News
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Per il secondo appuntamento della stagione 2015, il circuito Ironman 70.3 ha fatto tappa in Sud Africa a Buffalo City, East London.

La gara è stata molto dura.

Gli atleti hanno avuto a che fare con un mare non facile ma  fortunatamente più calmo rispetto ai giorni precedenti  in cui il vento aveva fatto disastri, hanno lottato contro il caldo e l’umidità in bici e il vento contrario durante la corsa.

Gli atleti di casa Matt Trautman e Stuart Marais hanno dominato la gara dandosi battaglia fin dall’inizio sempre al comando; primo al traguardo Trautman in 4:04:35, secondo Marais in 4:06:04, mentre il Belga Bart Aernouts conquista il bronzo in 4:11:37.

In campo femminile dominio assoluto della Gran Bretagna, che sbanca il podio e conferma per la 5^ volta consecutiva la leggenda:  Jodie Swallow è prima al traguardo in 4:30:54, seguita da Susie Cheetham (4:41:49) e Parys Edwards (04:47:45).

Da segnalare l’ottima prestazione dell’unica atleta Italiana in gara: Linda Scattolin, l’allieva di Edith Niederfiniger che lo scorso anno ha debuttato nella categoria PRO ad Aprile sempre in Sud Africa ma sulla distanza regina. 
Rientra oggi alle competizioni dopo una stagione 2014 difficile a causa di alcuni infortuni, chiude una gara decisamente impegnativa in 5:36:24 e si classifica al 10° posto tra le PRO, cosa che fa ben sperare per il futuro.

RISULTATI