• SOMMARIO N. 235 Maggio 2017: su Triathlete di questo mese

    Notizie e curiosità dal mondo del triathlon. Tante le news per i triatleti, che a lunghe falcate si avvicinano a importanti appuntamenti agonistici, come Bardolino col suo soppalco in zona cambio per accontentare il più possibile le tante richieste, o Ledroman, gara dai numeri sempre più in crescita. E poi tante altre curiosità alla rubrica Breaking News, o in Zona Cambio. Interessante l’argomento sulla figura dello psicologo dello sport, che “pesca” da varie scienze quali Psicologia, Medicina, Scienze motorie, Psichiatria, Sociologia, Filosofia, Riabilitazione ecc., ma da non confondere con altre figure ben distinte, quali il coach o il fisioterapista. Nel “viaggio” tra le nostre pagine troviamo gli effetti benefici dell’ortica e della spirea sull’organismo, come pure l’interessante articolo di Alberto Fumi sul nuoto in acque libere e che fare per vincere l’ansia o di Valentina Romanello che affronta l’argomento maternità e triathlon: nove mesi, una marcia in più, gli effetti positivi della gravidanza sulla performance.

    Scopri di più sul numero di maggio: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.

  • STOP & GO N. 240 Novembre-Dicembre 2017

    L’appuntamento per le premiazioni degli Age Group a Lignano Sabbiadoro è stata una festa e non poteva essere altrimenti perché l’amicizia e il senso di appartenenza è forte e quello di socializzare anche.

  • "Dobbiamo dirvi una cosa...": Jorgensen, Spirig e Jenkins annunciano la triplice gravidanza

    "Dobbiamo dirvi una cosa...": Gwen Jorgensen, Nicola Spirig ed Helen Jenkins annunciano la... triplice gravidanza. E a questo punto, la domanda sorge spontanea: incinta prima o dopo... le Olimpiadi? 
    Il grande mondo del triathlon si è improvvisamente trasformato in un paesino di provincia in cui, calendario alla mano, tutti si chiedono se il concepimento sia avvenuto prima o dopo... le Olimpiadi! Giochi prolifici, gli ultimi di Rio, con tre campionesse del triathlon ad annunciare le loro gravidanze a ridosso delle emozioni olimpiche. L'aveva ribadito prima di correre la sua prima Maratona di New York: che l'olimpionica Gwen Jorgensen volesse un figlio prima dell'avvicinamento a Tokyo2020 era cosa ormai nota. E se l'aveva presa di petto come fa con le gare, beh, la "vittoria" non poteva farsi attendere. Del resto, la storia della rivale elvetica Nicola Spirig insegna che "mamma è bello", soprattutto a cavallo tra due edizioni dei Giochi Olimpici: rimasta incinta del suo Yannis dopo l'oro di Londra2012, a Rio2016 è stata argento. E ora, aspetta il secondo figlio. Ma anche la Campionessa del Mondo ITU nel 2008 e nel 2011, la britannica Helen Jenkins, è in dolce attesa, e la Presidente ITU Marisol Casado si prepara a fare da madrina a tre - se tanto ci dà tanto - possibili campioni. Nel frattempo, le future mamme hanno ancora qualcosa da dire. In fondo, avere un figlio è un po' come chiudere un cerchio. Altri quattro e si arriva alle Olimpiadi.Di nuovo.

    Photo Credit: Delly Carr/ITU :: 2014 ITU World Triathlon Chicago

  • "Montalbano sono...": il TrinacriaHalf 113 Triathlon sulle orme del personaggio di Camilleri

    Aspettando lo share della nuova puntata: domenica 23 aprile, alla gara TrinacriaHalf 113 Triathlon in scena nei luoghi del Commissario Montalbano.
    Da Stati Uniti, Norvegia, Inghilterra, Olanda, Malta e Svezia: la nuova stagione del triathlon si apre a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, con un'inedita puntata in puro stile "Commissario Montalbano" per la quale 250 atleti, tra cui molti stranieri, sono già stati "scritturati". Il TrinacriaHalf 113, triathlon su distanze del mezzo Ironman organizzato dal Multisport Catania Team, porterà chi normalmente ne è solo spettatore a percorrere da protagonista i luoghi della fiction tanto amata dagli italiani. Partenza con la frazione di nuoto da Punta Secca, per poi avvicinarsi in bicicletta a Punta Braccetto, procedere verso il centro di Santa Croce e infine tornare a Punta Secca. La corsa invece, partendo dalla Piazza Faro, si snoderà a est verso Casuzze con il suggestivo passaggio all’interno del Parco archeologico di Kaukana per un gran traguardo tutto reale, proprio sotto quella che nella finzione è la casa del Commissario Montalbano. No, non è uno scherzo: il Multisport Catania non "babbia" ("scherza", ndr) su queste cose ma con il TrinacriaHalf 113 fa proprio sul serio. Camilleri approva. Aspettando di scriverne il finale.

  • "Scatta" il concorso: con "Garmin Gareggia con il Campione" anche il triathlon sotto i riflettori

    "Scatta" il concorso: con il contest fotografico on-line "Garmin Gareggia con il Campione 2017" anche il triathlon sotto i flash.

    Quando si dice che "scatta" l'iniziativa: quale modo migliore di partire per il concorso fotografico #Garmin #GareggiaconilCampione 2017, se non quello di scattare a tutta velocità? In palio ci sono le emozioni di tre importanti appuntamenti agonistici da condividere con atleti di spicco. Assieme a noti nomi del running e del ciclismo, ci sono anche quelli di Daniel Fontana, Alessandro Fabian, Giulio Molinari e Charlotte Bonin, vinci un pettorale per metterti alla prova gareggiando a fianco a loro: tra gli eventi da ricordare portandosi nel cuore una forte emozione ci sarà il Garmin TriO Sirmione. Partecipare è semplice: registrati, accedi e dal 3 aprile al 20 maggio pubblica sul portale www.concorsigarmin.it/gareggiaconilcampione un'immagine che rappresenti il tuo modo di vivere lo sport, potrà essere votata dagli altri utenti e vincere un pettorale per Sirmione tra i quattro messi in palio per premiare gli scatti più graditi. E dal flash alle telecamere, questa nuova avventura sarà ripresa da Bike Channel, che racconterà nelle puntate della sua nuova trasmissione televisiva “Gareggia con il Campione” le imprese di chi lo sport lo vive davvero. Proprio come te!

  • "Triathlete - Gold Triathlon 1984": al via a Ostia la finale del circuito

  • "Un sogno in meno": vedere il Triathlon a Savona. Ora c'è!

  • #ImSuperLeague and You? Fabian 12° tra i migliori al mondo alla corte di Macca

    Super League Hamilton Island, alla corte di Macca ci sono i 25 migliori al mondo: complimenti a Murray, Mola e Birtwhistle, dominatori del circuito. E ad Alessandro Fabian, 12° del gotha mondiale.

    Divertente e veloce: la Super League Triathlon di Hamilton Island, in Australia, lascia il segno nel cuore di atleti e spettatori. Così, del resto, voleva il suo ideatore: per Macca, ora manager e organizzatore dopo l'insuperabile carriera agonistica, la Super League doveva essere tutta un'altra storia. Rispetto al triathlon che siamo abituati a vedere. Dopo un brillante esordio nella Triple Mix, una combinata di tre mini triathlon su distanze molto brevi e con le discipline invertite, Alessandro Fabian parte un po' sofferente nella crono di apertura dell'Equalizer del secondo giorno, ma stringe i denti e rimonta nella prova pomeridiana di sabato dello swim-run-swim-bike-run con la voglia di giocarsi la top ten assoluta nell'Eliminator con altri tre mini triathlon a eliminazione. La vittoria nella cronometro individuale di 6 chilometri era stata di Dye con Birtwhistle e Fisher a seguire, più indietro Murray, Mola, Gomez e ancora più attardati Schoeman, Brownlee, Varga e Bozzone. Fabian, dopo il 5° posto nella classifica del primo giorno, fatica nella crono e chiude 23esimo. Propedeutica allo swim (300mt) - run (2K) - swim (300mt) - bike (6K) - run (2K) del pomeriggio, la prova a cronometro ne stabilisce l'ordine di partenza e i distacchi, pari ai gap accumulati tra gli atleti. Incoraggiante la rimonta dell'azzurro, che si dichiara entusiasta della risposta fisica e determinato a continuare a così alti regimi, mentre il leone Murray sgomita e risale fino al 1° posto, lo stesso del venerdì, accumulando preziosi punti che gli valgono la supremazia in classifica generale; sul podio dell'Equalizer anche Birthwhistle e Mola. Fabian è 15° ma 11° nella Leaderboard, dove alla fine della seconda giornata c'è appunto ancora Murray a comandare, con Mola e Varga dietro e Gomez 6°. Sarà l'Eliminator di domenica a decretare la top ten assoluta. Tre minitriathlon swim (300mt) - bike (6K) - run (2K) con una pausa di 10 minuti fra ognuno, ma attenzione: il break parte quando il vincitore della fase precedente taglia il traguardo e ciò significa che ogni atleta alle sue spalle ha sempre meno tempo per recuperare. Solo i primi 15 passano alla seconda manche, ma meglio non strafare perché, terminata quest'ultima, i primi 10 competono per la finalissima. E se nei giorni precedenti la vittoria si è giocata gestendo le forze nel finale, qui è tutto un altro paio di maniche. Nel frattempo la tempesta ha mitigato il caldo umido che ha funestato le prove precedenti, ma non sono certo più freschi i super campioni con Brownlee che addirittura si ritira per cattive condizioni di salute e l'asfalto bagnato da tenere d'occhio. Fabian esce di scena alla seconda fase, non senza aver onorato la sfida con un 12° posto assoluto da encomio. Al sudafricano ormai basterebbe anche arrivare 7° per portare a casa i 100mila dollari in palio, ma perché fermarsi qui? Lo incalzano Mola e Birtwhistle, quando quest'ultimo decide di scalare la marcia e volare primo al traguardo, anche se sarò comunque Richard Murray, bronzo di giornata, ad accaparrarsi il premio in denaro e il Leonid Boguslavsky Champions Trophy come vincitore assoluto della Super League Hamilton Island. A Mario Mola l'argento del circuito e un combattivo Jake Birtwhistle chiude il super podio.

    RISULTATI

    Photo credit: Delly Carr - Sports Photographer

  • 1^ Tappa Forhans Cup 2017 - Triathlon Sprint Trevignano Romano, largo ai Giovani!

    Triathlon Sprint Trevignano Romano, gara con Rank valevole come 1^ Tappadel 14° Circuito Forhans Cup 2017 per iniziare al meglio la stagione del triathlon del Centro Italia. Largo ai giovani con l'oro agli Junior Diego Luca Boraschi e Giorgia Palieri. Scenari incantevoli con la frazione di nuoto in mare, un circuito bici di 18,6 chilometri leggermente ondulato quasi tutto lungolago, e uno di corsa di 2,4 chilometri da ripetere due volte, totalmente pianeggiante: queste le interessanti peculiarità della gara di Trevignano ad attrarre più di 350 triathleti da tutta Italia, dagli Youth e Junior ai Senior e Master, comprese le Staffette. Tra gli uomini, nuoto superlativo per Edoardo Petroni, che poi aspetta gli inseguitori con cui fa gruppo per la frazione bike. Buraccioni prova più volte la fuga ma viene contenuto dagli avversari ed è Diego Luca Boraschi, con una grande frazione finale di corsa, a puntare al traguardo con maggiore decisione e ad avere la meglio (00:52:45) sul compagno di squadra Giulio Pugliese (00:53:40); a seguire Luca Filipponi (00:54:05), che supera Alessio Buraccioni (00:54:14), mentre da dietro, partito a tre minuti di distacco, incede Mauro Pera, che pur con una gestione in solitaria occupa il quinto posto della classifica con un tempo di 00:55:27. Nella gara femminile Giorgia Palieri domina letteralmente dall’inizio alla fine (01:04:19); dietro di lei Ewa Wojcieszek (01:08:06), che giocava in casa, e Camilla Martinelli (01:08:39). Prossimo appuntamento sarà la 2° Tappa Forhans Cup, il 20 maggio, con il Triathlon Olimpico Rank del Lago di Vico.

    RISULTATI UOMINI

    RISULTATI DONNE

  • 1° Cremona Triathlon Cross Country: Mud & Glory

  • 1° Triathlon Sprint Città di Salò

    1° Triathlon Sprint Città di Salò, in provincia di Brescia: vittoria di Enrico Pastore (1:00:55), in doppietta Desenzano Triathlon con Roberto Fracca (1:01:40); chiude il podio Luca Bernardini (1:01:57) della Feralpi Triathlon, compagno di squadra della dominatrice al femminile, Elisa Battistoni (1:06:14). Argento e Bronzo rosa rispettivamente per Daniela Locarno (1:07:00) e Valentina Brighenti (1:15:47), che porta nuovamente sul podio il Desenzano Triathlon.

    22008303 1703969689911386 5942748723504047493 n

    Oro alla staffetta di Umberto Salvetti, Giacomo Mora e Francesco De Cillis (1:01:53). Seguono Laila Fontana con Corrado Capello e Clara Faustini (1:05:35). Terzi Valerio Vezzola, Matteo Ruffini e Riccardo Bano (1:07:01). Qui tutti i RISULTATI.
    Photo Credit: Società Canottieri Garda Salò - Fabiana Zanola.

  • 10 mosse per superare l’infortunio e tornare al triathlon

    Regole per guarire bene e tornare attivi come e più di prima per affrontare al meglio il triathlondopo un infortunio. In che modo? Tutto da leggere l’interessante articolo del dottor Luca De Ponti e l’accento che pone sull’importanza di comprendere le cause dell’infortunio e sapere come muoversi.

    Scopri di più sul numero di maggio: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.

  • 10.000 like e non sentirli: i social ci ringiovaniscono, grazie ai nostri follower!

  • 14° Triathlon Sprint Torino: ritorno alle gare per Vladimir Polikarpenko

  • 16° Triathlon Città di Torino al via l'8 Ottobre

    Triathlon Città di Torino, al via l'8 Ottobre la 16^ edizione sulla distanza Sprint. Previste anche le Prove Giovanili

  • 17° Triathlon Sprint Chioggia

    17° Triathlon Sprint Rank Gold Città di Chioggia, in provincia di Venezia: vittoria al femminile per l'edizione 2017 funestata dal meteo avverso e trasformata in duathlon per l'ungherese Klaudia Sebok (01:06:53); la seguono Giulia Bedorin (01:11:07) e la Youth B Giorgia Rigoni (01:11:59). Oro maschile per Marco Corrà (00:58:28); argento e bronzo rispettivamente per Andrea Secchiero (01:01:05) e Matteo Di Marino (01:01:47). Qui tutti i RISULTATI.

    dade1f48 322c 4999 9b5f c2e46bf847ea

    Photo Credit: ASD Delfino Triathlon Chioggia.

  • 2^ Tappa Sicily Triathlon Series: Salerno e Ventura vincitori a Marzamemi

    3° Triathlon Sprint Marzamemi, Salerno e Ventura conquistano la 2^ Tappa Sicily Triathlon Series - #STS2017 a Marzamemi di Pachino, in provincia di Siracusa.
    Il borgo di Marzamemi a fare da palcoscenico alla seconda tappa della Sicily Triathlon Series, con Ennio Salerno e Cristina Ventura a dominare la scena. Primi in zona cambio dopo il nuoto Davide Ventura, Limoli, Salerno e Schiavino. Salerno, poi vincitore di tappa, pur gestendo la bici in tutta tranquillità tiene a bada il gruppo dietro, che non riesce a rientrare. Arrivo in T2 per gli stessi quattro ma sono Salerno e Schiavino a scappare via a piedi: al primo giro è l'atleta del Minerva Roma a fare il ritmo, poi sarà Salerno a prendere in mano la situazione sugli ultimi tre, imprimendo lo stacco sul finale. Arrivo, quindi, quasi allo sprint con la vittoria di Ennio Salerno in 00:55:14 e l'argento di Enrico Schiavino in 00:55:16. Tenuto conto delle squalifiche di giornata a causa di errori sul percorso, il bronzo va a Davide Ventura, al traguardo in 00:56:55. Podio femminile per Cristina Ventura (01:05:46), che fa subito il vuoto in acqua, mantiene il distacco con il cambio e pur con il 4° split bike e il 3° a piedi conquista l'oro in 01:05:46. A due minuti Federica Cernigliaro, argento in 01:07:46. Bronzo per Sofia Cassata (01:08:19).

    RISULTATI

  • 2° Triathlon Sprint Augusta

    2° Triathlon Sprint Augusta con Rank, 6^ Tappa Sicily Triathlon Series - Augusta (SR), anche ITU Youth e Kids (qui i RISULTATI): oro maschile assoluto per l'augustano Ennio Salerno, che bissa il successo dell'anno scorso e chiude la penultima tappa Sicily Triathlon Series in 00:59:56. Lo segue Davide Ventura in 1:00:15 e chiude il podio Gabriele Grimaldi (1:00:59).

    larrivo con salto di Salerno

    Prima donna Federica Cernigliaro, in rimonta (01:07:54); la seguono in doppietta Magma Team Cristina Ventura (01:09:03) e la Junior Nicoletta Santonocito (01:10:33), la prima rallentata da una contrattura e la seconda al terzo podio consecutivo.

    Podio donne Cernigliaro Ventura Santonocito ok

    CLASSIFICA GENERALE. I fratelli catanesi Davide (2510 punti) e Cristina Ventura (1650) riescono a difendere il primato dall’assalto di Ennio Salerno (2475) e Federica Cernigliaro (1487), che inseguono al secondo posto. Fra gli uomini prime tre posizioni completate da Giuseppe Grasso (2245) e Alessandro Greco (1975), nelle donne da Dora Marzo (1400) e Matilde Reitano (1377). La “Sicily Triathlon Series” si concluderà con la settima e decisiva tappa che andrà in scena alla Playa di Catania l’8 ottobre.

    RISULTATI

  • 2° Triathlon Sprint Città di Pisa

    2° Triathlon Sprint Città di Pisa, Regionale Promozionale a Marina di Pisa: primo uomo al traguardo è Riccardo Rubini (0:51:16), in doppietta con il terzo, Gabriel Bonari (0:51:40), suo compagno di squadra nella TTS; Argento per lo Junior Samuele Angelini (0:51:19).

    21314666 1034413740029421 2662954401096318779 n

    Oro femminile per Teresa Falchi (0:59:45), seguita dalla Junior Camilla Silvestri (1:00:31) del team di casa 1A Mistral Triathlon e da Federica Fanciullacci (1:00:58). Qui tutti i RISULTATI.
    Photo Credit: Triathlon Città di Pisa - Masotti, Fiorido e Moro.

  • 2017 ITU World Cup, il ruggito di Murray a Cape Town

    Parte con un ruggito a Cape Town, in Sud Africa, la stagione 2017 del circuito di World Cup di Triathlon. E il leone si chiama Richard Murray. 
    Prima di 16 gare di Coppa del Mondo 2017 - di cui sei si correranno su distanza sprint e una sarà ospitata il 3 e il 4 giugno in Italia, per il secondo anno consecutivo a Cagliari - per quella di ieri si è scelta l'ospitalità di Cape Town, città avvezza all'organizzazione di eventi ITU come i WTS del 2014-2016, ma nuova all'aria di Coppa, che torna così a respirarsi in Sud Africa dopo le edizioni 2006-2008. Assenti gli azzurri, presto nuovamente impegnati nel circuito della World Triathlon Series, ma la gara si lascia scrivere per i grandi nomi di questo furioso sprint: Richard Murray, Henri Schoeman e Wian Süllwald per un podio tutto sudafricano, mentre sul fronte femminile splende la britannica Lucy Hall, vincente alla sua prima gara di Coppa del Mondo ITU con una strabiliante volata contro la sua compagna di allenamento Jessica Learmonth.Terza la giapponese Ai Ueda.
    Un giro a nuoto da 750 metri, uno in bici da 4,8 chilometri, seguito da altri 4 da 3,8; due giri da 2,5 chilometri di corsa. Insuperabile ciclista e podista, Murray, 4° a Rio e oro nella World Cup di New Playmouth, aveva dichiarato di voler onorare la sua città vincendo in casa, ma non poco ha sudato, come noi spettatori, in una gara dall'esito fino alla fine non così scontato, a causa di una penalità presa in T2. Spinto il possibile per aumentare il gap e renderlo sufficiente a compensare la penalità, Murray chiude in 00:51:33 (00:08:13 00:00:36 00:27:55 00:00:11 00:14:41) seguito a ruota, a 8 secondi, dall'eccellente nuotatore nonché bronzo olimpico a Rio2016 e oro al Cozumel Grand Final della sua prima WTS, Schoeman, ieri argento in 00:51:41 (00:08:01 00:00:37 00:28:07 00:00:23 00:14:36). Segue Sullwald in 00:51:56 (00:08:19 00:00:36 00:27:52 00:00:22 00:14:50), di ritorno da un infortunio. Vittoria in rosa per Lucy Hall, che in 00:59:34 (00:09:10 00:00:38 00:32:03 00:00:24 00:17:23) taglia il traguardo al fotofinish con la Laermonth a un solo secondo (00:59:35 - 00:09:07 00:00:39 00:32:04 00:00:24 00:17:23), dopo aver condotto insieme la gara fin dall'inizio; ricordiamo che sono due tra le più veloci nuotatrici sulla piazza e la loro presenza aveva generato - a ragione - molta preoccupazione nelle avversarie. Più staccata la giapponese Ai Ueda, terza donna delle WTS 2016 e atleta - compresa la statistica maschile - che ha più vinto in Wold Cup, con sei podi, di cui il più recente alla 2016 Miyazaki ITU Triathlon World Cup. Ieri è stata bronzo in 01:00:04 (00:09:56 00:00:41 00:32:40 00:00:19 00:16:30) dopo il sorpasso dell'olandese Rachel Klamer. Appuntamento ora con la prossima tappa a Mooloolaba, l'11 marzo.

    RISULTATI

    Foto credit: Wagner Araujo / ITU :: 2015 Rio de Janeiro ITU World Olympic Qualification Event