Il caldo e l’anno lavorativo che ci lasciamo alle spalle per godere del meritato riposo/ferie possono aver provocato in noi tanta stanchezza, per cui ora la parola d’ordine è: recuperare le energie, specie in vista del finale di stagione

Dunque, diminuiamo il numero di gare selezionando solo quelle a cui più teniamo, cercando più qualità nelle sedute di allenamento. Ed è così che Giorgio Rondelli, a pag. 62, ci suggerisce l’allenamento di recupero, per rendere ottimale la successiva fase di supercompensazione, mentre Luca Gozzi, a pag. 64, tratta come pianificare le gare alla luce dei calendari delle prove nazionali e internazionali, sempre molto fitti. Simone Diamantini, a pag. 58, completa il suo articolo sull’allenamento in quota: moda o utilità? con la 2^ parte sui 10 comandamenti. Interessante l’articolo di Andrea Gabba che, a pag. 66, affronta la tematica di quando sia il momento giusto per affrontare le lunghe distanze. A pag. 68, Nadia Cortassa dà indicazioni su come e cosa fare per costituire una società sportiva giovanile, insomma, una specie di guida alla sua organizzazione e quali siano i passi da fare. Ilenia Lazzaro, a pag. 70, ci parla di Mtb e di cosa fare per migliorare gli skills con la bici da enduro, mettendo in risalto l’importanza del ruolo della tecnica di guida ai fini della prestazione. Concludiamo la parte tecnica della rivista con l’articolo di Giacomo Giovenali (pag. 72) sul post bike, cioè su cosa fare dopo l’allenamento in bici, quali gli esercizi, e con quello di Alberto Schivardi La mia prima vacanza da triatleta, col sottotitolo Finalmente ti godi il meritato relax. Sì, un po’ va bene, ma neanche poi troppo: ecco a pag. 74 i suoi consigli di allenamento per i neofiti. Affascinante la parte di avventura che, a pag. 26, trova spazio con l’impresa di Gaia Naldini: a nuoto ha compiuto la traversata Capri-Napoli. Trentasei km di bracciate nel mitico Golfo degli innamorati. L’intervista flash di questo mese (pag. 20) è per Francesca Soli, triatleta e fotografa: il triathlon visto dall’altra parte dell’obiettivo. Proseguiamo le interviste con quella a Michela Santini, pag. 38, è suo il titolo italiano assoluto distanza media, e con quella a Linus, il signor DeeJay che al Triathlon Sprint di Saint Raphael fa il suo esordio. Ci racconta com’è andata. Paolo Godina, a pag. 48, ci avverte che con il caldo, nemico principale dell’atleta di endurance in questa stagione, non si scherza, quali siano i rischi di disidratazione e cosa fare per evitarli. Sempre a proposito di stagione calda, Federico Procopio ci propone, a pag. 52, piatti freddi e allo stesso tempo gustosi ma, soprattutto, raccomanda la varietà. Ormai siamo in piena stagione di “prova costume” e la tentazione di dimagrimenti rapidi e dell’ultima ora sono in agguato. Digiuno sì o no per lo sportivo?, questo l’articolo a pag. 44 di Luca Speciani che ci mette in guardia dal seguire diete-spazzatura che non solo non sono efficaci ma che sono, addirittura, controproducenti. Altre pagine sono dedicate alla medicina, alle curiosità, all’ironia. A voi il tempo per la lettura.

Scopri di più sul numero di agosto: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.

Articles about the Topic Tutto quello che... ad agosto 2019