Trasmissione perfetta

Trasmissione perfetta

29 Luglio, 2022
Fabio D'Annunzio

La catena, come mantenerla in stato ottimale

Sulla catena si sviluppano il maggior numero di attriti che si possono registrare sulla bici. Se ne deduce che il suo funzionamento deve essere sempre ottimale. La catena è pure il componente che tende a sporcarsi maggiormente per via dell’olio o del grasso che ne permettono la migliore scorrevolezza. Come pulirla?

Come pulire la catena

È molto semplice: bisogna prima di tutto munirsi di lubrificante per catena, di una spazzola e di attrezzi per verificare l’allungamento della catena. A questo punto è necessario cambiare rapporto fino a far scendere la catena sull’ingranaggio più basso del cambio posteriore e più alto su quello anteriore. Da qui possiamo vedere se la catena è ancora in buono stato o se è oltremodo consumata ed è quindi necessaria una sostituzione: per capirlo è necessario utilizzare un misuratore per catena e inserirne l’estremità sinistra nel giunto; se questo crea un angolo all’estremità destra vuol dire che è in buono stato. Al contrario, se l’estremità destra del calibro entrerà agilmente nel giunto, significa che è da sostituire. Per pulirla utilizziamo un panno pulito inumidito con del detergente che strofiniamo sulla catena che abbiamo bloccato applicando una leggera pressione sul cambio posteriore. A questo punto strofiniamo il panno avanti e indietro, su ogni singola dentatura della guarnitura e sul deragliatore. Una volta pulita la catena e gli ingranaggi, è possibile applicare il lubrificante. Va fatta cadere una goccia su ogni giunto per poi spazzolare la catena in modo tale da far penetrare il lubrificante in ogni singola maglia.

Verifica della lunghezza

Con l’uso la catena tende ad allungarsi, con le parti meccaniche che prendono gioco tra loro e non combaciano più perfettamente sugli ingranaggi, consumandoli più rapidamente. È opportuno, allora, verificare periodicamente lo stato della catena. Per effettuare la verifica sono disponibili anche dei calibri appositamente realizzati che permettono di controllare rapidamente la misura corretta evidenziando eventuali problemi di allungamento, che ne consigliano per la sostituzione.

Articoli correlati

Salite in mtb: questione di tecnica

15 Giugno, 2022

Le ascese con le ruote grasse nel triathlon off road necessitano di allenamento, di tecnica e di tanta esperienza, così da saper “leggere” il terreno. Vediamo in particolare come affrontare le salite in mtb. Nella specialità della triplice off-road è sempre la salita a farla da padrona, risulta quindi di importanzafondamentale affrontarla sia in mtb […]

Come e perché allenare i glutei per il triathlon

28 Febbraio, 2022

Nel triathlon ci vuole… gluteo (specie nella bici e nella corsa) Allenare i glutei per il triathlon è fondamentale. Questo gruppo muscolare, composto da un insieme di tre muscoli (il piccolo, il medio e il grande gluteo) riveste un ruolo importante per la prestazione. In particolare nella bici e nella corsa.

Da 0 a… 100 km in bici

31 Gennaio, 2022

(Alberto Duilio Schivardi) La famigerata distanza dei 100 km in bici tanto affascina quanto spaventa. Si, perché è il numero tondo che inizia ad avere 3 cifre e quindi è sinonimo di fatica, sudore e tempo dedicato. Un po’ come le Colonne d’Ercole… fino agli 80 km tutto è fattibile, conosciuto, ma poi? 100 km […]