• Da questo numero, Triathlete tornerà a essere mensile

  • Benvenuto, marzo! Con Triathlete di questo mese sboccia la primavera: esce in edicola il 233° numero della nostra rivista!
    Un sommario frizzante, tra preziosi consigli, tante curiosità e belle storie, come quella di ognuno di voi sulla propria Finish Line. Riconoscetevi al traguardo, ci siete tutti: siete gli italiani finisher di gare long distance sulla nostra maxiclassifica. E per chi non si fosse ancora cimentato, con l'esperienza di Alberto Casadei a vostra disposizione, da questo numero l'intento è quello di allungare il tiro. Del resto, non è forse vero? "Anything is possible". Noi ci crediamo. E voi?

     

    Scopri di più sul numero di marzo: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.

  • "La storia rischia di diventare gioiosamente monotona", scrive riguardo ai numeri del triathlon italiano "il papà del nostro movimento", Marco Sbernadori, sull'editoriale del numero 259 di Triathlete, quello doppio di gennaio-febbraio 2020

  • Finish Line 70.3, e tu ci sei sulla maxiclassifica pubblicata sul numero di Triathlete di gennaio-febbraio 2020? Se ti sei diplomato finisher nel 2019, ecco come richiederci il tuo diploma

  • 110 gare, delle quali 71 del circuito mondiale, 25 europee, 14 italiane, con 6.718 risultati “incassati” da 4.372 uomini e 432 donne

  • La maxi-classifica del 70.3 in Italia e nel mondo, distanza ambita dagli italiani, spesso step che precede la full distance

  • Su questo numero, ecco la maxi-classifica dei finisher Ironman in Italia (in gare di full distance, anche se non marchiate Im) e nel mondo (solo in gare a marchio Im)

  • Nella parte centrale della rivista troverete la maxiclassifica dei finisherdell’Ironman ufficiale, quello marchiato M col pallino rosso, una lista di nomi che, ogni anno, va sempre più allungandosi

  • Finish Line 70.3, la maxiclassifica sul numero di gennaio-febbraio 2019 ha cifre da capogiro: ricapitoliamo chi c'è, chi non c'è (e perché). E come richiedere il proprio diploma di Finisher

  • In copertina, Vincent Luis. Il giovane francese, classe 1989, arrivato 7° ai Giochi Olimpici di Rio, punta al grande salto: Tokyo 2020. Il suo biglietto da visita? Una progressiva crescita e il 1° posto alla Itu World Triathlon Grand Final di Rotterdam

  • Anche questo numero, come quello di gennaio-febbraio, ha nella sua parte centrale la maxiclassifica, ma questa volta è quella degli “uomini d’acciaio”, degli Ironman, degli “eroi moderni” che nell’anno passato (quello solare, che va da Kona a Kona) hanno concluso almeno una o più gare Long Distance con il marchio dalla M pallinata

  • Eccoci qui al consueto appuntamento con la nostra rivista "Triathlete" che, da questo numero, tornerà a essere mensile.