior Beatrice Mallozzi (G.S. Fiamme Azzurre), giù dal podio per una manciata di secondi (00:31:06) e subito davanti alla sua ex compagna di squadra, la Junior Costanza Arpinelli della Minerva Roma (00:31:26). Audry Merle della DDS chiude 6^ (00:31:35), Federica Parodi (T.D. Rimini) 7^ in 00:31:40, la Junior Carlotta Missaglia (Triathlon Novara) 8^ in 00:31:46, la Junior Bianca Seregni (Raschiani Tri Pavese) 9^ in 00:31:48 e Sara Manso Guerrero (CUS Pro Patria Milano) 10^ in 00:31:50. Qui tutti i RISULTATI.

44339294 1421833937948729 2645950830749941760 n

Gara maschile

Tra gli uomini vince il canadese Tyler Mislawchuk (Project Ultraman Le Naiadi), davanti fin da subito con il compagno di team Marco Corrà. Nuota in testa questo duo, con Alessio Crociani del TTR (poi 1° all’uscita dall'acqua), Nicola Azzano (The Hurricane), Valerio Patanè (CUS Pro Patria Milano) e Dario Chitti (Project Ultraman) ad allungare il drappello. Il cambio vede la fuga a due di Mislawchuk e Corrà, che nei 10 chilometri (su tre giri) alzano il gap sui circa 20 inseguitori fino a circa 30 secondi in T2. L'ultima frazione da 2,5 chilometri decide il podio, con il dominio di Tyler Mislawchuk (00:28:19) davanti a Marco Corrà (00:28:31). Dal compatto gruppo che inseguiva in T2 esce Nicola Azzano del The Hurricane, poi di bronzo (00:28:36) davanti a Diego Luca Boraschi del Torrino Triathlon B4S (best run tra gli uomini con un tempo totale di 00:28:40). Poi Michele Sarzilla del Raschiani Triathlon Pavese (00:28:44), Giulio Soldati del T.D. Rimini (00:28:46), lo Junior Davide Ingrillì del Raschiani Triathlon Pavese (00:28:46), lo Youth B Alessio Crociani del TTR (00:28:48), Valerio Patanè del CUS Pro Patria Milano (00:28:52) e Tommaso Crivellaro del CUS Pro Patria Milano (00:28:53). Qui tutti i RISULTATI.

Dal sito FITri i commenti

Charlotte McShane (Aus): “Questa è la mia prima stagione di gare in Italia, il mio secondo impegno dopo la tappa di Pescara che mi ha regalato il secondo successo individuale. Scario è una location molto suggestiva ed è bello sentire il pubblico sempre pronto a sostenerti: mi piacerebbe tornare in Italia in futuro. Sto gareggiando in Super League e la formula del Grand Prix Triathlon è simile in molti aspetti: in questo tipo di prove devi essere molto aggressivo, bisogna spingere in bici ed è molto utile in preparazione della Mixed Relay poiché si tratta di una specialità che ha dinamiche differenti dalle prove su distanza olimpica, ma anche da quelle sprint”.

Emma Jeffcoat (Aus): “Che bello essere tornati a gareggiare in Italia, non ero mai stata in questa zona ed è stato interessante scoprirla per la finale del Grand Prix: è una località stupenda, purtroppo non riuscirò a fermarmi molto. Sono contenta di essere salita nuovamente sul podio e stasera mi concederò una bella pizza”.

Anastasia Abrasimova (Rus): “Bella competizione: sono contenta della mia prima esperienza sui campi gara italiani e di aver subito centrato il podio”.

Tyler Mislawchuk (Can): “Bellissima gara e splendida località. Sono felice di essere salito sul podio con Corrà, il mio compagno di squadra, e sono molto contento per il mio team. Con Marco abbiamo lavorato bene in bici: ho visto che avevo un piccolo gap fuori dalla T1, ho aspettato il mio compagno di squadra e siamo andati via. Questa formula dei due turni su distanza super sprint è un ottimo allenamento anche per chi fa eventi internazionali: gare veloci, intense, che mettono a dura prova il corpo e necessitano di una grande capacità di recupero. Voglio ringraziare la Federazione Italiana per la possibilità di gareggiare: penso che questa sia anche un’interessante opportunità per i giovani che possono così confrontarsi con atleti come me e lottare tra di loro in eventi così competitivi”.

Marco Corrà: “Io e Tyler volevamo tentare la fuga in bici, visto il percorso tecnico e selettivo, e ce l'abbiamo fatta. Sono partito bene a nuoto, una T1 veloce e quando ho visto che eravamo da soli in cima al primo strappo gli ho detto di andare. Lui è un grande atleta, di tutt'altro livello rispetto a me, e ammetto che ha tirato gran parte della bici, ma siamo comunque stati in grado di fare un grande gioco di squadra. A piedi sono riuscito a gestire il vantaggio accumulato centrando il mio primo podio al Grand Prix: una bella soddisfazione in chiusura di stagione”.

Nicola Azzano: “Come prevedibile, è stata una gara molto tirata, malgrado fosse il secondo impegno della giornata. Sono uscito bene dall'acqua, ma ho perso secondi preziosi nella transizione, che non mi hanno consentito di agganciarmi a Mislawchuk e Corrà. A piedi mi sentivo bene: sono partito forte, sono andato via con Boraschi all'inizio del secondo giro, ho spinto nella fase in salita e ho tentato una volata lunga. Sul tappeto rosso mi sono girato ed ero da solo: ho centrato un bel podio”.

Premio Di Toro

Assegnato anche il Premio Emilio Di Toro ai migliori atleti del Grand Prix, ossia coloro i quali hanno ottenuto il maggior numero di punti totali nelle tre prove. Dopo la vittoria del riconoscimento nel 2017, si riconferma tra le donne Beatrice Mallozzi del G.S. Fiamme Azzurre (1.830 punti), davanti alla Junior Costanza Arpinelli della Minerva Roma (1.630 punti) e a Bianca Seregni del Raschiani Triathlon Pavese (1.530). Qui tutti i RISULTATI.
Tra gli uomini vince Giulio Soldati (T.D. Rimini), che con 2.245 punti succede a Vladimir Turbaevskiy, superando Marco Corrà del Project Ultraman Le Naiadi (2.145 punti) e Valerio Patané del Cus ProPatria Milano (2.140). Qui tutti i RISULTATI.

Best Time

Premiati anche i migliori frazionisti finali di giornata sia nella gara femminile che in quella maschile. Ecco tutti i vincitori: Best Time. Qui tutti i RISULTATI.

Migliori tempi maschili

Nel nuoto Alessio Crociani del TTR (00:04:28), nel ciclismo Marco Corrà del Project Ultraman Le Naiadi (00:14:48), nel podismo Diego Luca Boraschi del Torrino-B4S (00:07:46). 

Migliori tempi femminili 

Nel nuoto (00:04:53) e nel ciclismo (00:15:42) Emma Rose Jeffcoat del Project Ultraman Le Naiadi, nel podismo Beatrice Mallozzi del G.S. Fiamme Azzurre (00:08:28).

Photo Credit: FITri Facebook.