• Nei Paesi Bassi sul gradino più alto del podio: gigante la nostra Angelica Olmo, oro in ETU Cup a Weert, in Olanda. Di seguito tutti i piazzamenti azzurri.
    Angelica Olmo, determinata ed efficace, centra l'oro all'esordio di stagione vincendo la prova di Coppa Europa di Triathlon svoltasi a Weert, in Olanda, con un tempo di 02:05:19. Gara in attacco per lei, gestita sempre davanti con nuoto e bici in controllo e una corsa con cui ha fatto subito il vuoto. Preziosa la collaborazione di Sharon Spimi che, uscita in testa dall'acqua, ha tirato molto durante la frazione bike; peccato per una caduta all'entrata in zona cambio che le ha fatto perdere tempo prezioso. 8° posto per lei (02:11:48) alla prima uscita europea e a poco più di un anno dal suo esordio nel Triathlon. Proseguendo in classifica, troviamo Elisa Marcon al 12° posto (02:18:11), Giulio Soldati al 14° (01:53:05), Dario Chitti al 19° (01:53:23), Stefano Rigoni al 29° (01:55:07) e Alessio Fioravanti al 33° (01:56:49). Completano il podio femminile la britannica Jenny Manners (02:06:15) e la francese Sandra Dodet (02:06:31). Firma il podio maschile il britannico Calum Johnson (01:50:49), seguito dai francesi Maxime Hueber-Moosbrugger (01:51:04) e Nathan Guerbeur (01:51:16).

    RISULTATI

  • Apriamo le danze con un neofita illustre: Giorgio Calcaterra, il “Re” delle ultramaratone che si è cimentato in uno sprint, Ledroman. Con grande umiltà e autoironia si racconta: “L’importante non è vincere; l’importante è esserci, condividere”

  • Numero ricco di news, interviste, consigli di allenamento e curiosità, da leggere al ritorno dalle vacanze mentre la stagione agonistica sta per concludersi, con i Mondiali di Kona a chiudere il cerchio

  • Spimi e Parmigiani che imperversano, la Filipetto che ritorna e il sorriso dei Bambini Terribili: questo e molto altro al Triathlon di Oderzo
    5° Triathlon Sprint Rank Città di Oderzo: nuovamente in doppietta dopo il successo allo sprint di Cervia, Sharon Spimi e Michelangelo Parmigiani tornano a vincere per la Polisportiva Riccione. La Spimi è dominatrice indiscussa della categoria femminile di questo sprint di inizio stagione con frazione di nuoto nella piscina esterna della cittadina archeologica in provincia di Treviso: 01.01.28 il suo crono, ma dietro di lei torna a incutere timore Valentina Filipetto (01:07:52), mamma che quanto al triathlon pare abbia ancora molto da dire. La segue Ginevra Francavilla in 01:08:16, a quasi sette minuti dalla vincitrice. Oro maschile per Michelangelo Parmigiani (00:54:07), sul primo gradino di un podio che, dopo il ritiro di Chiodo per un dolore al piede, si fa subito meno scontato: argento a Marco Dalla Venezia a +00:21 (00:54:27) e terza piazza per lo Junior Nicolò Ragazzo (00:55:14), che strappa il bronzo ad Alberto Casadei (00:55:28), di ritorno dalle fatiche del Deejay Tri e prima ancora dal successo all'Ocean Lava. E, a proposito di fatiche, a scaldarsi in vista di quella, più titanica, al Challenge Venice, c'erano anche i "Bambini Terribili... for a Smile". Nelll'omonimo progetto benefico rientrano ragazzi, tutti in età pediatrica, che dimostrano che con l'impegno e l'allenamento le disabilità psico-motorie sono un limite superabile. 14 di loro, affiancati da tanti amici tra cui proprio Alberto Casadei con Marco Nicoletti, Marco Dalla Venezia, Jacopo Maria Righetti, Alberto Ongaro e Stefano Rossi, e accompagnati in primis dal coordinatore, il dott. Pier Luigi Righetti (triatleta nonché Psicologo e Psicoterapeuta Materno-Infantile), si stanno allenando per affrontare in staffetta la loro prima distanza full. Si alterneranno per alcuni tratti al fianco di Pier Luigi, pedalando insieme a lui su di un tandem e accompagnandolo in carrozzina nel corso della maratona finale.

    BambiniTerribili

    Nel frattempo, hanno scelto come riscaldamento il Triathlon "Città di Oderzo". Protagonisti di una staffetta a quattro - erano in due ad affrontare la prova in bici - hanno promosso la loro iniziativa per la quale la società organizzatrice ha deciso di devolvere 1 euro per ogni iscritto. Dai anche tu il tuo contributo attraverso la RETE DEL DONO per la raccolta di beneficenze finalizzate all'acquisto di attrezzature per la riabilitazione e la pratica sportiva di giovani atleti disabili. 

    RISULTATI

  • Settembre-ottobre, ultimi spicchi di stagione, ultime gare prima dell’inverno... e i consigli dei tecnici di Triathlete a darvi una mano per fare un’analisi di come è andata e apportare così le giuste modifiche per l’anno che verrà (da pag. 74 a pag. 91)