Tutto Bici
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Pedalare; nuotare, pedalare e correre. Cameron Wurf nel 2020 si fa in tre, anzi in quattro: il triatleta lunghista australiano - ex canottiere e ciclista - torna (anche) al primo amore e accetta l'ingaggio del Team INEOS

Nel 2020 pedalerà, prima di nuotare, pedalare e correre. Con l'ingaggio del Team INEOS, l'australiano Cameron Wurf inizierà la stagione 2020 con un focus sui pedali, per poi tornare a concentrarsi sulle lunghe distanze del triathlon. Sostituirà Vasil Kiryienka, dopo il ritiro anticipato di quest'ultimo, e il debutto, per lui, sarà nella Cadel Evans Great Ocean Road Race di domenica. Il 36enne australiano detentore del record nella frazione bike a Kona, del resto, viene dal ciclismo professionistico (e, prima ancora, dal canottaggio, sport che lo ha portato fino ai Giochi di Sydney 2004): dopo aver corso per Fuji Servetto (2009), Androni (2010), Liquigas (2011), Champion Systems (2012) e Cannondale (2013-14), ed aver poi virato nel 2016 verso il triathlon lungo, nella prima parte della stagione 2020 vestirà la maglia del team britannico, per poi tornare a dedicarsi alla preparazione in vista del mondiale di Kona dove, anche grazie alle tabelle di Tim Kerrison, Head Coach del Team INEOS, punta a scalare la vetta della classifica, migliorando il suo quinto posto nell'edizione 2019 (ascendente la sua parabola, dopo il 17° piazzamento del 2017 e il nono del 2018).
Di ispirazione per il compagno di squadra Geraint Thomas, con il quale spesso ha condiviso i training camp (insieme a Pavel Sivakov e Chris Froome) e che ha dichiarato di volersi dedicare alla triplice dopo il ritiro, Wurf in realtà si allena con il Team Ineos dal 2017: «Negli ultimi anni abbiamo provato diversi approcci al mio allenamento e alle mie corse e, di conseguenza, sono migliorato, diventando più veloce. Questa è un'evoluzione di tale approccio. Da quando ho gareggiato negli Ironman, tutti hanno iniziato a pedalare molto più velocemente, ma stanno anche correndo altrettanto velocemente. Questa mossa mi permetterà di partire con il piede giusto perché la bici è la mia disciplina più forte. Mi concentro su Kona per ottobre, ma c'è anche l'opportunità di essere utile in questi mesi. Conosco diverse persone nel team e mi sono allenato con molti di loro. Questa è un'organizzazione di cui ho sognato di far parte sin da quando è nata ed è incredibile vestire ufficialmente i suoi colori. Sono davvero entusiasta e orgoglioso di rappresentare il Team INEOS».
Kerrison dichiara: «Cameron si unirà al Team per continuare a perseguire i suoi obiettivi Ironman. La combinazione della sua forza fisica e versatilità in sella, il suo programma flessibile e l'esperienza passata a livello WorldTour rendono questa proposta interessante e unica per il Team e per Cameron. Per la prima parte della stagione sarà sempre pronto e disponibile a correre come richiesto, mentre per i mesi che precedono Kona la sua attenzione tornerà sulla triplice, con l'obiettivo di migliorare il quinto posto dell'anno scorso con il pieno supporto del gruppo. Negli ultimi tre anni è stato appoggiato da molti dei nostri principali sponsor - Pinarello, Kask, Castelli, Fizik - e spesso si è allenato con i nostri atleti. È diventato uno dei triatleti Ironman più performanti e solidi al mondo».

Foto: Team INEOS (Facebook).