Anche questo numero, come quello di gennaio-febbraio, ha nella sua parte centrale la maxiclassifica, ma questa volta è quella degli “uomini d’acciaio”, degli Ironman, degli “eroi moderni” che nell’anno passato (quello solare, quello che va da Kona a Kona) hanno concluso almeno una o più gare Long Distance con il marchio dalla M pallinata