• Aquaticrunner 2017, una sfida nella sfida per gli amanti dell'universo swirun: oro a Guadagni e Cappellini. E c'era perfino Faris Al-Sultan
    Quarta edizione per Aquaticrunner, gara tutta italiana - la prima del panorama internazionale in acque temperate - che è stata antesignana di un nuovo modo di pensare lo swimrun: transizioni di nuoto con le scarpe e corsa off road non più in coppia, come accade nel nord Europa, ma da portare a termine singolarmente. 19 le fasi nuoto-corsa previste, con cinque chilometri in acqua e 25 sulla terraferma, pronti a collegare Grado a Lignano. Impegnativo il percorso della prova nell'Alto Adriatico, con l'aggiunta, rispetto all'edizione 2016, di un chilometro di nuoto, di una parte di tracciato da correre tra le dune della pineta di Lignano e di forti correnti che hanno tempestato la parte conclusiva della prova. Agguerrita la concorrenza, per la presenza, tra gli altri, del mitico Faris Al-Sultan, Campione del Mondo Ironman 2005. 170 gli atleti partenti dei 200 ammessi per curriculum sportivo o perché vincitori delle qualificazioni italiane o internazionali, provenienti da 12 nazioni, tra cui Canada e Giappone. Ben dieci, vista la difficoltà della prova, sono stati quelli poi sospesi per non aver raggiunto i checkpoint previsti entro i tempi massimi. E se in principio è stato testa a testa proprio tra Faris Al-Sultan e il due volte vincitore e Campione Italiano Francesco Cauz, il primo al traguardo è stato Massimo Guadagni (secondo al Campionato del Mondo di Triathlon Lungo ed ex nazionale di triathlon), nuovo Campione Italiano Swimrun (3:17:13). Faris Al-Sultan è secondo assoluto (3:19:45) nonché primo straniero, mentre Francesco Cauz è Bronzo (3:25:21). 

    AR 2017 08 27 10 31 19

    Tra le donne domina Adelaide Cappellini, prima assoluta (4:01:54), ma già terza e seconda nelle passate edizione. Francesca Capitoli è Argento (4:03:15); chiude il podio Vania Mascania (4:23:48).

    AR 2017 08 27 11 04 45

    Già individuata la data della quinta edizione, data che cambia ogni anno per la necessità organizzativa di un attento studio delle maree che scongiuri correnti troppo forti: appuntamento per domenica 16 settembre 2018. Lo CSEN, l'ente patrocinante la manifestazione, assieme a Matteo Benedetti, l'ideatore della gara, promettono ancora una volta interessanti novità per rendere Aquaticrunner un'avventura senza precedenti. Mai uguale a se stessa. Diversa da tutte le altre.

    03

    RISULTATI 

    Photo Credit: ©Daniel Miot e ©Tiziano Faggiani

  • Acque calde, format individuale, numero chiuso e ospiti prestigiosi: dalle 10.00 di oggi, iscrizioni aperte per Aquaticrunner, la gara più unica dell'intero panorama Swimrun mondiale, quest'anno non solo Campionato Italiano CSEN, ma anche Mondiale

  • Aquaticrunner 2019 IWC World Championship, al via domenica 8 settembre la sesta edizione dell'iconico Swimrunindividuale, sempre con partenza da Grado e arrivo a Lignano

  • Atleti estremi per una metamorfosi estrema: durissima la gara italiana Aquaticrunner 2019 IWC World Championship per i finisher anfibi di questa edizione, tempestata dal mal tempo

  • Aquaticrunner IWC World Championship, aperte le iscrizioni per la sesta edizione. E ci sono interessanti novità

  • Trionfo spagnolo all’ottava edizione di Aquaticrunner. Lo swimrun che unisce Grado a Lignano Sabbiadoro e valevole per l’Individual World Championship ha visto Dacil Hernandez nel femminile e Ignasi Gironès Pujadas nella gara maschile conquistare i titoli iridati. Primi tra gli azzurri e nuovi campioni italiani di specialità Valerio Cleri ed Elena Pascucci.

    L’evento organizzato da XtriM Sports e Triathlon Lignano Asd è andato in scena domenica 12 settembre, con al via 20 nazioni rappresentate e 240 atleti. La gara si è suddivisa nelle frazioni nuoto di 4,75 chilometri e run di 21,25 chilometri attraverso le isole della laguna, per un totale di 26km.

    Nella gara maschile sono stati 5 gli atleti che fin da subito hanno lottato per le prime posizioni, alternandosi a dettare il ritmo. La gara si è però decisa tutta con l’ultimo tratto di nuoto che ha decretato le sorti del podio. A spuntarla su tutti lo spagnolo Ignasi Gironès Pujadas che è riuscito a precedere di appena 28” Valerio Cleri, terzo Andrea Secchiero. Un’ottima prestazione di entrambi gli azzurri al loro esordio nel mondo swimrun.

    Nella prova femminile la spagnola Dacil Hernandez è riuscita a mettere un distacco importante dalle avversarie nella fraizone di nuoto e raggiungere la finish line della Bau Beach di Marina Punta con oltre 3’ di vantaggio sulla diretta inseguitrice Elena Pascucci. Ex aequo il terzo posto con le azzurre Daniela Calvino, campana, e Adelaide Cappellini, altoatesina, che dopo aver lottato per tutta la gara hanno deciso di arrivare abbracciate e attraversare insieme il traguardo.

    Oltre alla gara assoluta, sono stati assegnati anche i titoli nazionali CSEN vinti da Valerio Cleri, davanti a Secchiero e Cauz, e da Elena Pascucci, con seconde Calvino e Cappellini e terza Capitoli.

    Alle premiazioni erano presenti il vice Presidente Csen Nazionale Giuliano Clinori, l’Assessore allo Sport di Lignano Sabbiadoro Alessandro Marosa, il Consigliere del Comune di Marano Ambra Dal Forno e la Vice Presidente della Federazione Italiana Triathlon Elisabetta Villa, fresca di qualifica per il Mondiale Ironman Hawaii.

    All’arrivo a Lignano Sabbiadoro non si sono però celebrati solo gli atleti di Aquaticunner. Prima del loro arrivo hanno tagliato il traguardo i partecipanti della Dog SwimRun alla Bau Beach di Lignano, l’ultima frontiera di questo sport, che vede umani e cani uniti nelle frazioni di corsa e nuoto fino al traguardo. I nuovi campioni nazionali Csen di Dog SwimRun sono Stefania Oliosi e Luca Folpini, rispettivamente in gara con la Dobermann Jackie Brown e con il Pastore Belga Malinois Naira.

     

    CLASSIFICHE COMPLETE: https://www.endu.net/en/events/aquaticrunner-grado-lignano/results

  • È il Campionato italiano OCR, il primo circuito nazionale di corse a ostacoli a livello mondiale, l’altra gara di questo mese

  • Nuove gare, conferme storiche e tante novità nel nostro triplice mondo, come riporta Marco Sbernadori nel suo Stop and Go

  • Swimrun Cheers 2019, ufficialmente aperta la stagione (con un nuovo percorso Hard)

  • World Cup Cape Town e Mondiali di Winter Triathlon: i resoconti

  • European Championship Multisport di Ibiza, L'Italia s’è desta”. Questo il titolo dell'articolo sul Campionato europeo Age Group, dove la nostra Nazionale ha “saccheggiato” il medagliere. Bravi, ragazzi

  • «In un anno particolare per tutta l’umanità, durante il quale chi pratica sport in maniera regolare ha dovuto ridimensionare allenamenti e competizioni, io e Paolo Chiarino abbiamo deciso di lasciare comunque un “segno” importante: inventandoci qualcosa di diverso, di estremo. Soprattutto, qualcosa mai tentato prima»

  • Giro di boa: siamo giunti a metà della race season, finalmente la stagione estiva riscalda animi e muscoli. Nuove gare, conferme storiche e tante novità nel nostro triplice mondo, come riporta Marco Sbernadori nel suo Stop and Go

  • Tra qualche residuo di maltempo e un sole a volte bollente, le manifestazioni di triathlon stanno andando a pieno ritmo e hanno raggiunto a maggio il picco di ben 104 gare organizzate nel mese

  • Comitato CSS meglio di Babbo Natale: di oggi, 24 dicembre, la delibera del Comitato per lo sviluppo dello swimrun in Italia sul calendario gare 2019

  • Eccoci qui al consueto appuntamento con la nostra rivista "Triathlete" che, da questo numero, tornerà a essere mensile.

  • Con la calda estate, si calma la stagione agonistica del triathlon ma non bisogna mollare in quanto a settembre ci saranno le ultime gare di stagione. Consigli di allenamento dal nostro esperto gruppo di tecnici qualificati: Simone Diamantini (pag. 64) ci parla di High Intensity Interval Training, una metodica di allenamento innovativo; Giorgio Rondelli (pag. 68), nel suo articolo,