CosmoBike Show è la fiera per la vostra passione con i migliori costruttori presenti e pronti a dimostrare di meritare tanta fiducia.
Proseguono i lavori per la terza edizione di CosmoBike Show, in programma dal 15 al 18 settembre a Veronafiere, mentre la manifestazione continua a ricevere la conferma delle aziende tra le più blasonate del mondo della bicicletta, che oggi più che mai esaltano il valore di partecipare a questo evento. CosmoBike Show è la fiera per la vostra passione con i migliori costruttori presenti e pronti a dimostrare di meritare tanta fiducia: per le aziende TOP come quella di A.P.G., distributore di DMT - Diamant, Alé e Cipollini, è una questione di “responsabilità” nei confronti dell'appassionato, “serietà” e “cultura del lavoro”. Pur sentendo sempre più forte la necessità di diversificare i canali di contatto con il pubblico, A.P.G. ritiene l’appuntamento di CosmoBike Show un riferimento irrinunciabile per molte ragioni, la prima delle quali è quella del "contatto diretto" con colui che muove tutto e dà il senso al lavoro. C’è inoltre un aspetto particolare che fa apprezzare questo evento: i marchi italiani, qui, giocano veramente in casa. A pensarci bene è un altro motivo di responsabilità, essendo sensibili nei confronti di una storia nazionale di valori, serietà e cultura del lavoro. E se la fiera è evento, ma è anche e soprattutto uno strumento di promozione per le aziende, per operatori del settore come Wilier Triestina, che mettono il cliente al centro della politica aziendale e che a CosmoBike 2016 hanno festeggiato i 110 anni di attività, la fiera resta un momento centrale dedicato alla ricerca di interazione per raccogliere consigli e, perché no, anche costruttive critiche. Un investimento che ritorna quindi in tempi diversi: nell’immediato, con la conoscenza di nuovi clienti e il contatto con il pubblico, che può vedere dal vivo la gamma completa di ciascun marchio e vivere l’elevata componente emozionale che sta dietro a un acquisto, magari strizzando l'occhio anche al pubblico femminile. Ma i risultati della partecipazione si hanno anche nel lungo periodo, grazie al lavoro di promozione che una manifestazione con una massa critica di migliaia di visitatori è in grado di garantire ai marchi che ospita. Secondo Deda Elementi non si tratta semplicemente di marketing, ma di “meritare” l’amore per la bici degli appassionati. La Fiera è un bel luogo per ravvivarlo, per toccare la bicicletta con le proprie mani, per parlare di ciclismo con un volto umano. Secondo l’ultimo “Rapporto sull’Economia della Bici in Italia e sulla Ciclabilità nelle città” realizzato da Legambiente, la somma della produzione di bici e accessori (tra produzione, vendita e riparazioni), del cicloturismo, e l’insieme delle esternalità positive generate dai biker (risparmio sanitario e benefici sulla mobilità) costituiscono per l’Italia un patrimonio di oltre 6 miliardi di fatturato all’anno. Tra gli eventi a servizio di un settore, un progetto come CosmoBike Show è l’unico a poter soddisfare una pluralità di esigenze delle aziende sia nell’ambito del B2B che del B2C e a sviluppare una serie di argomenti e attività a promozione del settore che renderanno la bici sempre più protagonista del nostro quotidiano.
www.cosmobikeshow.com

L'8 marzo per cogliere le differenze e puntare all'uguaglianza: se la bicicletta è donna, la sella ancor di più, e al pubblico femminile va offerta la seduta più adatta per la pratica del ciclismo e del triathlon.

Ebbene sì, devono esistere delle differenze tra la sella da donna e quella da uomo e i brand migliori rispettano questa esigenza diventando preziosi alleati delle quote rosa del ciclismo e del triathlon. Una seduta ottimale e confortevole in ogni situazione, ma che non abbatta le prestazioni: grazie agli studi del prof. Luca Bartoli, direttore del Centro Ricerche Egoview, SELLE ITALIA, leader nella produzione di selle top gamma Made in Italy, è riuscita a sviluppare "prodotti di genere" equivalenti partendo proprio dalla comprensione delle differenze a monte. Ma quali caratteristiche deve avere una sella femminile per essere confortevole e dalle alte prestazioni? Modernità e tecnologia al servizio delle donne per un prodotto che tenga conto della conformazione del loro bacino, che non è più largo di quello degli uomini: non servono selle più grandi ma, a dispetto del pensiero comune, proprio il contrario. Nonostante la distanza tra le ossa ischiatiche femminili sia maggiore di quelle maschili, risulta comunque inferiore perchè il bacino della donna è più piccolo. Insomma, serve una sella più piccola. Tenendo poi conto di altre esigenze come quelle derivanti dalla posizione anteroversa del bacino femminile, le selle da donna devono avere un differente sistema di scarico della pressione. E poi bisogna evitare lo sfregamento interno delle cosce, che SELLE ITALIA, ad esempio, supera grazie alla tecnologia Friction Free. Per quanto riguarda l’imbottitura, invece, vale la regola del rapporto imbottitura-tempo di permanenza sulla sella applicata anche ai prodotti maschili. L’imbottitura deve essere generosa per uscite inferiori alle 2 ore, ridotta per uscite di 4-5 ore e più spessa per uscite superiori alle 5 ore. Grazie al risultato di questi studi, SELLE ITALIA riesce a offrire una gamma di 4 diverse selle pensate appositamente per l'8 marzo, ma non solo. Per sentirsi più donna a partire da oggi. Per farsi coccolare tutto l'anno.

LOOK sceglie André Greipel "Rostock Gorilla" come testimonial per l'evoluzione dei propri pedali e gli dedica i nuovi Kéo Blade Carbon.
In piedi sui pedali, che ora porteranno addirittura il suo nome: il tre volte campione tedesco André Greipel, del team Lotto-Soudal, avrà pedali Kéo Blade Carbon che porteranno il suo nome. E se la parnership con Look dura felicemente dal 2011, quest'anno Greipel, soprannominato il "Rostock Gorilla", avrà una marcia in più nell'esplosiva potenza della sua volata. Riconosciuto come uno dei velocisti più temibili del World Tour con un record di 21 vittorie di tappa nel Grand Tour, di cui 11 nel Tour de France, Greipel ringrazia Federico Musi, presidente del Gruppo LOOK Cycle, e manifesta il suo entusiasmo in vista di questa nuova stagione da pedalare tutta sui Kéo dello storico marchio francese inventore dello sgancio rapido e perfezionista dell'alta tecnologia nello sviluppo di prodotti rigorosamente made in France. Il pedale Kèo Blade Carbon dedicato a Greipel avrà colori e logo "Rostock Gorilla" del campione. Disponibile da oggi presso i rivenditori autorizzati, sarà incredibilmente performante nel trasferimento di energia e peserà solo 110 grammi. 

www.lookcycle.com
www.andregreipel.de

Provate per voi

Questo mese, ecco le novità in casa KuotaCycle e Olmo Biciclette, due fuoriclasse per il triathlon da non perdere che sicuramente miglioreranno le vostre performance.

Scopri di più sul numero di marzo: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.