Finish Line
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Nicolò Strada (Raschiani) e Ilaria Zane (DDS) campioni italiani di duathlon sprint a Caorle (Venezia). Titoli Under 23 per lo stesso Nicolò Strada e per Costanza Arpinelli; maglia Junior per Alessandro De Angelis e Chiara Lobba

Campioni italiani individuali assoluti, under 23 e junior: oltre 450 gli atleti al via della rassegna organizzata al Lido di Altanea, a Caorle (Venezia), da Silca Ultralite Vittorio Veneto, con il supporto di Comune e di Fondazione Caorle Città dello Sport. Medaglia “al valore” anche per gli oltre cento volontari, al lavoro per preparare il campo gara, oltre che per predisporre tutto il necessario relativo al protocollo anti Covid-19.

A conquistare il tricolore, sono stati Nicolò Strada (Raschiani Triathlon) e Ilaria Zane (DDS), che sono riusciti a ipotecare il titolo durante la seconda frazione, quella di ciclismo. Sul podio assoluto, Massimo Cigana (Eroi del Piave) con Davide Ingrillì (Raschiani Triathlon), e Alessia Orla (DDS) con Costanza Arpinelli (Minerva Roma).
Titoli Under 23 per lo stesso Nicolò Strada e Costanza Arpinelli, tra gli Junior dominio di Alessandro De Angelis (Minerva Roma) e Chiara Lobba (Cy Laser Tri Schio).
Titolo italiano di squadra per Minerva Roma, davanti a Raschiani Triathlon e TD Rimini

unnamed 17

Così gli uomini

La gara maschile vede l’avvio, come sarà poi anche per quella femminile, con il sistema rolling start, 5 atleti ogni 30 secondi. Parte subito in testa, a dettare il ritmo, in prima griglia (indossa il pettorale numero 2), Strada. In zona cambio, dopo i 5 chilometri di corsa (tutti all’interno del parco di Altanea), entrano in tre, Strada, Andrea Giacomo Secchiero (Fiamme Oro) e Alessandro De Angelis (Minerva). Ma è nella seconda frazione, quella di ciclismo, che Nicolò Strada ipoteca la vittoria, attaccando e distanziando i diretti avversari. Pedala praticamente in solitaria per 20 chilometri (disegnati tra le località Altanea e Porto Santa Margherita) e una volta rientrato in zona cambio, si lancia per l’ultima frazione, i 2,5 chilometri di corsa a piedi, consapevole di poter indossare la maglia tricolore. Strada taglia il traguardo per primo, con il crono finale di 53’02’’.
Al secondo posto, Massimo Cigana (Eroi del Piave), il 46enne mestrino ex ciclista professionista, capace di una straordinaria frazione di ciclismo e un tempo finale di 53’16’’.
Sul terzo gradino del podio assoluto Davide Ingrillì (Raschiani Triathlon) con il crono di 53’29’’. Qui tutti i RISULTATI assoluti e qui i RISULTATI di Junior e Under 23.

Una stagione felice, che aveva già visto il 20enne di Riccione laurearsi campione under 23 di triathlon sprint e conquistare il bronzo nell’aquathlon classico. Per lui oggi al lido di Altanea, il doppio titolo, quello assoluto e quello under 23: “Quest’inverno sono riuscito a lavorare davvero bene: mi sono allenato tanto, ho fatto un ottimo lavoro, anche durante il lockdown. Sono contento di vedere i risultati. Ormai sono anni che vengono a Caorle, mi piace molto il percorso e la località. Dedico questa vittoria alla famiglia, alla squadra e a tutti coloro che mi supportano”. 

Così le donne

Alle 12.00 lo start della gara femminile. Al via, nella prima trance di cinque, parte immediatamente all’attacco Arpinelli inseguita subito dall’esperta Zane, che resta incollata alla campionessa in carica. È poi nella frazione ciclistica che giro dopo giro la veneziana della DDS prende prima la testa della corsa, per poi aumentare, metro dopo metro, il vantaggio. Al rientro in T2, per l’ultima frazione podistica, Ilaria Zane rientra sola. Dietro di lei, con un ritardo di circa 1’40’’, Arpinelli che era partita insieme a lei. La cavalcata trionfale della veneziana si conclude dopo 58’01’’, tempo che dopo l’arrivo di tutte le partecipanti, le consegna il titolo italiano assoluto. Dietro di lei, sul podio, la compagna di squadra Alessia Orla in 59’32’’ e Costanza Arpinelli con 59’54’’, che si laurea campionessa italiana under 23. Qui i RISULTATI di Junior e Under 23.

Il commento della vincitrice assoluta: “Ho dato davvero il tutto per tutto:  negli ultimi 10 metri avevo le gambe che mi cedevano. In avvio di gara ho provato a tenere il ritmo di Arpinelli, ma non ho voluto spingere troppo, perché sono reduce da un infortunio ai tendini. E pensare che alla fine la decisione di partecipare al tricolore è stata davvero last minute. Ma è andata decisamente bene”.

unnamed 15

Così i team

Per quanto riguarda il campionato italiano a squadre, calcolata sulla somma di tempi (2 tempi donne e 2 tempi uomini), vista l'impossibilità di svolgere la prova nel formato Mixed Relay, la vittoria è andata, come lo scorso anno, a Minerva Roma con il tempo di 3’49’’41, davanti a Raschiani Triathlon e TD Rimini. Qui tutti i RISULTATI.

unnamed 16