Tutto Bici
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Largo, più largo, larghissimo: sarà questo il trend per il 2017? Le misure ‘large‘ per le ruote, ma anche per alcuni altri componenti della bicicletta, sono già un trend visibile nei modelli di quest'anno. Pare comunque che questo sviluppo non sia ancora terminato. Per la prima volta si rende possibile un sistema di cambio che arriva fino a 36 marce.

Le ruote con la nuova misura 27,5+ erano state lanciate e molto bene accolte alla fiera Eurobike 2015. Questa misura descrive pneumatici per mountain bike leggermente più grandi delle solite 26 pollici, ma anche molto più larghe (da 70 - 75 mm), pur restando al di sotto della misura delle ruote da fat bike. Questa si colloca nella categoria da 100 mm in su.
Anche nel campo delle biciclette da corsa vediamo che il gioco con le larghezze non è più così insolito. La nuova categoria delle gravel bike, in altre parole biciclette da corsa in grado di affrontare anche strade bianche, sono dotate di ruote con sezioni che variano da 28 a 30 mm.
Di norma, una bici da corsa monta pneumatici con sezione da 23 mm.

Attualmente, all'interno del settore della bicicletta, si discute il tema della larghezza non solo per quanto riguarda le ruote. Con il cosiddetto boost standard sono cresciute, per quanto riguarda le MTB nei modelli presentati quest'anno, anche le dimensioni di montaggio per mozzi e movimenti centrali. Il margine così guadagnato viene sfruttato attualmente dai costruttori di componenti per riflettere in modo abbastanza concreto sull'introduzione di un dodicesimo pignone nei cambi a deragliatore.
L'MTB del futuro potrebbe raggiungere dunque con una semplice corona anteriore ben 12 velocità. Oppure, come variante, con corona anteriore doppia o tripla, 24 o 36 marce.

Gli esperti della bicicletta ne sono sicuri: è in arrivo il dodicesimo pignone.
Se hanno ragione, lo si vedrà in occasione della prossima edizione dell'Eurobike dal 31 agosto al 4 settembre 2016.