Foto: Bruno della Torre

News
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Jonathan Ciavattella, “Ironman d’Abruzzo”, è specialista nelle medie e lunghe distanze, triathleta di lungo corso, dal 1998 in campo internazionale e dal 2004 portabandiera dell’Esercito Italiano. Gli abbiamo chiesto di fare un bilancio della stagione appena conclusa e di darci alcune anticipazioni sugli obiettivi agonistici per il 2015.

“La stagione appena conclusa? Poteva andare meglio! Un infortunio mi ha bruciato la prima parte di stagione, ma sono riusciuto comunque a riprendere e a concludere con un buon finale, ottenendo buoni piazzamenti nelle gare Ironman 70.3 di Zell am See (4° posto) e Budapest (4° posto).

Per il 2015 diversi sono gli obiettivi nelle gare half-distance: inizio ad Aprile con il Challenge Fuerteventura, poi il Campionato Europeo Challenge Rimini e la gara di casa, l’Ironman 70.3 di Pescara. Punterò a qualificarmi per il mondiale Ironman 70.3” – che ricordiamo per la prima volta quest’anno si svolgerà in Europa, il 30 Agosto a Zell-am-See - “e quest’anno vorrei provare a gareggiare sulla distanza regina.

Tra pochi giorni inoltre, dal 1 all’8 Febbraio, sarò a Lanzarote per partecipare al Triathlon Camp Always in Front, organizzato dal mio sponsor (Taymory) . Insieme a Daniel Hofer e Gaia Peron sarò presente agli allenamenti, affiancherò gli age group e sorò loro di supporto con il mio bagaglio di esperienza vissuta durante la mia carriera.”