Foto: Marc Bardella

Risultati
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

La prova di Coppa Europa di Triathlon che si è svolta Domenica 10 Maggio a Madrid, ha messo ancora una volta in evidenza il carattere, la grinta e il valore atletico di Sara Dossena (707), che alla prima esperienza internazionale in un triathlon olimpico conquista l'argento alle spalle della vincitrice Jeanne Lehaire (FRA) e davanti all’inglese Sophie Coldwell.

Prima ad uscira dall'acqua è la britannica, seguita dall'Elvetica Schaerer che poi si ritirerà, e dalla francese Lehair. Buona frazione a nuoto anche per le azzurre Signorini, Orla, Santimaria e Steinhauser, mentre la Dossena esce con un ritardo di circa 2' dalla prima, e si trova quindi ad affrontare in solitaria la frazione ciclistica, quasi fosse una prova a cronometro.
Entrata in T2 con un distacco di poco più di 2' inizia una inesorabile rimonta a piedi, che la porta ad arrivare a ridosso delle battistrada Coldwell e Lehair.
La francese allunga il passo e conquista l'oro, mentre Sara Dossena riesce a superare la britannica che si deve accontentare del bronzo.

*** Podio Femminile ***
1 Jeanne Lehair FRA 2:10:10
2 Sara Dossena ITA 2:10:34
3 Sophie Coldwell GBR 2:10:55

Buona prova anche per le altre azzurre in gara, con Verena Steinhauser, Margie Santimaria e Veronica Signorini rispettivamente 6^, 8^ e 10^; solo 17^ Alessia Orla e purtroppo ritirata Lisa Schanung.

*** Le azzurre al traguardo ***
6 Verena Steinhauser ITA 2:11:42
8 Margie Santimaria ITA 2:12:57
10 Veronica Signorini ITA 2:13:21
17 Alessia Orla ITA 2:15:58

Dai social network i commenti del dopo gara:

Sara Dossena: "Eterna seconda!!! Medaglia d'Argento all ETU MADRID. Comunque molto contenta. Nuoto maluccio anche se in miglioramento rispetto alla scorsa stagione, bici buona considerando che non ho mai ricevuto cambi e corsa bene visto che ho riguadagnato le posizioni perse a nuoto!
Avrei voluto far suonare l'inno italiano... ma per ora va bene cosi!"

Veronica Signorini: "Mi sarò finalmente liberata dai miei scheletri? È ancora presto per dirlo, ma sicuramente con questa gara, un grosso passo avanti è stato fatto!
Devo ringraziare di cuore chi ci ha sempre creduto (anche quando io non ci credevo più), chi mi ha sempre sostenuto spronandomi ad andare avanti e a chi mi sostiene tutt'ora!
La stagione è appena iniziata!"

Sul fronte maschile il podio parla spagnolo, con l'oro e il bronzo degli Iberici Uxio Abuin Ares (1:55:40) e Emilio Aguayo (1:56:02), e l'argento del messicano Cesar Saracho (1:55:43).

Buona prestazione per Matthias Steinwandter, che chiude in 8^ posizione in 1:57:24, Riccardo de Palma è 12° in 1:57:44 mentre solo 48° Tommaso Crivellaro (2:06:53) e Delian Stateff non conclude la gara.

RISULTATI