• Preziose ginocchia è il titolo di Luca De Ponti, ossia, come interpretare nel modo corretto i segnali provenienti da queste articolazioni, fondamentali per chi pratica sport e inevitabilmente sottoposte a logoramento nel corso del tempo?

  • Triathlon sempre più in salute, merito anche dell'Italia, nuovamente presente nell'ITU Medical and Doping Committee. Nel recente Congresso ITU di Madrid che ha rieletto Marisol Casado alla guida dell'ITU sino alle prossime Olimpiadi di Tokyo,  Sergio Migliorini è stato riconfermato nel Comitato Medico e Antidoping di cui è il chair dal 2009, membro dal 1992, nonchè delegato ITU alle Olimpiadi di Londra e Rio. 
    "Mai come in questi ultimi due quadrienni", conferma Migliorini, "c'è stato un lavoro costante di miglioramento delle regole dell'ITU Competition Rules allo scopo di ottenere gare sicure, a tutela della salute degli atleti e dello stesso movimento."
    Introdotte e affinate le norme per la qualità dell'acqua: oggi l’ITU Water Quality statement regola il nuoto in acque libere, e per i Giochi Olimpicidi Rio è stato suggerito a tutte le Federazioni attinenti. Un lavoro iniziato per Londra, con il miglioramento delle acque del lago di Hyde Park, poi continuato con il monitoraggio per Rio, con il risultato di una rassicurazione circa le condizioni - eccellenti - della qualità delle acque a Copacabana. Oggi il dipartimento sportivo dell'ITU e quello medico controllano i valori batteriologici delle acque di tutte le principali gare in calendario, e tante sono state annullate. 
    La collaborazione con il CIO, la ITU e la FINA ha portato in questi anni a definire i limiti massimi - 32° - e minimi consentiti - 12° - per la temperatura dell’acqua. A febbraio 2017 Migliorini parteciperà al nuovo Congresso ITU a Budapest, dedicato agli Organizzatori delle gare, e darà il suo contributo sul rapporto tra condizioni climatiche e sicurezza. 
    Indicazioni e aggiornamenti continui sul sito medico ITU trattano l'argomento delle acque, ma anche quello dell'antidoping: in collaborazione con Leslie Buchanan viene giornalmente monitorata l’attività antidoping in gara e fuori gara seguendo le direttive della WADA, la valutazione delle TUE e gli aggiornamenti internazionali.

     

  • Recupero e programmazione sono i focus della sezione dedicata al training, con l’avvertimento di non cadere nel super allenamento, complici le vacanze, più tempo libero, giornate lunghe

  • NOTIZIE E CURIOSITÀ: su Triathlete di questo mese trovate...

    Come sempre, sono tantissime e di varia natura le notizie e curiosità che trovate sulle pagine della rivista. Cominciando dalla storica rubrica Zona Cambio (pag 10) dove trovano spazio tante argomentazioni, per conoscere tutto ciò che accade nel nostro mondo del triathlon. Come il ritorno a Kona per Alex Zanardi, la folle corsa fatta con cavalli di spugna, o la segnalazione del dott. Sergio Migliorini a un convegno internazionale. Anche questo mese ci sono i preziosi consigli di Alberto Casadei (pag 94)

  • Una lunga stagione ci ha portato per tutta la Penisola, da nord a sud, con gare internazionali, nuove organizzazioni e manifestazioni storiche, a raggiungere numeri come i 7.000 atleti che si sono riversati a Cervia nel lungo fine settimana logato M rossa (pag. 80)